(ASI) La Real Torgianese vola in C1, la squadra perugina di Calcio a 5 strapazza gli avversari ternani del Calvi con un secco 6 a 2.


Il palasport di Todi ospita la finale play-off della C2

La Real Torgianese approda in C1

Lemmi e Ciambottini trascinano la squadra verso la vittoria

 

La Real Torgianese vola in C1, la squadra perugina di Calcio a 5 strapazza gli avversari ternani del Calvi con un secco 6 a 2. Il risultato rende pienamente giustizia alla gara, totalmente dominata dalla squadra del presidente Antonio Riga.

Nonostante le numerose palle gol create dalla Real Torgianese, nell'avvio di gara, passa in vantaggio il Calvi, con un gol su palla inattiva che chiude il primo tempo con il parziale di 1 a 0 in favore della squadra ternana.

Il secondo tempo si apre con l'immediato pareggio della Real Torgianese, che però per una disattenzione su calcio d'angolo torna subito in svantaggio ed al quinto minuto il parziale vede il Calvi in vantaggio per 2 a 1. E' solo un'illusione però, la Real Torgianese gioca un calcetto di classe nettamente superiore a quello offerto dalla squadra avversaria, e dopo appena due minuti Dario Lemmi sale in cattedra. Prima, al termine di un'azione personale, pareggia i conti con un tiro di punta che sorprende il portiere avversario, poi, da posizione centrale, dopo essersi liberato con eleganza di un avversario lascia partire un missile che si infila a fil di palo, la rete si gonfia ancora e la Real Torgianese ribalta il risultato, passando meritatamente in vantaggio per 3 a 2.

Il Calvi accusa il colpo infertogli da Lemmi che, insaziabile, come un vero gladiatore continua a lottare su ogni pallone, diventando l'incubo della difesa avversaria.

La Real Torgianese a questo punto, forte del risultato alza un vero e proprio muro, grazie alle impeccabili prestazioni di Ridolfi, Piglia, Canetti, Fattori, Cacioni, dell'estremo difensore Simonetti, un gatto dai riflessi d'oro e ancora di Bertolini Dario, preziosissimo difensore che grazie all' esperienza tecnico-tattica maturata durante i suoi trascorsi in serie B, dal prossimo anno avrà anche l'arduo compito di allenare la squadra della juniores, realtà nella quale i fratelli Antonio ed Ezio Riga credono fortemente.

Il Calvi insomma non riesce più a creare gioco ed è totalmente schiacciato dallo strapotere della Real Torgianese che con giocate precise ed impeccabili prende definitivamente in mano le redini dell'incontro.

Ciambottini, non contento della rete iniziale che aveva dato alla Real Torgianese il momentaneo pareggio decide di far letteralmente decollare la sua squadra, aggiungendo alla propria marcatura una bellissima tripletta, per un totale di 4 reti personali alla fine dell'incontro.

Il pivot della Real Torgianese sfodera dal cilindro giocate di altissimo livello, dribbling mozzafiato e tiri di rara potenza e precisione che portano rapidamente la squadra sul definitivo 6 a 2. Gli ultimi minuti sono un susseguirsi di palle-gol per un'ormai indomabile Real Torgianese, che si permette addirittura il lusso di centrare un incrocio dei pali.

La squadra perugina, sapientemente messa in campo ed egregiamente guidata dall'allenatore Enea Pedetti, approda dunque in C1 al termine della gara, e dopo il fischio finale hanno inizio i festeggiamenti.

Tra il pubblico sostenitore della squadra perugina, si  diffonde velocemente la maglietta con lo stemma e con la scritta “EccoC1”, precedentemente stampata vista l'enorme fiducia riposta nell'intero organico.

La Real Torgianese, magistralmente creata e sostenuta dai fratelli Antonio ed Ezio Riga, è ufficialmente in C1, e a questo punto, possono cominciare i festeggiamenti.



Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2018 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.