Calcio Serie A

  (ASI) E’ finale! Ma che fatica! Una straordinaria partita che si è protratta per 120 minuti. Primo tempo combattuto, dove il Milan per 25 minuti ha tenuto il gioco, rendendosi pericolosa in un paio di occasioni con Ibraimovich, che ha voluto a tutti i costi far parte del gioco.

  (ASI) “Magari la prossima la vinciamo 4 a 0” così disse Antonio Conte alla fine dell’amaro 0 a 0 di Genova e il tecnico juventino è stato un ottimo profeta, solo che ha vinto 5 a 0.

(ASI) Fa discutere la decisione della Lega di serie A di non concedere gli stage alla nazionale di calcio - Ricorderete che Prandelli aveva chiesto di poter fare 3 stage(uno per reparto) da 48 ore, nel mese di Aprile, per preparare al meglio l'europeo di Giugno 2012 - Molti giornali e non solo, in questi giorni, ne stanno parlando con grande clamore ed attaccano pesantemente il presidente Beretta, reo, secondo molti, di danneggiare il lavoro del Ct. Prandelli e piu' in generale gli interessi della nazionale azzurra---

(ASI) In silenzio stampa. Ma si potrebbe non parlare per diverse ragioni. Molti adducono all’arbitraggio che ha negato sia un goal regolare a Pepe e ha negato un rigore, dopo un placcaggio a Matri da parte di Robert Carvalho; poi ci sarebbe l’intervento in area di Pirlo, ma d’altra parte le parole vengono meno quando Vucinic, in gran forma, ha preso una traversa e un palo e Pepe pure.

(ASI) E' un campionato a due velocita'................o meglio dire a due tempi (come le automobili, quando hanno problemi di candele....)

(ASI) Non ce la fa più. Terzo 1-1 di fila, secondo jolly sprecato e Milan a -2. Girone di ritorno deludente finora, dove la difesa non è più solidissima e soprattutto l’attacco stenta moltissimo: Borriello non riesce proprio a segnare, Matri, finora il migliore, non cambia le partite, Quagliarella e Vucinic altalenanti.

(ASI) La fortuna ha voltato le spalle. Troppo avvantaggiata contro il Milan, è crollata la situazione dopo la sfida apparentemente facile contro il Chievo. Si è confermata la stanchezza, che ha portato nelle prime sei del girone di ritorno 4 pareggi e solo due vittorie, con un vistoso calo del gioco.

  (ASI) Il Milan domina, la Juve stecca ancora. Dopo tre partite di squalifica, Ibraimovich è tornato in campo e da solo ha annientato con una tripletta il Palermo, che è crollato sullo 0 a 4 (l’ultima rete di Thiago Silva).

(ASI) Giustizia sportiva si'....ma antijuventinismo becero no! Si rimane interdetti nel leggere a proposito delle "scuse" di Galliani nei confronti di Agnelli, scuse definite dallo stesso Galliani, personali , nel senso che " sono stato sgarbato perche' ho usato brutte parole, ma la sostanza resta quella......vale a dire la colpa del fatto che il goal di Muntari e' stato annullato e' della Juventus, che prima della partita si e' lamentata e quindi l'arbitro Tagliavento, in perfetta malafede, ha annullato il goal di Muntari " -

(ASI) Fa scalpore la situazione che si e' creata in casa Lazio - Fa scalpore, ma soprattutto fa' riflettere......Le dimissioni di Edy Reja (e' la seconda volta che il tecnico friulano le presenta dall'inizio della stagione) sembrano questa volta irrevocabili...........-

(ASI)Lo scudetto? Una questione tra Milan e Juve, ma che va oltre il campo. Partiamo dal 20’ il Milan è già in vantaggio, dopo un gran goal da fuori area dell’ex Nocerino, aiutato però da un’altra distrazione di Bonucci, che devia pure il tiro del centrocampista rossonero. Milan arrembante, Juve ingabbiata, con il tridente Estigarribia, Borriello e Quagliarella poco incisivo.

(ASI) Il suo Siena non raccoglie punti ma al termine dalla gara con il Catania Beppe Sannino difende i suoi giocatori e non le manda a dire al pubblico senese.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2021 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.