×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
De gustibus, arte e gusto in tavola.  La Taverna dell’Orso
(ASI) Lontano dallo stress della città e dalla routine quotidiana, poco dopo il paese di S. Egidio sulla strada verso Civitella d’Arna, troviamo immersa nel verde della campagna e tra gli olivi, la Taverna dell’Orso.

 

Questo accogliente casale è un ristorante a conduzione familiare, gestito dallo chef  Leonardo Marsili, la madre Antonella e l’aiutante Martino.

Il locale è in una posizione panoramica rispetto a Perugia e Assisi, ed evoca un’atmosfera di grande pace e serenità.

L’interno è curato e molto accogliente, con decine di bottiglie di ottimi vini a vista, vi sono circa settanta coperti.

Ad aspettare in sala i vari commensali, ci sono Vanessa, Nicolò e Andrea, camerieri piacevoli, rapidi ed attenti alle esigenze della clientela.

Sedendovi accanto al camino, con prezzi alla mano, troverete un menù ricco di specialità della cucina italiana e della tradizione umbra, accompagnati da un’ampia selezione di vini, che esposti vengono consigliati in abbinamento alle varie portate.

Questo ristorante, uno dei migliori di Perugia, tra le ottime materie prime ben cucinate, troviamo l’eccezionale qualità della carne, fornita sia dall’azienda locale Tiburzi che dalla Metro che garantisce un ottimo controllo sulla merce.

Il tartufo pregiato, è consegnato invece da cavatori autonomi locali.

Tra i “cavalli di battaglia” spiccano gli “spaghetti della taverna”, una carbonara tradizionale con il guanciale affumicato con un’eccezione, al posto di pecorino romano, una generosa grattata di tartufo nero, che dà uno sprint in più a questo splendido piatto.

Le porzioni sono sempre generose !

Tra le carni, cotte a regola d’arte su forno a legna, possiamo gustare con grande soddisfazione: il tronchetto d’agnello brasato al vino, lo stinco di maiale alla birra e il maialino al forno, tutti accompagnati da delle meravigliose patate arrosto o chi vuole da un ottimo cavolo nero ripassato con del vino rosso.

Ed in fine ciò che rende famoso la Taverna dell’Orso, sono anche i sensazionali dolci, che ti risvegliano le papille gustative, accendendoti tutti i sensi, in grado anche di cambiarti l’umore di una giornata “no”.

Questi sono il tiramisù, fatto dal tocco magico della madre di Leonardo, e la torta paradisiaca al cioccolato con pere e nutella, servita con panna montata, che invece è realizzata dallo chef Leonardo.

Quindi come dice il detto “Pochi piatti ma buoni”, preparati con grande passione, dedizione e amore che non guasta mai, in una location esclusiva !

Francesco Rosati di Monteprandone Delfico – Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Minacce israeliane all'Iran. Israele può permettersi il rischio di una risposta nucleare iraniana?

(ASI) Il Medio Oriente, oggi più che mai, appare come un territorio incandescente. Il primo aprile Israele con un attacco aereo ha colpito Damasco, distruggendo il consolato iraniano e ...

Continuano le polemiche sui libri di Roberto Vannacci. Sì ad un confronto civile, no alla intolleranza

(ASI) Bologna - Il 24 aprile 2024, alla vigilia della Festa della Liberazione del 25 aprile, al Centro Ca Nova di Medicina a Bologna è in programma la presentazione del secondo libro di Roberto ...

Università: Nasce il “Premio di Laurea di Iniziativa” nell'ambito del piano di assunzioni della società

(ASI) Il primo bando pilota parte in collaborazione con il Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni (DEMI) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. Il bando rientra nelle attività ...

La Campania locomotiva del Mezzogiorno. Gianni Lepre (economista): “natalità e nuzialità leve economiche antiche ma efficaci”

(ASI) La regione Campania si conforme sempre di più locomotiva del Mezzogiorno e non solo per i dati macroeconomici, ma anche e soprattutto per l’andazzo sociale e produttivo diretto ...

Giovanni Gentile: a 80 dalla sua tragica fine verso l’infinito

(ASI) Firenze – Giovanni Gentile, non può che essere riconosciuto tra i massimi filosofi e pensatori che l’Italia abbia mai avuto. Il 15 aprile 1944, trovava morte a causa di un agguato ...

Dalle Filippine no all’imperialismo militare Usa

(ASI) Il presidente filippino Ferdinand Marcos ha dichiarato che gli Stati Uniti non avranno accesso ad altre basi militari filippine: “La risposta è no. Le Filippine non hanno in programma di ...

Energia, iWeek: SWG, il 51% degli italiani voterebbero “Sì” a un referendum sul nucleare. 

Sei cittadini su dieci a favore dell’implementazione delle nuove tecnologie nucleari in Italia. Il 65% considera un rimpianto l’aver rinunciato al nucleare  (ASI) Milano – Il&...

Testimoni di Geova, sulla sensibilizzazione alla lotta alla tossicodipendenza che coinvolge in tutto il mondo circa 300 milioni di persone, un numero di casi che sta aumentando vertiginosamente alle stelle. Il sito JW.ORG fornisce, a tal proposito, cont

 (ASI) Perugia - Intervento di Roberto Guidotti, portavoce dei Testimoni di Geova,  sulla sensibilizzazione alla lotta alla tossicodipendenza che coinvolge in tutto il mondo circa 300 milioni ...

Verso il Club delle Città Bilionarie: l'esperienza di Changzhou nello sviluppo delle nuove forze produttive di qualità

(ASI) Conosciuta come la Città del Dragone, Changzhou, centro di livello prefetturale da circa 5,2 milioni di abitanti, si trova nella provincia del Jiangsu, all'interno della regione deltizia del Fiume Azzurro, ...

Domani Schlein incontra la stampa estera

  (ASI) La segretaria del Partito democratico Elly Schlein incontrerà i corrispondenti della stampa estera domani, lunedì 15 aprile alle ore 10.30, presso la sede dell'Associazione della stampa estera (Via del Plebiscito, 102 – ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113