intermilan(ASI) - Milano. Il primo derby a mandorla strizza l'occhio prima all'Inter, in vantaggio fino al 97', poi al Milan che pareggia clamorosamente quasi allo scadere del tempo regolamentare. Un match storico, il primo senza Moratti e Berlusconi, il primo con le due dirigenze cinesi sugli spalti.
Addirittura, la prima partita dopo il cambio di dirigenza per gli uomini di Montella. Si gioca subito a ritmi alti, senza deludere le aspettative di un San Siro vestito nel suo abito migliore. Dopo pochi minuti dal fischio di inizio, Gagliardini perde un pallone prezioso, Mati Fernandez ne approfitta e lancia Deulofeu, Handanovic respinge il suo tiro debole sui piedi di Mati Fernandez che non prende la porta: Bacca prova a ribadire in rete con una girata al volo che finisce sopra la traversa. Al 6' l'Inter risponde con Joao Mario che cerca Icardi, la cui deviazione si spegne sul fondo. La stracittadina di Milano prosegue con continui cambi di fronte e con i rossoneri che sono scesi in campo con il piede giusto. Al 14', Suso costringe il portiere avversario al miracolo, per salvare il risultato. Dopo il tentativo di Deulofeu che centra il primo palo difeso da Handanovic, la formazione di Pioli si sveglia e cambia il passo. Al 36' Gagliardini serve Candreva che vince il duello con De Sciglio e stampa il primo gol. Alla prima occasione insidiosa l'Inter non perdona. E il bis non tarda ad arrivare. Perisic si libera di Calabria e riesce a servire Icardi che appoggia in rete il 2-0. Poco prima il Milan sfiora il gol con Deulofeu  che prova a saltare Handanovic, bravo ad allontanare la sfera che finisce sui piedi di Kucka, il cui dribbling è vanificato da Miranda. 
Il secondo tempo si apre con il destro potente di Candreva che spara alto, sopra la traversa di Donnarumma; poco dopo Perisic prova a ingannare Sosa, ma si limita a sfiorare il primo palo. Al 55' è ancora Perisic a impensierire, ma il suo è un rasoterra che non fa saltare i nervi a Donnarumma. Al 65', sugli sviluppi di un corner di Sosa, Deulofeu - pericolosissimo anche pochi minuti prima - sfodera un bolide e costringe Handanovic a una super parata. Quando mancano pochi minuti al triplice fischio, il Milan riduce le distanze con Romagnoli che, servito da Suso, trova la zampata vincente per il 2-1. E' l'83' e il Milan ci crede, sull'onda dell'entusiasmo targato Alessio Romagnoli.  All'88' i rossoneri conquistano un calcio di punizione invitante, Suso va al cross, Handanovic respinge. Il Milan pareggia al 97' con Zapata che, sugli sviluppi di un corner, confeziona un gol che ha il sapore della vittoria. A San Siro infatti non si va oltre il 2-2. Il punto serve ai rossoneri che rimangono sesti e a due lunghezze dall'Inter. Pioli invece digerirà a fatica il pranzo della vigilia di Pasqua. 
 
 
Il tabellino 
 
INTER-MILAN 2-2 

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Medel, Miranda, Nagatomo; Gagliardini, Kondogbia; Candreva (46' st Biabiany), Joao Mario (35' st Murillo), Perisic (23' st Eder); Icardi. A disposizione: Carrizo, Andreolli, Palacio, Ansaldi, Banega, Sainsbury, Santon, Brozovic, Barbosa. Allenatore: Stefano Pioli.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria (36' st Ocampos), Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Kucka (12' st Locatelli), Sosa (30' st Lapadula), Mati Fernandez; Suso, Bacca, Deulofeu. A disposizione: Storari, Plizzari, Honda, Gomez, Poli, Vangioni, Paletta, Antonelli. Allenatore: Vincenzo Montella.

ARBITRO: Orsato di Schio.

MARCATORI: 36' pt Candreva (I), 44' pt Icardi (I), 38' st Romagnoli (M), 52' st Zapata (M).

NOTE: Ammoniti: Candreva, Handanovic, Gagliardini (I); Kucka, Locatelli (M). Recupero: 1' pt, 7' st.

 

Angelica Cardoni - Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web: Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.