×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Pallavolo Serie A1 maschile, Piacenza va, e la Sir pensa già a gara 3

Sconfitti per 3-1 i Block Devils nella prima gara play off della Linkem Cup

(ASI) PERUGIA – Gara due dei quarti di finale della Linkem Cup fra Sir Safety Perugia e Copra Elior Piacenza se l’aggiudicano i biancorossi con il terzo 3-1 che impongono ai Block Devils. Una partita a due facce, la prima quella in cui Piacenza ha dominato in campo forzando dai nove metri e mettendo in serie difficoltà la ricezione della Sir, e l’altra nella quale i padroni di casa hanno saputo restare aggrappati alla gara dimostrando grinta e voglia di esserci.

Il primo set è a tutto vantaggio degli ospiti che lo vincono 25-17, dilagando fin dai primi scambi, spingendo forte con servizio (4 ace) e attacco (62% totale), con Fei, Simon e Zlatonov sopra il 50% individuale di efficacia. Ai Block, invece, è sembrato mancare il mordente e la capacità di uscire velocemente dalla ricezione. La novità del secondo set è che le squadre in campo sono due e la Sir Safety ha dimostrato di saper giocare alla pari con Piacenza, registrata la ricezione (76% positiva) e il maggior numero di punti segnati in attacco (12 totali) in particolare da Petric (5 punti) e Schwarz (3 con 75%) hanno regalato al pubblico di Perugia un parziale bello e combattuto e con un finale al cardiopalma concluso solo ai vantaggi 26-24. Il terzo set è amaramente giocato dai ragazzi di Kovac che, sotto fin dai primi palloni non hanno saputo addrizzare un gioco che si fatto più falloso (7 errori) e ben due ace subìti. La Copra è tornata prepotentemente in partita appoggiandosi al capitano Zlatanov, 9 punti e 80% in attacco, tra cui l’ultimo del set finito 19-25. Nel quarto set c’è mancato veramente poco a che la Sir si aggiudicasse il set e portasse la partita al quinto set, un break di tre punti accumulato durante tutto il set, è stato poi recuperato e infranto ancora una volta dalla battuta di Piacenza che con Vettori, appena entrato ha trovato due colpi formidabili, chiudendo di fatto il set e la partita 23-25.

 

I SET: Il primo stop della Sir Safety Perugia in ricezione e Holt mette a segno il primo ace della gara. Se la Copra schiera la formazione tipo, Kovac spariglia le carte dei Block Devils mandando in campo Edgar al centro al posto di Semenzato, Petric scivola in diagonale da opposto e Schwarz aiuta Vujevic in banda. La novità tattica non porta i suoi frutti, e la Sir è sotto (0-4) con Holt ancora al servizio. Petric segna il primo punto della Sir con un mani fuori su Alessandro Fei (1-6) ma allunga ancora la Copra, e lo stesso opposto spinge in lungolinea il pallone che vale l’8-3 per i biancorossi. Piacenza in battuta è incisiva e la Sir fatica ad effettuare il cambio palla, break che riesce invece alla perfezione alla Copra che con in martelli che infilano muro e difesa perugina, poi Holt al servizio allarga il solco (7-15). Spiragli di Sir per il punto del 9-15: Giovi difende con le mani e con il petto, scambio intenso e fibrillante, chiude Petric mettendo le mani del muro contro Fei. La Copra continua a essere la sola squadra in campo e De Cecco può giostrare i suoi attaccanti che non lo deludono, chiude due punti di seguito Zlatanov e Copra avanti 21-14. Ancora un ace degli ospiti e il primo set se ne va (15-23), Kovac corre ai ripari chiamando tempo per strigliare i suoi, ma è tardi; Zlatanov chiude il set con un mani fuori 25-17.

 

II SET: Squadre invariate nel secondo parziale, ma diverso è l’atteggiamento dei padroni di casa che trovano nel solito Petric il condottiero cui aggrapparsi e il set procede punto su punto. Holt realizza due punti consecutivi e Piacenza arriva per prima al time out tecnico (7-8). Break della Sir Safety (12-11) grazie al tedesco Schwarz che infila le mani del muro di Simon e De Cecco, si va avanti con equilibrio complici anche i maggior numero di errori al servizio. La partita ora è avvincente, migliora il rendimento dei Block in ricezione e la seconda linea di Piacenza è felina in recuperi al limite del possibile, Holt chiude ancora il punto del momentaneo vantaggio (15-16). Vujevic realizza l’ace del 18-16 ed è finalmente Sir Safety, e con loro si scalda il Pala Evangelisti. Piacenza è comunque lì, prima con Fei che apre le mani del muro di Petric e poi Simon da altezze siderali mette la palla a terra, è di nuovo parità (18-18). Kovac alza il muro su Simon e manda in prima linea Semenzato (20-18), stessa mossa anche per Monti che schiera a muro Tencati, e proprio sul muro piacentino si schianta il punto del 22-20 segnato da Petric. Schwarz porta i suoi al primo set point (24-21), ma lo stesso tedesco sbaglia al servizio e Piacenza annulla anche la palla set successiva (24-23). Un errore di Alletti in attacco che spara fuori porta il risultato ancora in parità (24-24), si procederà ai vantaggi. Cambio palla dei Block con Alletti che si fa perdonare l’errore mettendo le mani del muro in faccia a Fei (25-24), lo stesso opposto della nazionale poi commette un fallo di invasione in attacco e il set finisce 26-24.

 

III SET: Inizio shock per la Sir che subisce ancora un lungo break in battuta da Holt e Fei (1-6) e si arriva al primo time out tecnico con i Block già sotto di sei lunghezze (2-8). Continuano le fatiche della Sir Safety che, disorientata, subisce il ritorno degli attaccanti di Piacenza mentre è ancora la ricezione, di Samuele Papi l’ace che segna il 14-5 per gli ospiti, il tasto dolente di tutta la squadra. Prova a rifarsi sotto la Sir e con Daldello in battuta si riavvicina (8-14), ma i meccanismi dei freschissimi vincitori della Challenge Cup, funzionano meglio e con facilità effettuano cambio palla e quando tutto riesce De Cecco si prende anche il lusso di aggiustare una ricezione imprecisa con un tocco di prima intenzione (11-18). Con un considerevole vantaggio accumulato, Piacenza può permettersi di sbagliare e lo fa con Papi e Fei e d’un colpo la Sir è di nuovo a tiro a meno quattro punti (15-19). Una pipe da seconda linea di Zlatanov e altri due punti del laterale ex azzurro, la Copra passa quota venti punti (16-22). Il serbo Petric interrompa la striscia positiva di Holt al servizio (17-23) e Edgar chiude a muro su Simon per una parziale rimonta perugina. Sei set point a diposizione e Piacenza chiude 25-19 con il capitano Zlatanov.

 

IV SET: Il quarto e decisivo parziale inizia ancora nel segno di Holt che al servizio scava un primo solco (1-4), il resto lo fa a muro Simon, ma Vujevic fa il suo dai nove metri e riporta i suoi a ridosso della Copra (4-5). Si procede con sostanziale equilibrio ed è brava la Sir a non lasciarsi travolgere dal gioco biancorosso, inizia a farsi sentire anche Vujevic che punge in attacco insieme al suo collega Petric che picchia forte contro il libero Marra che non trattiene la schiacciata da seconda linea (11-11). Ancora la metà più giovane dell’onda serba mette le mani a muro contro Fei (13-13), lo imita subito dopo Edgar che inchioda a terra l’attacco di Simon e poi di nuovo Petric dice di no a Fei per il doppio break bianconero (15-13). Porta il vantaggio a più tre ‘Bassi’ Schwarz che manda in tilt la difesa piacentina (18-15) con un colpo lungo, gli ospiti riescono nel cambio palla e poi un ace di Simon riavvicina la Copra (18-17); nuovo allungo di Perugia con Schwarz, il tedesco vera rivelazione della serata, e Vujevic (20-17), ma Piacenza è sempre lì e guadagna il 20-19 con Vettori al servizio, autore di due ace, che capovolge la situazione (20-21). Nuova parità 21 pari con Vujevic che di sinistro infila il muro e poi Alletti mette in battuta la palla sull’angolino (22-21), è un momento di grande pallavolo con interpreti eccezionali sotto rete. Ace di Holt su Vujevic, e Piacenza ha a disposizione la prima palla del match, a sbagliare è di nuovo il capitano bianconero che mette in rete il pallone del 25-23 per la Copra Elior Piacenza.

 

COMMENTI POST PARTITA:

C’è rammarico ma non dispiacere nei volti dei protagonisti di questa prima sfida play off della Sir Safety Perugia, coach Kovac è soddisfatto della prestazione dei suoi “della grinta portata in campo” – dice, e ammette che “ancora una volta loro sono stati bravi in battuta e nel quarto set hanno avuto anche la fortuna di indovinare due ace con Vettori”. Dello stesso avviso Andrea Giovi che commenta così la partita: “A noi è mancato poco, loro hanno avuto qualcosa di più”. “I play off – prosegue il giocatore umbro -, non ti lasciano il tempo di piangere nè di gioire, lunedì si va in campo e cercheremo di fare il meglio per allungare la serie”. Soddisfatto della prova offerta dai suoi ragazzi anche il presidente Gino Sirci: “Sono felice perché abbiamo dimostrato di essere competitivi e abbiamo offerto un bello spettacolo al pubblico presente a quello collegato da casa con la diretta televisiva”.

Samuele Papi, ventiduesima presenza nei play off, è consapevole dei limiti e delle potenzialità della squadra: “Costruiamo il nostro gioco sulla battuta e sappiamo che possiamo essere incisivi, dall’altra parte ho trovato una buona squadra che ci ha saputo mettere in difficoltà soprattutto nelle nostre fasi di calo mentale”.

 

Sir Safety Perugia – Copra Elior Piacenza

SET: 17-25; 26-24; 19-25; 23-25

Sir Safety Perugia: Daldello, Petric 18, Alletti 6, Edgar 8, Schwarz 12, Vujevic 10, Giovi (L). Van Harskamp, Tamburo, Tomassetti, Semenzato, Van Rekom, Pochini (L)

All. Slobodan Kovac

Copra Elior Piacenza: De Cecco 1, Fei 19, Holt 14, Simon 11, Papi 8, Zlatanov 21, Marra (L). Latelli, Tavana, Corvetta, Ogurcak, Tencati, Maruotti, Vettori 2

All. Luca Monti

 

Arbitro: 1° Sampaolo - 2° Pasquali

 

Cifre:

Durata set: I 22’; II 30’; III 24; IV 28’.

SIR: 12 b.s., 2 ace, 56% ric.pos., 32% ric. prf.,  41% att.,   9 muri

COPRA:  19 b.s., 10 ace, 43 % ric.pos.,  22% ric. prf., 49%att., 11 muri

 

Linkem Cup – Tutte le partite dei quarti di finale GARA 2

Tonno Callipo Vibo Valentia – Itas Diatec Trentino 0-3

Andreoli Latina – Lube Banca Marche Macerata 3-2

Casa Modena – Bre Banda Lannutti Cuneo 2-3

Sir Safety Perugia – Copra Elior Piacenza 1-3

 

 

Prossimo turno – GARA 3 (31/03 e 01/04)

Itas Diatec Trentino – Tonno Callipo Vibo Valentia (31/03 ore 18:00 – diretta Sportube.tv)

Lube Banca Marche Macerata – Andreoli Latina (31/03 ore 17:30 – diretta Rai Sport 1)

Bre Banca Lannutti Cuneo – Casa Modena (01/04 ore 17:30 – diretta Rai Sport 1)

Copra Elior Piacenza – Sir Safety Perugia (01/04 ore 18:00 – diretta Sportube.tv)

 

Chiara Scardazza – Agenzia Stampa Italia


Foto : Fabio Arcangeli
------------------
Intervista a:
il presidente della Sir Sirci, il tecnico della Sir Kovac, il libero della Sir Giovi, Schiacciatore della Piacenza Papi.
Commento di Chiara Scardazza
Riprese di Fabio Arcangeli


ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Ultimi articoli

Torna a Venezia il prestigioso Premio Canaletto: un tributo all’eccellenza Artistica

(ASI) Venezia, la città dell’arte e dei canali, si prepara ad accogliere nuovamente il Premio Canaletto. Curato da Salvo Nugnes, scrittore e reporter, questo prestigioso riconoscimento ha l’obiettivo ...

Medio Oriente: avviato a Roma il tavolo permanente per la pace, su iniziativa dell'Istituto Culturale Italo-Libanese

(ASI) Il Tavolo Permanente per la Pace in Medio Oriente" si è svolto presso la Camera dei Deputati, su iniziativa dell'On. Alessia Ambrosi, Vicepresidente dell'Unione Interparlamentare (UIP), e promosso dall’Istituto ...

Umbria. Pro Vita Famiglia: PD critica legge sulla famiglia, così va contro donne, giovani e libertà educativa

(ASI) «Ancora una volta il Partito Democratico si lascia trascinare dalle istanze dei collettivi transfemministi e finisce per andare nella direzione opposta alla tutela di famiglie, donne, giovani e bambini. ...

Europei, vince la migliore mentre il mercato si infiamma. Il punto di Sergio Curcio

Europei, vince la migliore mentre il mercato si infiamma. Il punto di Sergio Curcio

Economia Italia: L'occupazione aumenta, ma non è sufficiente. L'analisi dell'economista Gianni Lepre

Economia Italia: L'occupazione aumenta, ma non è sufficiente. L'analisi dell'economista Gianni Lepre

Lavoro, Gasparri: con governo cdx cresciuta occupazione 

(ASI) “Durante l’ultima campagna elettorale ho visitato tante città e ho incontrato molte persone. Quando ero a Brescia, nota per la sua stabilità industriale, un'imprenditrice mi ha raccontato che ...

Trasporti: Minasi (Lega), no lezioni da opposizione che per anni ha ignorato tema treni

(ASI) Roma, 19 lug - “Il ministro Matteo Salvini sta seguendo da vicino l’evolversi della situazione dei ritardi dei treni di queste ore. Ridicolo che a dare lezioni di efficienza ...

Diritti: Zan (PD), in Italia violenza senza precedenti, serve legge con urgenza 

(ASI) "Due ragazzi mano nella mano attraversano una strada. Per questo sono stati aggrediti a cinghiate da  quattro persone a Roma. In Italia c'è un'ondata di violenza senza precedenti: è ...

Liste d’attesa, quartini (M5S): “Governo antidemocratico che non risolve niente”

(ASI) Roma – “Abbiamo appena terminato l’esame del decreto Liste d’attesa in Commissione Affari Sociali alla Camera e il governo non ha perso occasione per mostrare il suo volto ...

Tilt informatico e guasto ad una linea elettrica, il 4390 Taxi Firenze si scusa per i disagi

(ASI) Firenze,- "Il 4390 Taxi Firenze si scusa con la propria clientela per i disagi che si stanno registrando quest'oggi a causa del tilt informatico globale che ha ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113