Speciali Asi

(ASI)La terza parte di una serie di articoli sulle opere fatte dal Fascismo.

(ASI) Continuo questa serie di articoli sulle opere fatte dal Fascismo con la seconda parte, si spera di fare cosa gradita a chi legge e, solo alla fine ognuno si faccia un’idea lontana dai pregiudizi.

(ASI)Con questo articolo, inizio una serie di puntate sulle opere realizzate dal famigerato periodo noto come “Male Assoluto”. Il Popolo italiano purtroppo, dimentica facilmente, molto facilmente. Un Popolo, una Nazione che per indole è abituata a salire sul carro dei vincitori. Riprendo l’esposizione di tutte le opere realizzate dal Fascismo durante i suoi venti anni, dal volumetto uscito nel 2003 di Alessandro Mezzano intitolato “I danni del Fascismo”.

(ASI) L’anno scorso il direttore Muller aveva promesso star, film di livello, giustificandosi per il risultato non esaltante dell’anno passato. Non lo si poteva biasimare, visto che dovette organizzare un festival in pochi mesi. Ma quest’anno le attenuanti non ci sono.

(ASI) Una bella ragazza svedese in occasione di una festa ricorda la sua infanzia. La mente vola a una sera di Natale in cui la madre lascia il padre, un ex promettente calciatore che fa l’operaio. La madre una donna attivista in politica, lascia il marito per un altro uomo e lascia la figlia all’ex.

(ASI) La seconda “salvatrice” del festival di Roma, o meglio la seconda persona di Hollywood è Jennifer Lawrence. Classe 1990, vanta un curriculum strepitoso dove negli ultimi tre anni ha preso una nomination nel 2012 con Un gelido inverno, quest’anno l’ha vinto per Il lato positivo e in mezzo si è affermata idolo delle teen-ager con i due capitoli della saga The hunger games.

(ASI) Professione capro espiatorio. Benjamin Malaussen si prende insulti e lamentele di professione presso un grande magazzino. Perché questo? Per sostenere la sua particolare famiglia di fratellastri, con una mamma che non c'è mai e torna solo per partorire figli fatti con uomini diversi: c'è un fratello mezzo sordo, uno con la passione per gli esplosivi, una incinta e un'altra con un dono per la cartomanzia.

(ASI) Il primo kolossal russo in 3D in tecnica HIMAX. Stalingrad 3D ha il merito di toccare un tema delicatissimo come quello della Seconda Guerra Mondiale, che per i russi è un aspetto storico controverso e di aver cercato di spiegarlo con una nuova tecnica per far sì che un pubblico giovane inferiore ai trent’anni si interessasse alla vicenda.

(ASI) Philadelphia, Il silenzio degli innocenti con cui ha vinto l’Oscar per la miglior regia nel 1992, Jonathan Demme si presenta al pubblico romano con un incontro organizzato dal critico Mario Sesti. Parla della sua passione del cinema, anzi di un vero e proprio amore, che è l’elemento chiave per far riuscire in questo mondo. Racconta di come si è avvicinato e ha avuto l’opportunità grazie a Roger Corman che dopo aver visto un suo copione gli propose di iniziare a girare subito seguendolo a Los Angeles nella veste di produttore.

(ASI) L’Argentina è una delle patrie del calcio. Da Maradona fino ai contemporanei Tevez, Higuain  e mister quattro palloni d’oro Lionel Messi tantissimi calciatori sono hanno dato lustro a questa terra. Il cinema però non è conosciutissimo come la sua nazionale e soprattutto quello di animazione. In una coproduzione spagnola-argentina si è voluto dare vita a un cartone animato in 3D avente oggetto proprio lo sport più bello del mondo.

(ASI) Roma - A vida invisivel, di Vitor Gonçalves. Un impiegato statale è ossessionato dalle immagini di un corto di 8mm che ha trovato in casa del defunto amico Antonio.

(ASI) Un amore platonico anzi virtuale. Questo è il tema del sorprendente film di Spike Jonze che si affaccia con una profonda, avvenieristica quanto divertente pellicola che ha oggetto la relazione tra Theodore e un sistema informatico di nome Samantha. Avete capito bene una relazione, o per meglio dire un amore.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.