×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Lega Pro, A Castel Rigone festa grande anche senza gol
(ASI) Castel Rigone - Martina Franca  0-0

Castel Rigone (4-3-1-2):Franzese 7; Santarelli 7,Sbaraglia 6,5,Moracci 6,5, Petterini 6,5 (dal 26’ s.t.Mattelli); Montanari 6,5,Vicedomini 6,5,Ubaldi 6 (dal 20’ s.t. Agostinelli s.v.); Coresi 6 (dal 37’ s.t. Di Paola s.v.);Cappai 6,Tanchitella 6; A disposizione: Zucconi,Gimmelli, Bontà,Liurni. All. Marco Di Loreto.

Martina Franca ( 4-3-3): Leuci 7; Dispoto 6,5, Salustri 6, Gai 6, Zammuto 6, Salvatori 6, Ilari 6,5, Di Lauri 6,5, Belleri 6,5 (dal 37’ s.t. Aperi s.v.), Petrilli 6,5 ,Provenzano 6(dal 26’s.t. Rocchi 7). A disposizione: Modesti, Nucera, Nonni,Memolla,Belli. All. Riccardo Bocchini.

Arbitro:Pasquale Cangiano di Napoli. Assistenti: Stazi di Ciampino e Menicacci di Viterbo. Note. Amminiti: Ubaldi, Coresi, Di Lauri. Spettatori circa 2000. Recupero , Calci d’angolo 8-4 (4-1) per il Castel Rigone. Recuperi 1’ e 3’.

C’è mancato solo il gol , che come si sa nel calcio non è però un banale dettaglio, per festeggiare alla grande il  debutto del Castel Rigone, come matricola, nel nuovo campionato professionistico. La prima volta nella storia del club. Un pareggio che però è sostanzialmente giusto considerato che entrambe le squadre si sono battute per vincere ed entrambe hanno avuto più di una occasione per passare in vantaggio. Alla fine, seppure non mancano ampi margini per recriminare sul risultato, tutti  contenti, o quasi, perché sono tanti i motivi per essere soddisfatti. Prima di tutto per lo stadio, bello, in ordine e senza transenne, ma con le siepi, poi il pubblico educato, più da concerto che da spalti destinati al dio pallone, con tante donne e bambini. Una “prima” che ha reso felice il presidente del Castel Rigone  Brunello Cucinelli e la Lega Pro, rappresentata, per l’occasione, dal direttore generale Francesco Ghirelli.  Far play, naturalmente, pure in campo anche se la gara è stata incerta e combattuta. Ha cominciato a spron battuto il Castel Rigone che ha cercato di dare subito una svolta alla partita con un ritmo sostenuto per conquistare i primi punti dopo la sconfitta a Chieti. Marco Di Loreto, il tecnico della squadra umbra, dispone i suoi uomini con un 4-3-1-2 che prevede anche un continuo inserimento sulle fasce dei due esterni difensivi, Santarelli a destra e Petterini a sinistra. Non è infatti un caso che la prima buona occasione capita al 6’ proprio a Santarelli, risultato uno dei migliori, che spintosi all’attacco manda la palla a pochi centimetri dall’incrocio dei pali della porta difesa da Leuci. Altra buona opportunità al 24’ per Montanari che impegna seriamente il portiere della squadra pugliese. I padroni di casa tengono bene il campo, sono manovrieri e volenterosi, seppure poco lucidi nel momento di concludere, mentre gli ospiti si limitano a contenere le sfuriate dei bianco blu, ma quando si spingono in attacco, sanno essere assai pericolosi, tanto che al 38’ Petrilli colpisce anche la traversa. Insomma il Castel Rigone tiene il bandolo della matassa, ma il Martina Franca è quasi sempre insidioso e pronto a replicare. All’inizio del secondo tempo Di Loreto fa retrocedere a centrocampo Coresi, che fino a quel  momento aveva fatto il trequartista, e incarica di agire dietro alle due punte Ubaldi. Il gioco non migliora di molto nel senso che le occasioni si creano anche nella seconda parte della gara ma nel momento di concludere c’è sempre un’ indecisione, un passaggio di troppo o la mira sbagliata a neutralizzare le offensive dei giocatori di casa. Poi ci sono i soliti cambi che non modificano l’andamento di una partita che ormai sembra destinata al un nulla di fatto. L’ultimo sussulto lo dà il Martina Franca con Rocchi, entrato qualche minuto prima a sostituire Provenzano, al 28’ e c’è voluta tutta la bravura del portiere Franzese per respingere il bolide dell’attaccante. Finisce così con un salomonico 0-0, con le strette di mano e le pacche sulle spalle una gara vivace e  combattuta.

 

Fortunato Vinci – Agenzia Stampa Italia

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Ultimi articoli

800 milioni per la cultura in Campania. Gianni Lepre: "Un piano faraonico che ribalta le condizioni del Sud"

(ASI) Come si può in maniera intuitiva e pratica colmare il gap sociale e istituzionale tra il nord e il sud del Paese? Attualmente ci sta provando in maniera energica ...

Il Fondo unico per l'inclusione delle persone con disabilità

(ASI) Il Fondo unico per l'inclusione delle persone con disabilità è un capitale di risorse che il Governo ha attivato dal 1° gennaio 2024, e viene gestito Ministero dell'Economia e delle Finanze. Il ...

Arte musica ed eventi: 1 Attimo in Forma e l'artista Angelo Accardi presentano nuove date della "Grande Bellezza"

(ASI) Dopo il successo in Italia, il progetto continua la sua espansione internazionale con la prima tappa a Ibiza. Ospite d’eccellenza il rapper Geolier.

Diritti, Pavanelli (M5S): aberrante DDL Lega per abolire uso femminile

(ASI) Roma - "Mentre tutte le amministrazioni si dotano di regole e di linee guida per il rispetto formale e sostanziale della parità di genere, la Lega decide di presentare ...

Torino, Ministro Piantedosi: Nel nostro Paese non ci sarà mai spazio per la violenza di qualsiasi matrice

(ASI) “Sono grato alla Questura di Torino per aver tempestivamente identificato due individui fortemente sospettati di essersi resi protagonisti dell’aggressione al giornalista della Stampa. La loro posizione ora è al ...

CasaPound: invitiamo Joly e Salis alla nostra festa nazionale per un dibattito sulla violenza politica 

(ASI) “Invitiamo pubblicamente il giornalista Andrea Joly a un dibattito sulla violenza politica durante la nostra festa nazionale, Direzione Rivoluzione, dal 5 all’8 settembre a Grosseto”. Lo dichiara in una nota ...

Salute, Nursing Up: infermieri ago della bilancia della sanità mondiale, ma sono  ormai introvabili. Senza professionisti dell'assistenza sarà impossibile garantire la copertura sanitaria universale

(ASI) Roma  - Elevare la qualità delle cure, in primis guardando alle necessità dei soggetti più fragili, complice anche il costante invecchiamento delle popolazioni nei Paesi più sviluppati, può ...

Siccità ad Agrigento, Federconsumatori: il cambiamento climatico presenta il conto

(ASI) "La situazione drammatica nella città di Ravanusa e in gran parte della provincia di Agrigento, dove l'acqua arriva in media circa ogni 20 giorni, non è solo la conferma di quanto ...

Vigili del Fuoco, oggi l'Assessore Falcone consegna nuova caserma di Siracusa

(ASI) Sicilia -L’Assessore regionale all’Economia Marco Falcone sarà oggi, lunedì 22 luglio, in visita a Siracusa, alle ore 11, per la consegna della nuova Caserma dei Vigili del fuoco di ...

Caos Santa Maria Novella, Mazzetti (FI): "Rilanciare subito progetti alternativi per diluire traffico ferroviario" "Grave errore PD accentrare tutto su singola stazione"

(ASI) Roma  – "Il caos di questi giorni è frutto di scelte politiche errate: Santa Maria Novella non può reggere tutto il carico ferroviario, tra alta velocità e regionali, che sono ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113