“Un pianeta in bilico”: report WWF per la Giornata mondiale della Terra.

(ASI) Il 22 aprile, Giornata mondiale della Terra, Il WWF ha condiviso il suo report in cui certifica la drammatica condizione in cui tutto il mondo attualmente si trova. I dati che sono stati presentati sono un elenco dei numerosi problemi di carattere ambientale che, se trascurati, sono destinati a cambiare immutabilmente il pianeta e dunque il futuro di tutti.

Nello specifico, il WWF dichiara che il 75% della superficie terrestre non coperta da ghiaccio è già stata considerevolmente alterata, la maggior parte degli oceani è inquinata e più dell’85% delle zone umide è andata perduta. Le specie attualmente minacciate di estinzione sul pianeta sono 1 milione e il tasso di estinzione di specie animali e vegetali è 1.000 volte superiore a quello naturale. 

Inoltre, in un altro report, il WWF ha comunicato che il mondo ha perso più di due terzi della fauna selvatica. Si tratta di un ecocidio, come lo definisce il direttore del WWF internazionale Marco Lambertini: “Stiamo assistendo alla distruzione della natura da parte dell’umanità. Per 30 anni abbiamo visto la caduta accelerare e continua nella direzione sbagliata”.

Secondo il Living Planet Index, uno strumento di riferimento pubblicato ogni due anni dal WWF, tra il 1970 e il 2016 il 68% di questa fauna è scomparso e la causa principale risulta essere la distruzione degli habitat naturali, soprattutto per l’agricoltura, tendenza che inoltre rischia di favorire nuove pandemie del tipo Covid-19: mettendo in contatto uomo e animali si agevola la trasmissione di virus da specie a specie.

La presidente del WWF Italia, Donatella Bianchi, ha giustamente allertato la tragica condizione e ha esortato al cambiamento: “Nel mezzo di una pandemia, è più che mai importante intraprendere in tempi brevissimi un’azione globale coordinata per arrestare e invertire entro la fine del decennio la perdita di biodiversità”. 

Il WWF nei report chiarisce che gli aspetti economici, ambientali e sanitari sono tutti connessi poiché la natura è essenziale per l’esistenza umana ed è proprio su di essa che si basano economia, sicurezza alimentare, riduzione degli impatti dovuti agli eventi naturali, acqua potabile, salute e medicine.

La perdita della fauna selvatica minerà il raggiungimento della maggior parte degli Obiettivi di sviluppo sostenibile Onu. La biodiversità ha un valore economico che dovrebbe essere riconosciuto nei sistemi contabili nazionali: il WWF ha stimato che il costo mondiale sarà di almeno 479 miliardi di dollari all’anno.

Per risolvere molte delle problematiche elencate, i cambiamenti che il WWF propone sono: rendere la produzione e il commercio alimentare più efficienti ed economicamente sostenibili, ridurre gli sprechi e favorire diete più sane e rispettose per l’ambiente. Sono regole che abbiamo più volte sentito ma che difficilmente si instaurano nel pensiero collettivo.

A confermare la perdita della fauna causata dal peggioramento delle condizioni ambientali è anche il Global Risks Report 2022 del World Economic Forum. Pubblicato l’11 gennaio 2022, il report rivela che i primi cinque rischi che aggravano le condizioni del pianeta e che il mondo deve affrontare sono tutti di carattere ambientale. Questi includono: “la lentezza nell’azione climatica”; “gli eventi meteorologici estremi”; “la perdita di biodiversità”; “la crisi delle risorse naturali”; e “danni ambientali causati dalle attività umane”.

Tommaso Maiorca - Agenzia Stampa Italia

 

Tags

Ultimi articoli

"Medicus 2022 incontra le Scuole. Scelte le tre migliori poesie degli studenti a tema invecchiamento. Incontro con la scrittrice e poetessa Edith Bruck.

(ASI) Foligno. Oggi, in data 19 maggio, è stato inaugurato a Palazzo Trinci l’evento “Medicus 2022: Premio Gentile da Foligno”, la tre giorni in memoria appunto di Gentile da Foligno, illustre medico ...

Salute, calo 12% del latte umano donato. allarme di Aiblud e Sin.. I dati emergono dalla 3a indagine sulle banche del latte (BLUD)

(ASI) Nell’ultimo anno, a causa della pandemia, c’è stato un calo di circa il 12% del latte umano donato, alimento fondamentale per i neonati prematuri e per quelli ricoverati nelle ...

Biennale Umbria Letteraria 2022: al Palazzo della Provincia press conference della prima edizione

(ASI) Terni,  - Prima Edizione della Biennale Umbria Letteraria 2022: Amelia pronta ad ospitare l’importante appuntamento culturale che coinvolgerà ospiti locali e nazionali dal 27 al 29 maggio prossimi. Oggi, la ...

Processo per i fatti del 9 ottobre.  Avv.Trisciuoglio:  Etica giuridica e volgarizzazione politica del processo

(ASI) "Luigi Aronica ai domiciliari. È un Tribunale autenticamente garantista e illuminato quello che con piena cognizione e conoscenza dello stato degli atti del processo cancella l’ingiustizia di ...

Ucraina, Svezia e Finlandia: “Vogliamo aderire alla Nato”

(ASI) Gli ambasciatori di Finlandia e Svezia, Klaus Korhonen e Axel Wernhoff, hanno presentato formalmente, questa mattina, la richiesta di adesione all'Alleanza Atlantica.

M.O., Anp: “Ancora provocazioni da Israele”

(ASI) Sale la tensione in Medioriente.  Lo Stato di Israele effettua molte provocazioni, nei confronti dei palestinesi, su base quotidiana. Lo ha detto, nelle ultime ore, Abu Rideineh.

Cina. Altri 358 km di alta velocità nei primi quattro mesi, la rete sfonda quota 40.000 km

(ASI) Nei primi quattro mesi dell'anno, in Cina sono stati installati 358 km di nuovi binari ad alta velocità. In tutto, tra gennaio e aprile, sono entrate in servizio nuove linee ...

Processo "Assalto alla CGIL": anche Luigi Aronica va ai domiciliari.

(ASI) Roma - Luigi Aronica, difeso dagli Avvocati Nicola Trisciuoglio ed Emilio Siviero, è stato posto ai domiciliari.

SIR 2, Carrozze fuori produzione. Caon (FI) solleva il caso in Parlamento: «Così si sprecano i soldi del PNRR»

(ASI) Padova — «Ben 335 milioni di euro per un progetto che non ha nemmeno più i mezzi in produzione da dieci anni a questa parte. Il ministro sa che spreco senza ...

Cuzzupi (UGL): "Scuola, cercasi Dicastero efficiente e responsabile. Solo chi è in malafede non vede quel che sta avvenendo"

(ASI) Ancora una volta l’UGL Scuola legge con estremo realismo ciò che avviene nel comparto. Abbiamo ormai da troppo tempo alla guida del Dicastero dell’Istruzione una dirigenza cherispondesolo ...