Politica Estera

(ASI) Aumentano i casi di Coronavirus in diversi paesi. Israele è tornato da ieri in lockdown nazionale, ma la situazione non è migliore altrove.

139378411 16004110172941n(ASI) Superata la fase più delicata della gestione post-emergenziale sanitaria, la Cina si è rimessa in moto. Primo Paese al mondo ad aver dovuto fare i conti con il temibile SARS-CoV-2, il gigante asiatico è ad oggi, malgrado le polemiche dall'estero, il modello cui guardare per capire come affrontare anche negli altri Paesi la situazione. In attesa di un vaccino, se mai arriverà e risulterà davvero risolutivo, la pandemia rappresenta ancora un ostacolo da affrontare e mettersi definitivamente alle spalle. Adeguare i comportamenti e le buone pratiche è dunque fondamentale per impedire che il contagio sfugga dal controllo delle autorità sanitarie per tornare a dilagare, mettendo in crisi il sistema sanitario.

Rouhani Xi Jinping (ASI) Prove di forza tra Stati Uniti e Cina e aumenta così la tensione tra le due superpotenze.

(ASI) Non accenna a diminuire la tensione in Medioriente, dopo la firma di due giorni fa alla Casa Bianca dell'Accordo di Abramo, volto a normalizzare i rapporti tra gli Emirati Arabi e il Bahrein con Israele.

(ASI) “Sulle risorse proprie si gioca il futuro dell’Europa. La posizione votata dal Parlamento europeo è ambiziosa e non deve essere ignorata dal Consiglio che ha l’ultima parola. Le nuove risorse proposte dal Parlamento prevedono una imposta che grava su chi inquina e che vuole favorire una transizione ecologica rispettosa del pianeta, una imposta sulle transazioni finanziarie e una sui servizi digitali.

(ASI) Emirati Arabi Uniti e Bahrein hanno normalizzato i rapporti con Israele mediante gli Accori di Abramo stipulati tra le parti e co – firmati dagli Stati Uniti.

maduro(ASI) Il governo venezuelano sta trattando con i creditori esteri per pagare le obbligazioni delle società statali. Il vice vicepresidente chavista Delcy Rodríguez ha spiegato che il governo bolivariano conferma la sua piena disponibilità a rispettare gli impegni assunti con i possessori di titoli emessi dalla Repubblica, da Petróleos de Venezuela (Pdvsa) e da Electricidad de Caracas.

incendiocalifornia(ASI) La California è devastata dagli incendi. I roghi si estendono su tutta la superficie dello stato. Un disastro ambientale visibile anche dallo spazio, grazie al satellite Copernicus Sentinel-3 di ESA.

(ASI) Parte dall’ala più conservatrice del parlamento inglese, la mossa di venire meno a degli accordi politici ed economici presi, nonostante il divorzio con l’Europa. Si parla di hard brexit. Vale a dire l’uscita dall’Europa in maniera poco ortodossa.

trump11 copy(ASI) Rischia di salire nuovamente la tensione tra Stati Uniti e Iran. Il presidente Donald Trump ha promesso una risposta americana, "di grandezza mille volte maggiore", a qualsiasi attacco da parte della nazione dei Pasdaran.

polonia(ASI) Ora la Polonia vuole dettare l’agenda energetica all’Europa.    
Utilizzando il pretesto dello strano “avvelenamento” del russo Aleksej Navanlnyi, uno dei tanti oppositori di Vladimir Putin, Varsavia vorrebbe che la Germania e l’Unione europea bloccassero la realizzazione del gasdotto North Stream2, attualmente in via di completamento tra la Russia e la Germania sfruttando il Mar Baltico.
Ad avanzare la richiesta il premier polacco Mateusz Morawiecki; secondo il primo ministro “non si può minacciare la Russia da lontano, puntando il dito, e poi rimanere invischiati nel progetto North Stream 2 con il gruppo Gazprom. L'unica via d'uscita razionale sarebbe, invece, archiviare il tutto”.
Ormai lanciato nel suo attacco contro la Russia Morawiecki è tornato sul presunto avvelenamento ai danni di Navalnyj sostenendo che questo costituisce “una sfida per l'intera comunità democratica europea”, sottolineando come questo gasdotto “renderà l'Ue dipendente dalle forniture di gas russo”. Tuttavia, per il primo ministro polacco, il pericolo maggiore è che la Russia, con il pretesto della cooperazione economica, “sta guadagnando influenza sul comportamento della Germania, uno dei più importanti partner economici e politici nell'Ue e nella Nato”.
Il premier polacco ha poi concluso la sua invettiva contro Mosca asserendo: “Non è sufficiente prendere atto che la Russia “non accetta la democrazia e la libertà di espressione in senso occidentale” perché, secondo lui “con uno Stato che viola gli standard internazionali e il diritto internazionale non solo in patria, ma anche sul territorio dell'Ue e degli Stati membri della Nato, non è possibile avere un dialogo costruttivo”. Fabrizio Di Ernesto – Agenzia Stampa Italia

incendiousa(ASI) La situazione negli Stati Uniti d’America appare ad oggi complicata. Sono passati mesi dall’omicidio brutale di George Floyd.  Manifestanti e milizie armate scendono ancora nelle strade. Si manifesta contro il razzismo.  Altri fatti sconcertanti di cronaca hanno macchiato, secondo quanto riportano i media internazionali, la reputazione della polizia. Intanto il versante occidentale degli States è in fiamme.

Page 1 of 460

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.