(ASI) Purtroppo finisce come all’andata con Cuneo che festeggia il quasi sicuro quinto posto e l’Altotevere sconfitta in tre set che dovrà provare a guadagnarsi i play off nelle prossime due partite dopo la sosta per la coppa Italia.

Avvio in equilibrio per la partita con Fromm da una parte e Casadei dall’altra (4-4). Un muro di Kohut piazza il break (6-4); è Antonov l’attaccante più servito in questa fase per i padroni di casa mentre Corvetta cerca di mettere in partita tutti i suoi attaccanti ma è Casadei a siglare un altro punto di vantaggio (10-7). Cuneo va ancora avanti con Kohut a muro (11-8), risponde capitan Van Walle a muro sulla pipe di Maruotti (11-9). Alla sosta di metà set la Bre Lannutti conduce per 12-9 che diventa 13-10 nell’azione successiva.  Città di Castello lotta ma va sotto di quattro (16-12) sempre sul servizio di Antonov che poi contrattacca la palla del 18-13 (time out Radici). E’ sempre l’italo-russo a portare i suoi a quota 20 contro i 14 dell’Altotevere che soffre la pressione dei padroni di casa al servizio e a muro. Radici ferma ancora il gioco sul 22-15 ed ottiene un muro di Piano (22-16)  ma Maruotti porta i suoi al set ball. Un ace di Kohut chiude il set.

Si riparte nel secondo set sempre con una fase di punto a punto ma è ancora una volta la squadra di Piazza a murare con Maruotti per il primo vantaggio (6-4). Ma la Bre Lannutti in un batter d’occhio mette a segno altri tre punti che sterzano la frazione in direzione dei piemontesi. Andrea Radici ci vuole parlare su e chiama i suoi in panchina ma non ottiene molto perché la battuta di Cuneo è ficcante con Maruotti (12-6). Al rientro dal time out tecnico l’Altotevere recupera un paio di punti (12-8) anche se non riesce a riavvicinarsi ancora per tentare di invertire le sorti del set (14-9, punto di Fromm). Poi un errore di Casadei e un muro di Piano consentono alla squadra di Radici di accorciare le distanze (17-14 e time out Piazza) ma le difficoltà in ricezione continuano e Cuneo rimette a distanza l’Altotevere (20-14). L’allenatore biancorosso chiama ancora time out  ed inserisce Dolfo per Massari. Città di Castello commette un paio di ingenuità (23-15) e lascia strada a Cuneo anche per il secondo set.

In avvio di terzo set è ancora la ricezione dell’Altotevere ad andare in difficoltà: sul 4-0 Andrea Radici chiama subito time out mentre i tifosi giunti a Cuneo non smettono di incitare i propri beniamini che recuperano due punti (5-2). Va di nuovo in campo Dolfo per Massari, il trend del terzo set però è ancora da parte cuneese anche perché Antonov ferma Van Walle (11-6). C’è un mini recupero ancora di Van Walle (11-8) poi la Bre Lannutti si porta sul 13-8 col servizio di De Togni. Da parte Altotevere Christian Fromm è il più continuo e recupera tre punti (14-11). Cuneo purtroppo  non si lascia intimidire da questa fiammata e scatta ancora, sempre con il servizio ed il muro che lancia i padroni di casa sul 18-12. Entra anche Franceschini che si fa subito notare con un bel primo tempo (20-14) ma nemmeno il suo ingresso, con quello di Marchiani, inverte le sorti del set (23-15). Sul 24-15 la Bre Lannutti ha ben nove palle match: Rauwerdink chiude al primo tentativo.

 

(25-17/25-16/25-15)

BRE LANNUTTI CUNEO: Gonzalez 5, Casadei 8, Maruotti 11, Antonov 10, Kohut 13, De Togni 7, De Pandis (L), Marchisio (2L), Coscione, Rouzier, Rauwerdink 3. A disp.: Alletti, Picco. All. Piazza.

ALTOTEVERE CITTA’DI CASTELLO: Corvetta, Van Walle 12, Fromm 15, Massari 4, Piano 4, Rossi, Tosi (L), Carminati 1, Dolfo 1, Marchiani, Franceschini 1. A disp.: Sartoretti, Lensi (2L).

Note: Cuneo (b.v. 3, b.s. 9, muri 13, errori 3), Città di Castello (b.v. 0, b.s. 7, muri 9, errori 4)

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2022 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.