Dagli incentivi per le nuove immatricolazioni elettriche alle misure ‘salva-ciclisti’ e ‘salva pedoni’, ecco la ricetta 5stelle per il trasporti italiano

(ASI) Roma - Oltre 91mila morti premature per smog, 15,2 miliardi di euro di sussidi alle fonti fossili in soli due anni e tre procedure d’infrazione Ue in corso per i continui superamenti dei valori limite degli inquinanti, con il rischio di multa di oltre un miliardo di euro. E’ il drammatico bilancio legato all’inquinamento atmosferico che grava sulla salute e sulle tasche dei cittadini da cui è partita l’analisi del MoVimento 5 Stelle per il terzo incontro con gli stakeholders sul Programma di Governo Trasporti dedicato alla mobilità sostenibile e che ha visto la partecipazione di rappresentanti di comitati cittadini, associazioni, esperti, aziende e sigle di categoria (Anas; Italo; Anfia - Associazione nazionale filiera industria automobilistica; Aiscat - Associazione italiana società concessionarie autostrade; Comitati come ‘Genitori Antismog’; Associazioni come FIAB ; Asstra; ANAV- Associazione nazionale autotrasporto viaggiatori; RSE - Ricerca sul sistema energetico; aziende come Arriva Italia srl; Zehus spa; Isinnova srl). Tra i temi al centro del dibattito, potenziamento delle misure per il rilancio del trasporto pubblico e le sue modalità di gestione; ruolo dell’industria; smart road e guida autonoma; ripartizione delle risorse pubbliche; combustibili alternativi ed elettrificazione dei trasporti; misure fiscali e non fiscali come leve di cambiamento; bandi di gara, manutenzione e gestione delle infrastrutture e infrastruttura elettrica". "Partendo dall’analisi delle criticità attuali abbiamo presentato le strategie e soluzioni al centro del programma nazionale trasporti e raccolto contributi volti a migliorare la nostra visione e azione di Governo”, spiegano in una nota congiunta i parlamentari 5stelle delle Commissioni Trasporti e Lavori Pubblici di Camera e Senato. “Tra gli strumenti per realizzare gli obiettivi di sostenibilità dei trasporti ci sono: gli incentivi per le nuove immatricolazioni elettriche; il definanziamento delle grandi opere inutili a favore di tanti interventi diffusi attesi dai cittadini, un forte incentivo alla mobilità elettrica e l’impulso alla Infrastruttura per la ricarica elettrica, la diverse misure per la promozione del Trasporto Pubblico Locale e della mobilità attiva grazie anche alla revisione del Codice della Strada per la tutela degli utenze vulnerabili (pedoni e ciclisti) e una democrazia nell’uso degli spazi pubblici. Il prossimo incontro con gli stakeholders sul programma Nazionale Trasporti è previsto per lunedì, 27 novembre, e sarà dedicato al tema ‘Infrastrutture e concessioni’". E' quanto dichiarato nella nota del M5S.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.