×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Lo scialbo Festival  internazionale del film di Roma 2013.
(ASI) L’anno scorso il direttore Muller aveva promesso star, film di livello, giustificandosi per il risultato non esaltante dell’anno passato. Non lo si poteva biasimare, visto che dovette organizzare un festival in pochi mesi. Ma quest’anno le attenuanti non ci sono. Ci sarà la crisi, i finanziamenti latitano e la tradizione di Venezia è un’altra cosa, ma questo festival di Roma anziché migliorare sembra peggiorare. L’organizzazione presenta sempre delle falle, spesso stampa e pubblico si trovano insieme e si crea la ressa, il personale il personale spesso è scortese e in preda a una crisi di nervi e non è in grado di far fronte alla fiumana di gente soprattutto in occasione delle star hollywoodiane. E proprio le star sono le grandi assenti a parte Scarlett Johansson che è comparsa solo sul red carpet e Jennifer Lawrence i grandi nomi latitano. Il livello dei film è deludente e a parte il bellissimo Her, l’interessante Dallas buyers club, l’apprezzabile Il paradiso degli orchi e il box office The hunger games, il resto stenta molto con alcune pellicole veramente pesanti da seguire. Quello che poi ha lasciato basito che l’unico grande film Her non ha vinto ed è stata assegnata solo la miglior interpretazione a Scarlett Johansson. Un film come quello di Spike Jonze meritava più onori, visto che è stato l’unico a dare un rilievo internazionale al festival. Apprezzabile Tir di Fasulo, per il suo docu-film ma Her è tutt’altra storia e livello artistico e il premio per la miglior interpretazione a Scarlett Johansson sembra un contentino per l’attrice che si è degnata di arrivare a Roma, ma non tenere in considerazione Spike Jonze e Joaquin Phoenix ha dell’incredibile. C’è da migliorare, da apportare correttivi sia nella qualità che nell’organizzazione, nella gestione del pubblico, degli orari e la stampa deve essere trattata in maniera differente dal pubblico in cerca di autografi.  Oltretutto le 4 sezioni (Concorso, Fuori concorso, Cinema XXI, Prospettive doc) più Alice sono dispersive e alcuni film vanno decisamente in secondo piano. Poi se si guardano i numeri i biglietti venduti sono aumentati del 20% e l’afflusso pure, ma i grandi festival sono altri e Muller a Venezia ne ha fatti. Roma è una piazza difficile, questo festival è sempre in sospeso tra il non esserci e il partire balbettante, ma è bene interrogarsi come si può farlo volare in alto e non radente. Ho sempre salvato il festival, ma rispetto alle gestione di Rondi la musica è cambiata e non in meglio.

 

Voto: 5

 

Riepilogo Vincitori

- Marc’Aurelio d’Oro per il miglior film: Tir di Alberto Fasulo

- Premio per la migliore regia: Kiyoshi Kurosawa per Sebunsu kodo (Seventh Code)

- Premio Speciale della Giuria: Quod Erat Demonstrandum di Andrei Gruzsniczk

- Premio per la migliore interpretazione maschile: Matthew McConaughey per Dallas Buyers Club

- Premio per la migliore interpretazione femminile: Scarlett Johansson per Her

- Premio a un giovane attore o attrice emergente: tutto il cast di Gass (Acrid)

- Premio per il migliore contributo tecnico: Koichi Takahashi per Sebunsu kodo (Seventh Code)

- Premio per la migliore sceneggiatura: Tayfun Pirselimoğlu per Ben o değilim (I Am Not Him)

- Menzione speciale: Cui Jian per Lanse gutou (Blue Sky Bon)

Daniele Corvi – Agenzia Stampa  Italia

Ultimi articoli

Perché non abbiamo capito nulla delle elezioni europee

(ASI) Padova -  Quello che la maggior parte della popolazione sa, è che nell’Unione Europea si svolgeranno dal 06 al 09 giugno le elezioni per il rinnovo del Parlamento. Il resto, ...

Ramona Castellino e Carla Peroni(Ancora Italia Roma): Senza una teoria rivoluzionaria, non può esserci un partito rivoluzionario

(ASI) "La Sezione romana di Ancora Italia rilancia il comunicato del nazionale:" Senza una teoria rivoluzionaria, non può esserci un partito rivoluzionario!

Il servilismo volontario

(ASI) «Gli uomini coraggiosi per conquistare il bene che desiderano non temono di affrontare il pericolo; la gente intraprendente non rifiuta la fatica. Invece gli uomini deboli e pressoché storditi ...

Amministrative di Gubbio: il sondaggio Winpoll di oggi dà al secondo posto Rocco Girlanda e vincente al ballottaggio contro la candidata delle sinistre

(ASI)  Manca poco alle elezioni amministrative a Gubbio. L’ultimo sondaggio realizzato da WinPoll registra una salita tra alcuni candidati del centrodestra come l'ex parlementare Rocco Girlanda ...

Chicco Forti. Filini,Rizzetto,Tozzi,Calovini,de Bertoldi (Fdi) il ritorno in Italia successo diplomatico Governo Meloni

(ASI) Dopo 25 anni vissuti in prigione negli USA, a causa di una complessa vicenda giudiziaria, Chicco Forti, ritorna in Italia per scontare la pena nel nostro Paese.

Giornata Api: Coldiretti, SOS Invasione miele dall’estero, +23% nel 2024

Alveare Italia in difficoltà anche per le anomalie climatiche, ma la direttiva breakfast porterà più trasparenza (ASI) "Nel 2024 sono aumentate del 23% le importazioni di miele straniero, mentre le anomalie climatiche, ...

FNC UGL Comunicazioni Catania al sit-in contro la privatizzazione di Poste Italiane

(ASI) La FNC UGL Comunicazioni di Catania ha partecipato oggi, di fronte la Prefettura di Palermo, al sit-in per esprimere il proprio dissenso verso la seconda tranche di privatizzazione ...

Congiuntura, Confindustria: Economia italiana in crescita, ma velocità diverse: bene i servizi, turismo record, male l'industria.

(ASI) Economia italiana in crescita, ma a velocità diverse: turismo record, bene servizi ed export netto, male l’industria. Aumenta ancora il lavoro, ma salgono anche le ore autorizzate ...

Pace, Ricci (PD): "Condivido l'Appello di Trieste del mondo cattolico. Ci impegna alla costruzione della pace, che passa dai territori"

(ASI) Roma - "Ho letto negli scorsi giorni l'appello sul tema della pace che numerose associazioni e sigle cattoliche hanno lanciato e rivolto da un lato per suscitare un doveroso ...

G7: Deloitte: "Salvaguardare la competitività delle imprese per vincere le sfide globali"

(ASI) Consegnata la Dichiarazione Finale delle industrie del G7 sulle principali sfide dell'agenda economica globale al Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, da parte di Emma Marcegaglia, Presidente del B7 Italia ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113