(ASI) Terni – E’ ancora Simone Palombi a regalare l’ennesima vittoria casalinga delle Fere, questa volta il giovane talento laziale lo fa con una doppietta stupenda che porta i rossoverdi allenati da Fabio Liverani a quota 39 punti in piena zona play-out.


La partita giocata dalle Fere al Liberati contro un avversario temibile come il Frosinone di mister Marino è sicuramente la miglior prestazione dei rossoverdi di questa annata piena di insuccessi; Liverani ha gestito ottimamente tutta la gara continuando a innescare ripartenze micidiali con il duo Falletti-Palombi, imprendibili per la retroguardia ciociara.
La partita inizia con l’osservanza di un minuto di silenzio in memoria di Michele Scarponi , il ciclista italiano morto oggi a seguito di un incidente durante un allenamento su strada.
Fabio Liverani, prima del match ha ricevuto dai rappresentanti de ‘Il museo del calcio internazionale’ un assegno da 1600 euro equivalente del ricavato legato all’iniziativa di Ternana-Avellino dove sono state messe all’asta delle maglie per gli orfani delle vittime dell’hotel Rigopiano in Abruzzo.
Nessuna sorpresa nella formazione di Liverani infatti rientrano nell’undici titolare Zanon e Germoni, mentre in mediana c’è Di Noia accanto a Petriccione e Ledesma con Avenatti unica punta supportato da Palombi e Falletti.
Nel Frosinone di mister Marino, panchina per Soddimo e Ciofani, al loro posto Frara (ex Ternana) e Mokulu. Sono circa 950 i tifosi ciociari che hanno deciso di seguire la squadra al Liberati.
Inizio partita aggressivo per entrambe le squadre, vista l’importanza del match, al 2’ minuto subito un brutto fallo su Falletti a centrocampo poi assolo Ternana con un paio di occasioni con Avenatti in area di rigore.
Nei ciociari grande chance sul destro di Mokulu, lanciato a rete dalla retroguardia gialloblu ma bloccato in extremis da Aresti.
Poco dopo ottimo scambio di Falletti per Avenatti che al limite dell’area di rigore serve ottimamente Ledesma che dai venti metri non inquadra la porta.
Al 21’ Palombi serve Avenatti ma il tiro dell’uruguaiano termina di poco alto sopra la traversa.
Al 38’ arriva la reazione del Frosinone; scambio tra Mokulu e Dionisi che tenta una conclusione di destro ampiamente fuori misura ma l’ex Frara di testa chiama all’intervento Aresti che blocca la sfera.
Al 39’ arriva l’infortunio di Germoni al suo posto entra Contini.Per Germoni la diagnosi dell’Azienda Ospedaliera di terni prevede una prognosi di 35 giorni a causa di un trauma cervicale e un trauma cranico semplice.
Prima della fine del primo tempo c’è da evidenziare un’altra occasione per il Frosinone che sfiora il gol con Dionisi su stacco aereo in area di rigore, ma il pallone termina fuori.
Secondo tempo che si apre con un doppio angolo in favore dei rossoverdi. Poco dopo è Meccariello a salvare la porta delle Fere con un intervento sulla linea di porta su tiro pericoloso di Mokulu, da evidenziare l’errore di Di Noia in mediana.
Al 60’ il Frosinone sostituisce Soddimo e Fiamozzi in luogo di Sammarco e Frara.
Nella Ternana entra Marino Defendi al posto di Di Noia, poco dopo al 65’ arriva la punizione che sigla il vantaggio delle Fere: assist di Ledesma per la testa del giovane Palombi che non da scampo a Bardi. Ternana 1-0 Frosinone.
Fere scatenate subito dopo il vantaggio, infatti al 70’ la Ternana ha la possibilità di raddoppiare con Avenatti su calcio di rigore scaturito da un’azione magistrale in velocità di Palombi e Falletti che viene successivamente atterrato in area di rigore da Bardi. Avenatti sul dischetto fallisce e colpisce la traversa.
Al 75’ è ancora la Ternana ad avere il pallino del gioco, Petriccione serve un delizioso assist per Palombi che ancora una volta punisce Bardi di testa, per il talento laziale è doppietta personale.
Il Frosinone è allo sbando totale e non riesce ad impegnare seriamente Aresti, l’unica azione pericolosa è di Soddimo con un tentativo da fuori area.
Nel finale, Liverani da spazio e Pettinari al posto di Avenatti.
Finisce il match e per i rossoverdi è la quarta vittoria consecutiva tra le mura amiche del Liberati, la prossima sfida delle Fere è al Rigamonti di Brescia martedì 25 Aprile alle ore 15:00.

Le dichiarazioni di Fabio Liverani allenatore della Ternana Calcio a fine partita:
"Oggi abbiamo fatto una grande partita contro una corazzata. Non abbiamo concesso nulla contro una grande squadra. La squadra ha dimostrato di poter far male a una squadra forte come il Frosinone. Oggi i ragazzi hanno fatto tutto quello che dovevano fare al massimo con grande personalità. Credo che il lavoro più difficile è stato quello di ricreare il gruppo. Quando sono arrivato il morale non era altissimo ed era demoralizzante per tutto. Ho chiesto alla squadra di giocare l'uno per l'altro fino alla fine. Ho avuto ottime risposte, nessuno ha mollato. Poi abbiamo cambiato qualcosa e li davanti abbiamo fatto meglio”.

La prestazione di Palombi ?
“Palombi è un giocatore che ha qualità tecniche ed è un ragazzo eccezionale. E' un giocatore che fa della profondità e l'attacco alla porta le sue qualità migliori”.
Falletti e Avenatti?
“Falletti ha giocato il secondo più bello da quando sono qui. Anche Avenatti ha fatto bene tranne il rigore, i rigoristi lo sbagliano solo perchè li tirano. Fortunatamente non ha influito sul risultato finale".

Le dichiarazioni di Pasquale Marino allenatore del Frosinone Calcio a fine partita:

“Quando ci sono queste partite e con questi risultati c'è poco da dire, non possiamo cercare delle scuse. Per reagire alle sconfitte e al pareggio di Ascoli dovevamo fare meglio. Non siamo partiti male, abbiamo avuto diverse occasioni in avvio del primo tempo e del secondo tempo. Loro sono stati bravi. Noi dovevamo reagire subito. Peccato aver fatto questa frenata in dirittura d'arrivo, dipende tutto da noi non possiamo accampare delle scuse. Non dobbiamo mollare. Per rialzarci bisogna impegnarsi e alzare il livello di attenzione è un peccato che a livello psicologico stiamo pagando dopo la partita di Ascoli".
“Se oggi la gente ha reagito ce lo meritiamo. Dobbiamo riportarli dalla nostra parte con le prestazioni".

Il tabellino:
Ternana (4-3-1-2): Aresti; Zanon, Diakité, Meccariello, Germoni (42′ Contini); Petriccione, Ledesma (c), Di Noia (65′ Defendi); Falletti; Palombi, Avenatti (87′ Pettinari). A disposizione: Di Gennaro, Valjent, Masi, Coppola, Acquafresca, Monachello.
Allenatore: Fabio Liverani
Frosinone (3-5-2): Bardi; Terranova, Ariaudo, Krajnc (73′ D. Ciofani); Frara (c, 60′ Fiamozzi), Maiello, Gori, Sammarco (60′ Soddimo), Mazzotta; Dionisi, Mokulu. A disposizione: Zappino, Mamić, Pryyma, Russo, Besea, Volpe.
Allenatore: Pasquale Marino
Arbitro: Eugenio Abbattista di Molfetta
Assistenti: Bremes e Caliari
Quarto ufficiale: Armando Ranaldi di Tivoli).
Marcatori: 65′ e 75′ Palombi (T)
Ammoniti: 76′ Avenatti, 87′ Aresti (T); 64′ Soddimo, 70′ Bardi, 77′ Ariaudo (F)

Edoardo Desiderio – Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.