(ASI) Terni – Una giornata straordinaria quella del Liberati con circa 10 mila spettatori di cui 1900 da Ferrara nei settori dello stadio e una grande festa per entrambe le squadre, la Ternana che vince con la capolista e si porta a quota 46 punti a un passo dalla salvezza e la Spal che vola in Serie A in virtù del risultato scaturito a Benevento con i giallorossi che battono il Frosinone al 93’ con un gol di Ceravolo.


La Ternana si assicura i play-out e ad Ascoli, giovedì sera, si giocherà la possibilità della salvezza diretta.
Grande merito di questi successi sono dei due allenatori; Leonardo Semplici artefice di un sogno realizzato e Fabio Liverani autore di un autentico miracolo da completare la prossima settimana.
Liverani anche in questa partita ha dimostrato tutta la sua professionalità schierando Pettinari al posto di Avenatti, scelta che si è rivelata azzeccatissima con il giocatore rossoverde autore di una doppietta, in mediana Coppola viene preferito a Defendi viste le condizioni precarie del giocatore. Nei biancoazzurri, in avanti c’è Floccari accanto a bomber Antenucci.
Ottimo avvio quello dei rossoverdi, con Ledesma al secondo minuto subito pericolo con un tiro dal limite di poco alto sopra la traversa.
Al 6’ cross dalla destra di Falletti per Di Noia con Vicari che salva sulla linea.
Ancora Ternana tre minuti più tardi con il solito Falletti su punizione, Meret è costretto agli straordinari mettendo in angolo il pallone.
Al 12’ arriva la beffa con il gol dell’ex Antenucci; errore di Ledesma in fase di controllo, Antenucci non perdona e ruba la sfera al capitano rossoverde trovandosi a tu per tu con Aresti e infilando lo stesso per l’1-0. Il vantaggio biancoazzurro dura solo 6 minuti perché al 18’ arriva il pareggio della Ternana firmato Stefano Pettinari, il giocatore romano si trova al punto giusto nel momento giusto sfrutta un’incursione del solito Falletti che crossa in mezzo dove Pettinari non può sbagliare. Ternana 1-1 Spal.
Ternana più attiva e Spal che soffre fino al 30’ quando il direttore di gara Manganiello (autore di un’ottima conduzione di gara) concede un time-out di un minuto per far dissetare i giocatori vista l’alta temperatura in campo.
Al 33’ arriva il raddoppio delle Fere, sempre con Pettinari, questa volta il gol scaturisce da un calcio d’angolo battuto splendidamente da capitan Ledesma che pesca in area Pettinari per un colpo di testa vincente. Delirio rossoverde e risultato capovolto, dopo un minuto di recupero si va al riposo sul 2-1.
Avvio della ripresa con formazioni invariate e Ternana più arrembante dei biancoazzurri con il giovane Palombi che mette in seria difficoltà l’altro giovane Meret in ben due circostanze.
Al 60’ primo cambio nelle file della Ternana esce tra gli applausi Pettinari, al suo posto entra Avenatti.
Al 67’ ci prova Falletti dal limite dell’area ma la conclusione termina di poco a lato.
Al 76’ Contini è costretto al cambio causa crampi al suo posto entra Rossi.
La stanchezza inizia a farsi sentire e Liverani decide di far riposare Falletti molto stanco nel finale ma autore di una splendida partita al suo posto entra Valjent, lo slovacco si schiera al fianco di Ledesma.
Nel finale succede di tutto con una clamorosa occasione di Floccari in area rossoverde ma è strepitoso Diakitè a respingere il tiro e poi Meccariello a salvare il risultato su un tiro di Finotto.
Dopo 5 minuti di recupero finisce il match e per entrambe le squadre è festa grande, la Spal nonostante la sconfitta conquista la Serie A dopo 49 anni e la Ternana si assicura i Play-out con qualche chance in più di raggiungere giovedì sera ad Ascoli la salvezza diretta, che vorrebbe dire obiettivo o meglio miracolo raggiunto per Fabio Liverani e giocatori.

Le dichiarazioni di Fabio Liverani allenatore della Ternana Calcio a fine partita:

Per la prima volta la Ternana è fuori dai Play-out dopo cinque mesi, è stato fatto un piccolo passo in più verso quel sogno, una risposta straordinaria sia del pubblico che della squadra per questo impegno
“Si, diciamo che quelli che erano gli obiettivi stagionali da quando sono arrivato qui il 6 marzo, due su tre li abbiamo raggiunti, uno era riportare la gente allo stadio e lo abbiamo fatto oggi in una cornice stupenda e l’altro era garantirci almeno i Play-Out, ad oggi ci mancano questi tre punti in una partita difficile e importante con una diretta concorrente che andremo a giocare giovedì sera ma con la serenità la qualità e la consapevolezza di quello che siamo come in tutte le partite che abbiamo affrontato”

Una partita giocata da vere Fere un inizio tambureggiante e poi dopo il gol della Spal una splendida reazione
“Credo, che per la caratura dell’avversario e per il caldo e per tante situazioni il merito della Ternana sia stato sontuoso per qualità per personalità per aver attaccato sempre in avanti, la Spal le ultime partite ha lasciato sempre il palleggio sulla trequarti, la mia squadra è andata sempre a prenderli alti spendendo molte energie ma è stata una bellezza vedere i tre attaccanti che accorciavano e i centrocampisti a dar supporto alla manovra”.

 

Le dichiarazioni di Leonardo Semplici allenatore della Spal a fine partita:


Straordinario epilogo meritato con una promozione raggiunta nonostante la sconfitta di oggi, le sue sensazioni per questa promozione.
“Una sensazione straordinaria, bellissima perché al mio arrivo c’era una sensazione di difficoltà e abbiamo cercato di raggiungere qualcosa di importante grazie a questo gruppo aggiungendo piano piano giocatori consoni al nostro progetto, abbiamo fatto qualcosa di straordinario considerando l’organico delle altre squadre. Questo è dovuto non solo all’aspetto tecnico ma soprattutto all’aspetto morale nei ragazzi che si sono dimostrati prima veri uomini e poi giocatori di grande qualità e di grande spessore. Questo ci ha permesso di andare oltre ogni aspettativa, oggi abbiamo coronato un cammino straordinario, si parla sempre di sogni, oggi si è realizzato un sogno per la società, per i nostri tifosi, per me e per il mio staff con cui sono partito dall’eccellenza, questa è una cosa a cui tengo molto perché nessuno mi ha regalato mai niente, ho fatto tutta la gavetta che c’era da fare e ora mi voglio godere questa festa, è un sogno che si avvera!”.

Il tabellino:
Ternana (4-3-1-2): Aresti; Zanon, Meccariello, Diakité, Contini (76′ Rossi); Coppola, Ledesma (c), Di Noia; Falletti (83′ Valjent); Palombi, Pettinari (60′ Avenatti). A disposizione: Di Gennaro, Masi, Di Livio, Acquafresca, Monachello, La Gumina.
Allenatore: Fabio Liverani

Spal (3-5-2): Meret; Bonifazi, Vicari, Cremonesi; Lazzari, Mora (c, 72′ Zigoni), Arini, Schiattarella (81′ Finotto), Costa (68′ Schiavon); Antenucci, Floccari. A disposizione: Marchegiani, Gasparetto, Ghiglione, Giani, Castagnetti, Del Grosso.
Allenatore: Leonardo Semplici

Arbitro: Gianluca Manganiello di Pinerolo
Assistenti: D’Apice e Margani
Quarto ufficiale: Giacomo Camplone di Pescara

Marcatori: 18′, 33′ Pettinari (T); 12′ Antenucci (S)
Ammoniti: 58′ Di Noia (T); 88′ Schiavon (S)

Spettatori: 9.939

Edoardo Desiderio – Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web: Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.