Magdi Cristiano Allam a Perugia: l'Italia sta sottovalutando il pericolo islamico

(ASI) Perugia Magdi Cristiano Allam, editorialista de Il Giornale e scrittore di libri di successo, è stato ospite, questo pomeriggio, del nuovo locale Umbrò, lungo le scalette di sant'Ercolano, a Perugia, in occasione della presentazione del suo nuovo libro "Islam siamo in guerra".

L'opera ha già suscitato molto clamore in Italia per la netta presa di posizione, da parte del suo autore, nei confronti dell'Islam. Magdi Allam non nasconde certo il suo pensiero, lucido e chiaro. Secondo lui non esiste un Islam moderato, che sia sinceramente interessato al dialogo, al rispetto degli altri ed alla pacifica convivenza con altri popoli. Lo scrittore di origine egiziana è convinto che l'Islam concepisca unicamente il dominio, l'assoggettamento e la nostra sottomissione. È per questo che i terroristi puntano a documentare il loro gesti mostruosi con filmati, foto e video costruiti ad arte, con l'utilizzo di moderne apparecchiature. Il loro obbiettivo è quello di incutere paura all'occidente al fine di sottometterlo, ha spiegato Allam. Stiamo subendo una vera e propria guerra endogena perché la maggior parte dei terroristi sono nati e vissuti in Europa e spesso sono cittadini naturalizzati nei diversi stati. Il Paese più esposto, secondo il giornalista, è sicuramente l'Italia, in quanto culla della cultura e dell'arte, patrimonio che l'Isis intende distruggere insieme al simbolo della cristianità: il Papa. L'Italia, però, non sembra valutare correttamente l'entità del problema e la sua gravità, al contrario della Francia che ha intrapreso un serio programma di protezione e cautela della sicurezza nazionale e dell'ordine pubblico con numerose espulsioni e blocchi della frontiera. I politici della Penisola sembrano sottovalutare le modalità di diffusione del proselitismo terroristico, limitandosi ad espellere qualche imam particolarmente violento. Allam, a questo proposito, ha sottolineato come la Tunisia, stato in cui la popolazione è a maggioranza musulmana, abbia già chiuso circa ottanta moschee, ritenendole centri di raccolta e reclutamento di estremisti religiosi. Secondo il noto editorialista, anche l'Italia dovrebbe impedire il proliferare di centri religiosi musulmani, in quanto i giovani islamici vengono sottoposti ad un vero e proprio lavaggio del cervello, che li spinge ad aderire ad organizzazioni terroristiche che li portano a gesti disumani e violenti, come il compiere stragi in nome di Allah. Non si tratta di criminalizzare un miliardo e mezzo di musulmani, che, anzi, possono essere dei validi alleati nella lotta al terrorismo, ma di tenere presente che la loro base religiosa non è moderata, per il richiamo esplicito alla violenza contro i nemici. Il problema più profondo, secondo Allam, è che noi occidentali siamo poco preparati davanti al pericolo islamico, non conosciamo il Corano né la cultura musulmana e non siamo in grado di valutare la minaccia che incombe su di noi. Ci colpevolizziamo per le Crociate ma dovremmo contestualizzarle nel periodo storico cui appartengono. Pochi sanno, ha ribadito lo scrittore, che proprio nei testi sacri islamici vi è un riferimento esplicito alla violenza contro l'infedele che non vuole sottomettersi. Nei paesi musulmani è tutt'ora difficile esprimere liberamente il proprio pensiero e la libera stampa viene osteggiata, come nel caso di Can Dundar il direttore del giornale turco arrestato pochi giorni fa con l'accusa di tradimento, perché in un servizio fotografico aveva pubblicato le immagini di camion militari turchi che trasportavano armi per le forze del Califfato. L'incontro si è concluso con alcune riflessioni di Magdi Allam sulla disponibilità economica dell'Isis che ha il controllo di numerosi pozzi petroliferi da cui si estrae il greccio che viene venduto a metà prezzo agli stati graditi all'organizzazione. L'influenza dell'Isis si espande anche ai paesi dai quali partono i flussi migratori, che stanno assumendo i tratti di una vera e propria colonizzazione.


Ilaria Delicati - Agenzia Stampa Italia

Intervista a Magdi Cristiano Allam

Ultimi articoli

Assange, Ascari (M5S): rivelare crimini non e' un crimine. A Londra per seguire l'udienza che deciderà su estradizione

(ASI) Londra - "Mi trovo a Londra, dove con la collega europarlamentare Sabrina Pignedoli, seguirò i due giorni di udienze al termine dei quali l'Alta Corte di Giustizia britannica deciderà ...

Ospedali, Migliore (Fiaso): "Utilizzo IA è già realtà, bisogna formare medici e personale sanitario"

(ASI) Roma -"Gli ospedali sono stati e sono il motore dell'innovazione, dell'eccellenza del servizio sanitario nazionale". "Adesso gli ospedali sono di fronte a una nuova sfida - dice Migliore ...

Faisa Cisal: Sicurezza, priorità imprescindibile anche nel Settore dei Trasporti.

(ASI) Firenze - Durante il Consiglio Regionale della Faisa Cisal della Toscana, il Segretario Generale Mauro Mongelli ha ribadito l'assoluta centralità del tema sicurezza anche nel settore dei trasporti. ...

Smog. Greco (S.I.d.R.): "Dati inquinamento Milano allarmano, alto rischio infertilità

(ASI) Milano - "I dati diffusi dalla società svizzera IQAir, che indicano Milano tra le città più inquinate al mondo, con una concentrazione di PM2.5 di 29,7 volte il valore guida ...

Giovedì 22 febbraio a Trevo verrà presentato il Convegno internazionale: "La Cooperazione Internazionale Strumento di Sviluppo"

(ASI) Trevi. Si terrà giovedì 22 febbraio 2024 ore 10.30 presso la sala consiliare del Comune di Trevi la conferenza stampa del Convegno: "La Cooperazione Internazionale ...

Argentina: livello di povertà sempre più allarmante

Non funziona la cura ultraliberista del neopresidente argentino Javier Milei. Gli ultimi dati riferiscono infatti che le persone colpite dalla povertà in Argentina a gennaio ammontano a 27 milioni, pari al 57,4% ...

In Campania e nel Sud imprese più giovani e più solide. Gianni Lepre: “C’è voglia di rinascita, si riparta da qui”

(ASI) A dispetto di quelli che sono i numeri e i dati che circolano nel nostro Paese su Imprese e sistema produttivo, le rilevazioni dell’Istituto Tagliacarne sul 2023 fanno registrare ...

"Al mattino su whatsapp", Il libro del Generale Petrella su fede e sulla vita

(ASI) Un "viaggio spirituale" che trae spunto dai messaggi inviati da Giuseppe Petrella, generale dell'Arma dei Carabinieri, ogni giorno ad una platea di amici e conoscenti.

Credito d’Imposta, Bonus pubblicità 2024

(ASI) Dal primo marzo 2024 è possibile presentare la domanda di accesso al credito d’imposta “bonus pubblicità 2024” e c’è tempo fino al 2 Aprile termine ultimo per presentare domanda, ed è il provvedimento ...

Cina. La Festa di Primavera surriscalda il turismo e rilancia i consumi interni, alta velocità sugli scudi

(ASI) Ben 474 milioni di spostamenti turistici nazionali - il 23% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso e il 19% in più rispetto al 2019 - per una spesa complessiva superiore ai 632 ...