Calcio Serie B

FOTO FROSINONE CREMONESE 01 NOVEMBRE 2020(ASI) Frosinone. La sesta giornata di campionato di serie B vede il Frosinone correre come non mai. Al “Benito Stirpe” battono una buona Cremonese degli ex Daniel Ciofani, Terranova e Valzania. Gli uomini di Nesta convincono nel gioco in tutti i reparti. Vittoria importa quella contro i lombardi che permette ai ciociari di volare primi in classifica a quota 13 insieme ad Empoli e Chievo.

FrosinoneEntella(ASI) Il Frosinone contro i liguri esce solamente dal campo con un pari. Che per quello visto in campo da fastidio agli uomini di Nesta avendo dominato in lungo e in largo la Virtus Entella. Grande possesso del pallone, ripartenze improvvise non hanno dato l’esito che i ciociari speravano. I canarini ce l’hanno messa tutta contro una squadra scorbutica come quella allenata da Tedino. Un primo tempo, come la ripresa, fatto di giocate, accelerate che hanno messo in difficoltà i liguri, ma va detto che il portiere Borra è stato il protagonista della serata avendo tolto dalla propria porta ben tre occasioni clamorose dei padroni di casa. Se non fosse stato per lui adesso si parlerebbe di altro.

FrosinoneAscoli(ASI) Frosinone. Una vittoria tanto attesa che mancava da tempo dentro le mura amiche, ed è arrivata in un momento particolare per l’Italia e per tutta una serie di cose, con un gol favoloso di Alessandro Salvi che porta tre punti importanti per muovere la classifica e il morale. Martedì di nuovo in casa sempre in casa contro la Virtus Entella. Il dispiacere più grande l’assenza del pubblico, il sostegno dei tifosi che per i ciociari sono da sempre il dodicesimo uomo in campo.

oddo(ASI) Memento audere semper! Ricordati di osare sempre, e su questo aspetto Massimo Oddo non può che trovarsi d’accordo con Gabriele D’Annunzio, suo celebre concittadino. La scelta di accettare la corte del Pescara è sia passionale, sia razionale. La ragione illuministica e il sentimento romantico vanno di pari passo. 

PgPescara1(ASI) Perugia. La serie C arriva con l’epilogo più beffardo, i calci di rigore. E gli errori decisivi sono di Buonaiuto e Iemmello, proprio lui che ne aveva segnati tanti in campionato. Due tiri poco convinti, che hanno  permesso al portiere abruzzese Fiorillo di intervenire.

lepagelle copy copy copyPlay Out Serie B. Pescara Perugia 2-1. Le pagelle

SR7 0639falcinelliASI(ASI) Nel giorno del patrono San Lorenzo il Perugia mette un piede in serie C. Fragile come un finto cristallo di poco pregio. Incapace di gestire il risultato e le fasi del gioco con intelligenza. Il solito Perugia chiude in vantaggio il primo tempo, giocato con ordine ed equilibrio tra i reparti,  imbrigliando il Pescara e impostando con Carraro e Falzerano, per evitare l’unica fonte di gioco.

PgTrapan111(ASI) Perugia. Una scena da film horror in piena regola. Un Perugia double face si fa piegare da un Trapani più determinato e ora rischia davvero grosso. Venerdì prossimo è in programma uno scontro ad altissima tensione a Venezia, con i lagunari anch'essi costretti a centrare il risultato pieno per evitare brutte sorprese. Trovare le parole è difficile per descrivere una prestazione del genere: i biancorossi sono apparsi a più riprese in difficoltà sul piano fisico contro un avversario presentatosi al Curi con l'acqua ben oltre la gola ma desideroso di non mollare, come mentalità inculcata da mister Fabrizio Castori. Alla fine il risultato, per quello che si è visto in campo (ai siciliani sono stati negati due rigori) è inevitabile. Per Massimo Oddo, che ha presentato una squadra forse troppo spregiudicata ma era comprensibile, ed i suoi ragazzi è la settimana più lunga: tutti al lavoro già da domani mattina. Si spera naturalmente che la tensione non sia troppo palpabile e qui tecnico e dirigenza dovranno fare in modo che ciò non avvenga.

SR7 8025iemmelloASI(ASI) La metamorfosi. Il Perugia dà un calcio alle paure, ritrova serenità, gioca per mezzo tempo come una squadra che nulla ha a che vedere con le zone basse della classifica, segna due gol di grande fattura e poi li difende nel secondo tempo, dimostrando di saper soffrire e avendo anche dalla sorte un buon segnale (traversa dei padroni di casa dopo soli 35 secondi della ripresa).

PerugiaCremonese01(ASI) Perugia. Il Perugia sbatte contro la muraglia che Bisoli ha predisposto e rimane a digiuno di vittorie. Gli altri risultati della giornata non sono favorevoli e perciò la salvezza resta un esito complicato.

SR7 5809federico melchiorriASI(ASI) Cosenza. Adesso chiamate i bagnini. Il Perugia va alla deriva, ha bisogno di soccorso, ma nessuno sembra capire il verso delle correnti. Nell’ennesima occasione della stagione in cui è chiamata ad una reazione equilibrata, la squadra si scompone, si incarta, si complica la vita, e sempre nello stesso, desolante modo.  Inizia subendo l’aggressività avversaria, anziché essere aggressiva per provare a  mettere in difficoltà  una squadra  che veniva da una sconfitta sonora a La Spezia.

SR7 5399esultanzaASI(UNWEB) Pescara. Dall’incubo di una disfatta al rammarico per una vittoria mancata. Alla fine, la soddisfazione per un punto importante, per la classifica e per il morale della truppa. In novanta minuti il Perugia ha attraversato l’intero spettro delle emozioni possibili in una partita dove si è visto il meglio e il peggio dell’annata del Grifo.

Page 1 of 73

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.