Riflessioni sulla vittoria del “Brexit”

(ASI )Ebbene sì, malgrado tutti i peggiori auspici ed eventi, nati alla vigilia di questo referendum sull’uscita del Regno Unito dall’UE (primo fra tutti il delitto Cox), malgrado tutte le spinte per far vincere il “remain”, nonostante l’opinione pubblica sia britannica, sia internazionale stesse palesemente spingendo per mantenere il Regno Unito nell’UE, la “Brexit” ha vinto, ha vinto con un  margine esiguo, una vittoria risicata non certo un trionfo senza discussione: anzi il voto per la “Brexit” ha mostrato una volta di più come la Gran Bretagna sia divisa, e di come le spinte centrifughe siano vive (vedi Scozia e Irlanda del Nord), la “Brexit” ha vinto, nonostante a Londra, nella “City” abbiano prevalso i “Remain”, La Brexit ha vinto nonostante le minacce, le fosche previsioni sul futuro degli analisti politici ed economici e i fantasmi neri che gli eurocrati agitavano al fine di mantenere Londra all’interno dell’UE, La Brexit ha vinto nonostante Cameroon fosse favorevole a rimanere all’interno dell’Ue, ed ha vinto nonostante l’emozione generale suscitata dal delitto Cox.

A seguito di questo risultato il premier Cameroon ha annunciato le proprie dimissioni dimostrando in questa circostanza grande senso di responsabilità.

Ha vinto per tutta una serie di ragioni, anzitutto storiche e insite all’interno della mentalità Inglese, che si è sempre considerata (e in fondo, in effetti, lo è) un’entità che differisce sostanzialmente dal resto del continente Europeo per ragioni geostoriche, eppure è sostanzialmente e profondamente Europea, ma Europea non secondo i canoni di Bruxelles, ma secondo i canoni del mantenimento della propria identità, indipendenza, della propria sovranità e del proprio potere decisionale: a mio avviso si può affermare che con la vittoria della Brexit ha vinto l’Europa, quella vera, quella dei popoli e della sovranità nazionale, ha vinto l’orgoglio Inglese, ha vinto quell’Inghilterra, che in questo momento storico ha dimostrato di avere ancora orgoglio nazionale, nonostante la forza geopolitica sia diminuita per tutta una serie di ragioni rispetto al passato, essa è riuscita a resistere a tutte le pressioni esterne e interne, che hanno tentato in tutti i modi di modificare il risultato del referendum.

L’esito del referendum Inglese, ha dimostrato come al di là di tutto si sia trattato di un voto pienamente identitario, anche nelle regioni dove ha vinto il “Remain”.Più che un voto in favore dell’Europa, che viene da Scozzesi e Irlandesi, utilizzata per far valere paradossalmente la propria identità, è un voto a favore dell’Europa dei popoli e delle nazioni, un voto a favore dell’indubbia identità specifica di scozzesi e Irlandesi, che differenziandosi dagli Inglesi hanno optato per il “remain”, cosa che è avvenuta anche a Gibilterra.

E stata una disfatta degli Eurocrati di Bruxelles su tutta la linea.

In Irlanda del Nord si sta già preparando un referendum per unirsi a Dublino, così come in Scozia si sta preparando un referendum per rimanere nell’UE (In realtà una premessa d’indipendenza).

In conseguenza di questi eventi, perdono tutte le borse Europee, Londra perde meno, perché beneficia della svalutazione della sterlina (-4,42%), Madrid arriva nella nottata a perdere addirittura il 19%, ora perde circa l’undici per cento, Milano ora perde quasi il 10,7, mentre Parigi perde l’otto virgola quattro, Perde anche Francoforte -7,19, mentre volano l’oro e il Franco Svizzero’Euro perde anche nei confronti dei mercati d’oltre atlantico.

Un risultato molto espressivo in favore dell’Europa dei popoli, che sicuramente apre delle prospettive nell’intero continente Europeo, e mostra al di la di ogni dubbio,come questa Europa che si basa unicamente su un potere economico e finanziario presenti delle crepe visibilmente evidenti.

Dr. Antonio Cerina - Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

L’eroe irredento della Brigata Sassari: Guido Brunner

(ASI) – Padova. Il nuovo libro di Stefania Di Pasquale, fresco di stampa per i tipi di Ravizza Editore, ha il merito di ricostruire la biografia di Guido Brunner, il quale, ...

Digitale. Convegno al Senato sulla intelligenza artificiale in vista del provvedimento annunciato dal sottosegretario Butti in arrivo in Parlamento

(ASI) Si è svolta, presso la Sala "Caduti di Nassirya" del Senato della Repubblica, la conferenza dal titolo, "IA: Innovazione ed Etica nel Cuore della Rivoluzione Digitale", promossa dalla Senatrice Cinzia ...

Bonus studenti 2024: tutti gli aiuti previsti

(ASI) Nel 2024 sono dodici i bonus studenti attivi, dedicati a coloro che studiano. Sono le famiglie, degli studenti minori a dover fare richiesta, altrimenti, se gli studenti sono maggiorenni, possono ...

Festival del giornalismo, per Forza Nuova è il festival del pensiero unico

(ASI)"Forza Nuova e Lotta Studentesca di Perugia ha voluto salutare il Festival del Giornalismo di Perugia con un’azione politica in centro storico, nell’ultimo giorno della sua edizione.

Valdegamberi (Consigliere Regione Veneto): "La grande finanza di Soros che depredò l’Italia, finanzia politici che si accaniscono contro di me” 

(ASI) "La verità viene sempre a galla. In molte occasioni la deputata del Partito Democratico Rachele Scarpa si è accanita contro di me, con ipocrite strumentalizzazioni e petizioni di scarso ...

Tanti hanno costruito il loro futuro sul martirio: forse c'è speranza anche per i palestinesi

(ASI) La storia è disseminata di episodi che fanno riferimento diretto o indiretto al martirio, cioè alle persecuzioni subite da singole persone o da interi popoli, a causa di poteri religiosi ...

Il pellegrinaggio di una volta dal canonico e il listino prezzi di oggi: l’involuzione della caccia al voto di molti politici

(ASI) Colpito dalle notizie di indagini dei Pm di mezza Italia per il voto di scambio, mi tornano in mente le modalità dei politici nei tempi andati, che sono ...

Crediti d’imposta, Cataldi (commercialisti): “Strumento da migliorare, non eliminare”

(ASI) “La sospensione del credito di imposta per i beni strumentali nuovi 4.0 e quello per le attività di R&S, emersa dapprima con la pubblicazione del decreto “blocca agevolazioni” ...

Artigianato: la sartoria e il suo concorso il ditale d’oro. a cura dell'economista Gianni Lepre

Artigianato: la sartoria e il suo concorso il ditale d’oro. a cura dell'economista Gianni Lepre

Energia, Federconsumatori: altro che mercato libero, si va verso il mercato del libero abuso. Nel settore del gas aumentano prezzi e speculazioni. Nuovo primato raggiunto: +6.862 euro annui.

(ASI) "L’Antitrust ha definito ieri come un vero e proprio tsunami quello che sta avvenendo nell’ambito dell’energia, a danno degli utenti. Un uragano fatto di scorrettezze, abusi, ...