Umbria Jazz 2016 si avvia alla conclusione con lo splendido concerto di sabato 16 luglio alla arena santa giuliana con gli Steps Ahead Reunion e Marcus Miller in "Afrodeezia Tour"

(ASI) Perugia. Suoni aspri talvolta ma musicisti molto affiatati per il primo gruppo sul palco, che lascia il modo e le sensazioni degli anni Ottanta a favore di un Jazz molto attuale ma anche molto inquadrato nella tradizione di genere.

La sensazione è che siano effettivamente un gruppo molto pur attuale nella re-interpretazione di un Jazz della tradizione e di genere, riuscendo a fornire ottime sensazioni attraverso delle soluzioni “tecniche” molto sapienti. Segnaliamo un impasto sonoro ottimo. I cliquet sono molti a discapito di una certa originalità ma il risultato è come si sarà compreso una musica che si ascolta benissimo e ben interpretata. È un ottimo jazz con contaminazioni ponderate e trasparenti ricco di divertimenti e stacchi ritmici intensi. Ed è proprio la parte ritmica della loro musica ad avere correttamente grosso peso nell’ambito di tutti i brani che sono finalmente privi di quella ricercatezza ed intellettualismo e strumentalismo spesso eccessivi in questi anni. Il modo è chiaro e semplice, immediato pur senza rinunciare ad una certa raffinatezza. Gli strumentisti sono validi tra Grammy Award e collaborazioni nell’ultimo album di Bowie. Per scendere in uno dei dettagli quello della pianista è un pianismo di genere senza particolari pretese, ma assolutamente efficace, funzionale e contestualizzato che si appoggia a blues ed anche allo swing tradizionale. Tutto il gruppo suona in modo equilibrato senza soffocarsi a vicenda e concedendosi spazi proporzionati. I brani sono sempre in modo tonale e prevalentemente in tonalità maggior, rendendo oltre che facile l’ascolto anche molto spontaneo il tutto. Tutti i brani erano ben preparati e tra questi segnaliamo The time is now ed il molto bello Butterfly. Un bis per un alto gradimento.

Con Miller si apre una pagina di storia del basso moderno, per un secondo concerto atteso e che non delude assolutamente le pretese di un pubblico sempre più attendo e intenditore. Non sono necessarie presentazioni per questo musicista che suona da quando aveva 12 anni uno strumento spesso relegato a parti non soliste e di solo accompagnamento. È un musicista che ha conferito grande lustro a questo strumento ed è già presente nella storia di questo genere musicale. L’originalità è confermata, gli acceni etnici fortunatamente on abusati, il modo è maturo e talvolto troppo autoreferenziale. Il totale richiamo all’ultimo album è scontato. Di spicco oltre ovviamente alla sezione ritmica è la sezione dei fiati ottoni, che suonano benissimo, con suoni puri e limpidi. Il tutto per una musica intensa e molto emozionale, che scorre bene e carpisce gli ascoltatori anche non particolarmente amanti del genere. Restiamo in un Jazz attuale con elementi di apprezzata delicatezza. Il bassista suona benissimo, con enorme disinvoltura, e con la semplicità dei maestri, virtuosismi e tecnicismi non sono ovviamente mancati ed il ritmo come prevedibile è stata l’anima del loro modo espressivo. Segnaliamo il pezzo Small Town, un ottimo dialogo del bassista con la tromba ma dello stesso anche col sax e con la batteria, il tutto per una studiata organizzazione della esposizione.

Giuseppe Marino Nardelli – Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Sardegna, Licheri(M5S): "Il Centrodestra ci ha dato una grossa mano scegliendo Truzzu. Todde competente e brava ma è stata l'ultimissima scelta"

(ASI)“Che il centrodestra ci abbia messo del suo, mi pare indubitabile. Ci hanno dato una grossa mano, non solo perché in questi cinque anni il centrodestra ha veramente fatto ...

Sardegna, Mulè(FI): "Impariamo dagli errori e marciamo compatti verso la scelta del candidato in Basilicata" 

(ASI) In merito all'esito delle votazioni regionali della Sardegna si riportano le dichiarazioni rilasciate a Radio Cusano dal vicepresidente della Camera Giorgio Mulè, esponente politico di Forza Italia. 

Cangianelli (FIPE): per il gambling regolamentato parliamo di digitale, non solo di online

(ASI) Emmanuele Cangianelli, Presidente di EGP, organizzazione di categoria di FIPE Confcommercio degli esercizi pubblici che offrono giochi in concessione (bingo, scommesse, apparecchi da intrattenimento)

Incentivi alle Imprese, Bando ISI INAIL 2023: compilazione delle domande dal 15 aprile 2024

(ASI) Pubblicato il calendario dei prossimi adempimenti legati al bando ISI 2023, l'agevolazione che garantisce finanziamenti a fondo perduto per migliorare la sicurezza sul lavoro.

I tre indizi che fanno una prova dell’inquietante trojan che abbiamo addosso e ci segue ovunque

(ASI) “Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. Era quello che sosteneva Agatha Christie, la famosa scrittrice, regina del giallo. Mi è tornata ...

Missione del Ministro Tajani a Zagabria per partecipare alla sesta riunione del Comitato di coordinamento dei Ministri di Italia e Croazia

(ASI) Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Antonio Tajani, è in missione a Zagabria per la sesta riunione del Comitato di coordinamento ...

Scuola: Marti (Lega), bene misure approvate in CdM tra cui proroga contratti ATA

(ASI) Roma - “Bene le misure del MIM contenute nel nuovo decreto legge del Pnrr e approvate in Consiglio dei Ministri. Grazie a un lavoro puntuale e in costante sinergia ...

Confcommercio su regolamento ue imballaggi: rischio pesanti effetti su filiere produttive e distributive, modificare norme

(ASI) Il nuovo regolamento Ue sugli imballaggi, che sarà discusso in sede di trilogo ad inizio marzo, desta molte preoccupazioni e, in assenza di modifiche significative, rischia di travolgere interi ...

Pavanelli (M5S): “Sardegna, vittoria storica per Todde e il M5S”

“Alessandra Todde è la prima Presidente di Regione del M5S e la prima donna alla guida della Regione Sardegna. Si tratta di un risultato storico. (ASI) II cittadini sardi hanno ...

L’Economia della cultura come fattore di sviluppo. Gianni Lepre, “una grande opportunità per Napoli e il Mezzogiorno”

(ASI) L’Economia della cultura come fattore di sviluppo, questo il titolo del Convegno che si svolgerà a Napoli il prossimo 28 febbraio nella splendida cornice di Palazzo Fuga.