gentiloni7(ASI) Roma – La Ius Soli, il diritto di cittadinanza per i figli degli immigrati nati in Italia, è stato rinviato in autunno dal Governo. A darne notizia è il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, spiegandone le motivazioni.
«Tenendo conto delle scadenze non rinviabili in calendario al Senato e delle difficoltà emerse in alcuni settori della maggioranza non ritengo – dichiara il Premier Gentiloni – ci siano le condizioni per approvare il DDL sulla cittadinanza ai minori stranieri nati in Italia prima della pausa estiva. Si tratta comunque di una legge giusta. L'impegno mio personale e del governo per approvarla in autunno rimane». Il Governo a guida Partito Democratico, si era posto la legge sulla cittadinanza trai punti da approvare entro la fine della legislatura. Ma la proposta fin dal suo esordio ha avuto una vita travagliata, arrivando fino ai duri scontri odierni della politica su di essa, il tutto aggravato dal sempre più forte allarme terrorismo islamista e dal flusso immigratorio che sembra non avere mai fine.

Il Partito Democratico, annuncia che sulla scelta sosterrà il Governo. Il Ministro delle politiche agricole e Vicesegretario del PD, Maurizio Martina, afferma che «Sullo Ius Soli il Pd seguirà l'indicazione proposta dalle valutazioni del presidente Gentiloni. Come sempre detto, siamo al suo fianco. La legge per la nuova cittadinanza rimane per noi un obiettivo importante».

Sinistra Italiana e Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista, esprimono la loro contrarietà al rinvio della proposta di legge. In particolare il Coordinatore di MDP, Roberto Speranza, dichiara che «Per noi lo Ius Soli è e resta una priorità. Ogni arretramento o rinvio è un errore. Soprattutto in questo momento». «Nessun cedimento culturale alla propaganda della destra», dichiara infine il Coordinatore.

Per i centristi il rinvio rappresenta una propria vittoria interna alla maggioranza di Governo. Proprio perché dai scranni governativi furono loro i primi a chiedere di posporre lo Ius Soli ad un altro periodo. Il Ministro degli Esteri e leder di Alternativa Popolare, Angelino Alfano, parla di una gestione realistica del Governo sulla questione Ius Soli. «Il presidente del Consiglio ha gestito la vicenda dello ius soli con realismo, buonsenso e rispetto per chi sostiene il suo Governo.», ha dichiarato Alfano. «Apprezziamo molto – prosegue il leader centrista – e al tempo stesso, ribadiamo che su questo provvedimento abbiamo già detto “Sì” alla Camera e lo stesso faremo al Senato dove una discussione più serena permetterà di migliorare il testo, senza che il dibattito si mescoli alla faticosa gestione dell'emergenza di questi giorni».

Esulta la Lega Nord che da sempre ha manifestato la sua netta opposizione all’estensione della cittadinanza ai figli degli immigrati. Sulla sua pagina Facebook il segretario leghista, Matteo Salvini, scrive che “Ius Soli, parla Gentiloni: “Non riusciremo ad approvare la legge sulla cittadinanza in estate”. Prima vittoria, della Lega (che più di tutti si è opposta in Parlamento) ma soprattutto vostra, che in Rete vi siete mobilitati a migliaia! Se ci riproveranno, ci ritroveranno pronti. Grazie e avanti così: stop invasione”.

Federico Pulcinelli – Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.