bitcoi(ASI)  Samsung Electronics ha rivelato che sta creando chip progettati specificamente per raccogliere monete in criptovaluta: i bit coin. L'azienda lo ha divulgato nel suo ultimo “annual report “ sullo stato dell’azienda affermando e prospettando una forte crescita dei propri profitti per gli esercizi successivi.
Il rapporto ha inoltre confermato che la società sudcoreana ha superato Intel per diventare il più grande produttore di chip per l'anno trascorso.Prevede una forte domanda per il suo smartphone Galaxy S9, che verrà commercializzato dal 25 febbraio.
L'utile netto del quarto trimestre di Samsung Electronic è stato di 12,3 trilioni di won ($ 11,5 miliardi, £ 8,1 miliardi), in linea con le aspettative degli analisti. Ma le sue azioni sono salite di quasi il 9% dopo che la società ha rivelato che stava dividendo il suo stock da 50 a 1, il che dovrebbe incoraggiare il commercio dei suoi prodotti.
Per ora, Samsung fornisce pochi dettagli sulla sua nuova attività di criptovaluta. "Le attività di fonderia di Samsung sono attualmente impegnate nella produzione di chip per la criptovaluta", e cio’ è stato affermato in una dichiarazione rilasciata direttamente alla BBC. "Tuttavia non siamo in grado di rivelare ulteriori dettagli riguardanti i nostri clienti."
• Bitcoin: il gettito arriva
• Facebook vieta tutti gli annunci in criptovaluta
• Kodak vola su piani KodakCoin e Bitcoin
Non è facile approcciarsi a tale nuovo mercato a causa dell’alta e difficoltosa tecnologia algoritmica: si deve pensare alla risoluzione di complessi problemi matematici come mezzo per verificare le transazioni in criptovaluta: un compito per il quale i proprietari dei computer coinvolti vengono ricompensati con nuovi token o "monete" digitali.
The Bell, un giornale in lingua coreana, ha riferito che i processori coinvolti sono i chip Asic (circuito integrato specifico dell'applicazione). Si tratta di chip progettati su misura per svolgere un singolo compito, in questo caso "mining" Bitcoin o un'altra specifica cripto-valuta, ma non operazioni di calcolo generali.
Fino al 2013, i chip Asic erano più comunemente associati all'industria televisiva. Ma quell'anno, un imprenditore di New York ha iniziato a vendere processori personalizzati per l'estrazione di Bitcoin, che promettevano migliori prestazioni e un minore consumo di energia rispetto ai chip GPU (unità di elaborazione grafica), che sono ancora più comunemente associati al compito.
Negli ultimi mesi, la carenza di schede GPU di fascia alta ha aumentato i prezzi, rendendo la tecnologia Asic ancora più interessante.
Secondo The Bell, Samsung ha completato lo sviluppo del proprio chip Asic relativo a Bitcoin lo scorso anno e ha iniziato la produzione di massa all'inizio di questo mese.
Fino ad ora, TSMC di Taiwan era l'unico altro produttore di processore principale impegnato nell'attività.
Un esperto ha detto che la mossa di Samsung rappresenta una scommessa e che l'aumento di valore di Bitcoin non rappresenta una bolla .
"Non sappiamo quanto in ribasso Samsung possa vendere il suo chip e sia comunque redditizio", ha dichiarato Garrick Hileman, un ricercatore criptovalute dell'Università di Cambridge.
"Ma se il prezzo di Bitcoin dovesse collassare e entrare in un mercato ribassista come nel 2014-2015, ci si potrebbe chiedere se Samsung resterebbe con questa linea di business ".

Arrivare al Top business?
Samsung's latest venture coincided with news that its semiconductors division logged 74.3tn won ($69.6bn; £49.1bn) of sales last year.
That compares with a figure of $62.8bn reported by Intel last week.
It marks the first time the US firm has not occupied the top spot since 1992, according to the Bloomberg news agency.demand for its chips in both its own and rivals' mobile devices
Much of Samsung's success is down to the popularity of its memory chips - it highlighted demand from the computer server and mobile device storage markets in particular.
Intel is hoping to increase its own market share in the sector by offering a new proprietary memory technology called 3D Xpoint, which it began selling last year.
However, it risks being distracted by the need to redesign its processor chips after a flaw with their current architecture was recently revealed.

L'ultima impresa di Samsung ha coinciso con la notizia che la sua divisione di semiconduttori ha registrato 74,3 milioni di won (69,6 miliardi di dollari, 49,1 miliardi di sterline) di vendite l'anno scorso.
Ciò si confronta con una cifra di $ 62,8 miliardi riportata da Intel la scorsa settimana.
Segna la prima volta che l'azienda americana non occupa il primo posto dal 1992, secondo l'agenzia di stampa Bloomberg.demand per i suoi chip nei dispositivi mobili propri e concorrenti.
Gran parte del successo di Samsung è dovuto alla popolarità dei suoi memory chip : ha messo in risalto la domanda da parte dei server di computer e dei mercati di dispositivi mobili in particolare.
Intel spera di aumentare la propria quota di mercato nel settore offrendo una nuova tecnologia di memoria proprietaria chiamata 3D Xpoint, che ha iniziato a vendere lo scorso anno.
Tuttavia,con tali mosse della Samsung , Intel rischia di essere gia’ obsoleto e distratto dalla necessità di ridisegnare nuovi chip per poter essere un competitor di successo.

Mauro Norton Rosati di Monteprandone de Filippis Dèlfico - Agenzia Stampa Italia

Mauro Norton Rosati di Monteprandone de Filippis Dèlfico

• Chancellor Albany international Schoool-Usa & UK
• Full Professor Law of Trust

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.