intervsmilan

 

 

 

Cronaca:

(ASI) Straordinaria la coreografia allo Stadio, derby che inizia su altissimi ritmi, con un grande tasso tecnico ma anche grande agonismo, pur trattandosi di una partita corretta.     Al 6' Joao Mario con una splendida azione supera due avversari, poi dal fondo vrossa per Icardi che incoccia il pallone spedendolo però sopra la traversa. Occasione da rete che pareggia qyella del Milan di qualche minuto prima.qualche tiro da fuori da entrambe le parti senza esito. Al 14' è Sosa che con una botta da fuori costringe Handanovic ad una deviazione in angolo con le punta delle dita. Un minuto dopo è ancora il Milan che, da posizione impossibile, con Deulofeu colpisce il palo. Sulla ribattuta parte subito il contropiede dell'Inter con Candreva che però viene fermato da De Sciglio.

Partita bellissima con una intensità emotiva impressionante. Più padrona, in fase di attacco, sulle fasce l'Inter, più pericoloso sulle ripartenze il Milan.

Al 20' il conto dei corner è di 2-2, si comincia a riprendere fiato. Il punteggio al 30' è ancora 0-0, risultato sostanzialmente giusto, ma forse più giusto sarebbe stato, per quanto si è visto un parziale con goal. 

Deulofeu al 34' entra in area in maniera molto pericolosa, ma Handanovic riesce a bloccarlo con molta esperienza, sul rimpallo Kucka Cafe a terra e viene ammonito dal direttore di gara per simulazione.

Due minuti dopo, in seguito ad una azione velocissima Candreva riesce a battere Donnarumma in uscita. 1 - 0 per l'Inter. 

Candreva viene poi ammonito per essersi tolto la maglietta.

Al 44' azione da manuale del calcio, con una triangolazione bellissima tra Icardi e Perisic che restituisce il pallone al capitano dell'Inter che deposita in rete il primo goal personale in assoluto della stracittadina.

Derby fino a qui giocato a viso aperto, con continui capivolgimenti di fronte anche per la goduria dei spettatori cinesi e non solo, con l'Inter che riesce a sfruttare meglio le azioni di attacco.

Al 50' Candreva, in seguito ad una ribattuta, si trova da solo in area, ma spara fuori.

Al 52'  Handanovic sventa su Bacca deviando in angolo.
L'Inter in questo momento si difende con tutti gli effettivi per poi ripartire in contropiede in maniera molto pericolosa, come ad esempio al 55' quando Perisic spreca un passaggio intelligenti stimo di Icardi, passando letteralmente il pallone a Donnarumma con un piantone ciabattato. 
Il Milan sta innalzando il baricentro della squadra mentre l'Inter cerca di addormentare il gioco in questa fase della partita.
Al 56' Locatelli per il Milan entra al posto di Kucka.
Al 59' Deulofeu crossa dal fondo in maniera molto interessante, ma nessuno dei rossoneri riesce a farsi trovare pronto alla conclusione, consentendo così a Perisic di sbrogliare la situazione prima dell'arrivo del lontanissimo Calabria.
Al 66' bel tiro di Bacca, parato da Handanovic e poi cambio per l'Inter con Eder che sostituisce uno stanco Perisic.
 
Pioli continua a dare indicazioni tese a congelare la partita e a mantenere la calma. Il Milan sta crescendo in questa fase della partita in maniera un pochino preoccupante.
Al 30' Lapadula sostituisce Sosa per un 4 2 4 al quale Pioli risponde pochi minuti dopo sostituendo Joao Mario con Murillo.
Molte le azioni in attacco del Milan in questa seconda parte del secondo tempo, alle quali l'Inter riesce a rispondere bene, anche se con qualche affanno. 
Ocampos al 36' entra al posto di Calabria. 
Montella ormai tenta veramente il tutto per tutto.
Romagnoli segna al 38' il goal anticipando tutti e accorciando le distanze.
Il Milan si butta in attacco in maniera furibonda per provare ad acciuffare il pari. 
L'Inter sembra che non riesca più ad uscire dall'area.
Al 42' Handanovic viene ammonito per comportamento non regolamentare.
Tutti i giocatori sono molto stanchi anche se quelli dell'Inter sembrano esserlo un pochino di più.
Al 91' Biabiany entra per Candreva.
L'Inter cerca di guadagnare tempo in tutti i modo anche se l'arbitro fa capire che recupererà tutto.
Gagliardini ammonito al 93', Segue poi l'amminuzione a Locatelli al 96'.
Ottima direzione di gara dell'arbitro Orsato.
Ottima occasione per Biabiany al 97' che però spreca tirando fuori.
Al 98' su calcio d'angolo pareggia con Zapata con un colpo di testa che si insacca sotto la traversa.
 
L'Inter, come all'andata, viene raggiunto dal Milan dopo essere andata in vantaggio per 2 - 0.
Bellissima partita!
l'Inter sembra più a corto di fiato rispetto alle antagoniste per questo sprint finale.
 
 Tabellino:
Inter - Milan: 2- 2
Marcatori: Candreva (36'); Icardi (44'); Romagnoli (83'); Zapata (98').
Inter: Handanovic, D’Ambrosio, Medel, Miranda, Nagatomo, Gagliardini, Kondogbia, Candreva (Biabiany 91'), Joao Mario (Murillo 34'), Perisic (Eder 66'), Icardi.
A Disposizione: Carrizo, Andreolli, Sainsbury, Santon, Murillo, Ansaldi, Banega, Brozovic, Palacio, Biabiany, Eder, Barbosa.
Allenatore: Stefano Pioli  
Milan: Donnarumma, Calabria (Ocampos 81'), Zapata, Romagnoli, De Sciglio, Kucka (Locatelli 56'), Sosa (Lapadula 75'), Mati Fernandez, Suso, Bacca, Deulofeu.
A Disposizione: Storari, Plizzari, Paletta, G. Gomez, Vangioni, Antonella, Poli, Locatelli, Honda, Lapadula, Ocampos.
Allenatore: Vincenzo Montella
Ammoniti: Kucka (34'); Candreva (36'); Handanovic (87'); Gagliardini (93'); Locatelli (96').
Recupero: 2' - 5'
Arbitro: Orsato
Assistenti: Di Fiore, Manganelli
IV Uomo: Meli
Assistenti Addizionali: Damato, Russo.
 
Roberto Sannipola - Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web: Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.