Calcio Serie A

Da 0 a 2, a 3 a 2 l’Inter ribalta con il Palermo con un grandissimo Pazzini, che con la sua nuova casacca numero 7 nerazzurra sbanca San Siro e conquista i tifosi. Eto’o chiude su rigore i conti e pensare che sul 2 a 1 il talento Pastore ha sbagliato un rigore, ipnotizzato da Julio Cesar.

E’ un fallimento. Non si sono attenuanti la Juve di Agnelli, Marotta e Del Neri fa acqua da tutte le parti. Fuori dall’Europa league con un girone modesto, ora fuori dalla Coppa Italia affondata dalla Roma dell’ex Ranieri, che si riprende l’ennesima rivincita con V ucinic e Taddei e praticamente fuori dalla lotta scudetto.

2 a 0 al Cesena, con il solito Ibraimovich in evidenza e nel tabellino dei marcatori e i rossoneri se la ridono a dispetto dei cugini, che di fronte a un Udinese ammazza grandi, strapazza per la prima volta l’Inter di Leonardo e la riporta tra i mortali, con un grande doppietta di Zapata e la solita magia di Di Natale e della Juve, sempre più spuntata e che non va oltre allo 0 a 0 a Marassi e pensare che all’andata fu uno spettacolare 3 a 3…

Roma, ore 20.00. La città è deserta e per le strade non si vede una macchina. Traffico bloccato? Un grande evento? No, solamente un derby per il proseguo del cammino in coppa Italia.

Si accorcia la classifica. Il Milan, a parte l’ennesimo capolavoro di Ibra, non va oltre al 1 a 1 con il Lecce, mentre il Napoli si annulla con la Fiorentina.

(ASI) Nonostante la rete tremendamente sontuosa messa a segno dal solito Zlatan Ibrahimovic, il Milan non è riuscito ad ottenere l'intera posta in palio al sempre ostico "Via del Mare" di Lecce.

Il Milan si laurea campione d’inverno e lo fa chiudendo una spettacolare con un 4 a 4 con l’Udinese, dopo aver recuperato il 3 a 1, è andata di nuovo sotto all’88’, ma all’ultimo minuto il solito Ibraimovich agguanta il pari.

Non parleremo del film con De Niro, ma di calcio, della ripresa dalle vacanze e in particolar modo della Juve. Non poteva che stupire subito questo 2011, con un incredibile 1 a 4 tra Juve e Parma.

(ASI) Era la domenica delle seconde, dopo la caduta nell’anticipo del Milan con la Roma. Lazio, Napoli e Juve hanno tutte e tre cambiato la sorte del loro match nei minuti finali, la prima superando 3 a 2 l’Udinese, la seconda con un euro-gol di Cavani, dopo un salvataggio sulla linea da parte di Grava, che ha negato e quindi beffato il coraggioso Lecce.

(ASI) Boateng, Robinho, Ibraimovich, ancora 3 a 0 e nello stesso ordine di marcatori. L’unica differenza è che è sempre più sola a quota +6 dal gruppetto delle seconde, con il trio Napoli, Lazio e Juve.

(ASI) E’ sicuramente un campionato diverso. La super Inter dell’anno scorso con la magnifica tripletta, affonda con una tripletta della low cost ma incredibile Lazio, che guidata dal suo profeta Hernanes, si mette della scia della capolista Milan.

 
(ASI) SERIE A: la 15.a GIORNATA 
Sono stati due i successi in trasferta nella 15.a giornata di serie A. Genoa e Bologna hanno sbancato rispettivamente Lecce e Cesena.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.