Cultura

basilica san francesco illuminazione 20151014162501Giovedì 30 marzo alle 21.00 il critico d'arte terrà una lectio itinerante sul "Maestro di San Francesco"
(ASI) Perugia.- Tutto esaurito per l'evento inaugurale dell'edizione 2017 del Cortile di Francesco. Philippe Daverio, critico d'arte, docente e scrittore sarà ospite il 30 marzo alle 21.00 nella Basilica Inferiore di san Francesco d'Assisi per una lectio itinerante sull'enigmatica figura del cosiddetto "Maestro di San Francesco".

nostalgiaavvenirefoto(ASI) Chieti – Domenica scorsa, si è svolto al Supercinema - Teatro Comunale di Chieti, l'evento “Nostalgia dell'avvenire: 70 anni di MSI in Abruzzo”, una manifestazione in onore del Movimento Sociale Italiano, evento organizzato in una delle città storiche della Destra in Abruzzo e in Italia.

menarini copy(ASI) Da diversi anni studiano le patologie cardiache ereditarie che possono provocare sincope e morte improvvisa, talvolta anche nei lattanti (sindrome della morte in culla), spesso nei giovani atleti. Si tratta di Peter Schwartz, Direttore del Centro di Aritmia Cardiaca e Genetica Cardiovascolare dell’Istituto Auxologico Italiano di Milano, e Josef Kautzner, Direttore del Dipartimento di Cardiologia all’Istituto di Medicina Clinica e Sperimentale di Praga.

Pe20KLOUDY5 copyL'Adorazione dei Magi di Leonardo degli Uffizi torna in Galleria dopo un restauro compiuto all'Opificio delle Pietre Dure, durato cinque anni.

iacovo1.png(ASI) Pescara – Nel pomeriggio di Sabato 25 marzo 2017, a partire dalle ore 17.00, si è tenuta presso la Sala Convegni del Museo d'Arte Moderna Colonna di Pescara, la presentazione del libro “Rigopiano La Terra e la Neve” (Edizione Tabula Fati), prima opera letteraria pubblicata sulla sciagura del 18 gennaio scorso, realizzata con la partecipazione di trentacinque autori non solo abruzzesi.

Vladimir Ashkenazy(ASI) L'Aquila. AIncontro fra I Solisti Aquilani e Vladimir Ashkenazy, ossia uno degli appuntamenti più affascinanti e significativi tra le produzioni 2017 dei Solisti. Dopo il debutto a Genova il 27 marzo, al Teatro Carlo Felice, ore 21.00, nell’ambito della Stagione Concertistica della Giovine Orchestra Genovese, il concerto sarà replicato a L’Aquila il 28 marzo all’ Auditorium del Parco, ore 21.00. Si tratta di un vero e proprio concerto-evento, oltre che di un’ulteriore sfida artistica per l’ensemble abruzzese, sempre più spesso proiettato in ambiti nazionali e internazionali, al fianco di grandi partner.

musiniIn anteprima ad Atri, poi a Busseto, la nuova opera teatrale della scrittrice, musicista e attrice abruzzese

Sofia LorenLa nuova mostra, voluta da Tina Vannini e a cura di Francesca Barbi Marinetti, inaugurerà giovedì 30 marzo (vernissage ore 19) e sarà visitabile sino al 14 maggio. Una selezione dedicata anche alla musica con i ritratti di Nick La Rocca, inventore del jazz, Frank Sinatra, Liza Minelli, insieme ad altre amatissime star italiane come Gina Lollobrigida.

Campo Imperatore lalbergo e lOsservatorio astronomicoAuspicando per i turisti l’ “atmosfera del 1936” del Gran Sasso (ASI) L’AQUILA - Un casinò a Campo Imperatore! E’ il sogno che molti, fin dall’attivazione nel 1934 del Centro Turistico del Gran Sasso, coltivarono e coltivano ancora, anche se non confessandolo apertamente, come fa il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente.

FotoXIXAss.Parana3(ASI) Nella città argentina di Paranà, capoluogo della provincia di Entre Rios, l'importante Associazione Culturale e Ricreativa "La Familias Silianas", ha organizzato una festa in occasione del XXIX anniversario della fondazione.

Dal 7 aprile al 5 giugno 2017 il Museo Archeologico Nazionale di Napoli presenta al pubblico la mostra personale di Alessandro Kokocinski (Porto Recanati, 1948) dal titolo Kokocinski. La Vita e la Maschera: da Pulcinella al Clown, promossa ed organizzata dalla Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, che rappresenta l’ideale prosecuzione dell’esposizione realizzata nel Museo di Palazzo Cipolla a Roma nell’anno 2015. L’esposizione contempla un corpus di oltre settanta opere polimateriche dalle tecniche fortemente innovative – dipinti, sculture, altorilievi, installazioni, disegni, filmati, versi poetici, libri d’artista – ispirate alla metamorfosi della «maschera», che l’artista definisce «mediatrice fra noi e il vuoto insondabile celato», la cui iconografia accompagna da sempre la storia e la storia dell’arte: fra mito, finzione, realtà. La cartapesta – medium essenziale di quasi tutti i lavori – è assoluta protagonista, elemento coagulante, materia dell’effimero. Il limite tra pubblico e palcoscenico si assottiglia fino a scomparire. La marionetta si cala nell’umano, l’umano si trasforma in burattino. Il percorso espositivo si articola in sei aree , scalate con continuità di rimandi: L’Arena; Pulcinella; Petruška; Sogno; Il Clown; Maschera Interiore. L’itinerario è animato da tre grandi installazioni (Olocausto del Clown tragico, Non l’ho fatto apposta – quest’ultima si avvale della preziosa partecipazione di Lina Sastri, in un video di corredo – e Sguardo al futuro nascente, recentissima creazione appositamente realizzata per questa esposizione), che compongono una miscellanea figurativa satura di spunti linguistici, rielaborazioni di opere precedenti assemblate in nuove configurazioni, variazioni tematiche, affacci e ritorni: tutte sostenute dal rapporto tra finzione e realtà. Realtà, ambiente, società, che nella parodia grottesca dell’installazione Sguardo al futuro nascente sono filtrati attraverso un nuovo modello di capitalismo globale e attraverso un ritorno all’incubo atomico, visione che costringe l’artista a sottolineare come «o si cambia sistema di sviluppo oppure sarà un suicidio globale». Ricchissima la grafica e i disegni: quasi pergamene di altri mondi, tra caratteri atletici, forme aperte, lontananze arcaiche, silenzi luminosi. perKLOUDY1 copy(ASI) Napoli. Perturbante a tratti e più che mai soave, Kokocinski combina gli spunti del fantastico di impronta russa col realismo sudamericano (assimilato durante la giovinezza trascorsa tra Cile e Argentina: le terre che accolsero la sua famiglia esule dall’Europa straziata dalla macchina totalitaria), la tradizione pittorica italiana e spagnola coi monumenti del teatro popolare napoletano, il dettato dell’arte scenica con quello della componente circense. È infatti al circo che afferisce la maggior parte delle opere esposte – alla cui selezione ha contribuito l’autore stesso – da Kokocinski ben conosciuto per avervi lungamente lavorato. Pulcinella affianca Petruška, si mescola alle clownerie, la stravaganza teatrale si alterna alla gravità, gli esercizi coi cavalli alle tauromachie. In una galleria di composizioni mosse da flussi esistenzialisti. La coscienza della maschera umana tutto permea. E il mascheramento diviene verità.

Kiwi Museo delle Arti e dei Mestieri (MAM). Cosenza – 26 marzo 2017 – Ore 11.00

Pagina 1 di 325

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web: Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.