Europee 2014: la calata degli euroscettici

(ASI) Manca un mese o poco più alle prossime elezioni Europee ed in tutto il Vecchio continente spopolano i sondaggi per prevedere l’esito di questa consultazione.

Ogni paese appare interessato a vedere quale partito vincerà nei propri confini ma è innegabile il dato che emerge incrociando tra loro i risultati che arrivano da ogni dove: il prossimo europarlamento ospiterà tanti euroscettici quanti non se ne erano mai visti, per rendersene conto basta dare un’occhiata al sito http://www.electio2014.eu/it/pollsandscenarios/polls che fornisce i dati di quasi tutti i paesi.
In particolare suscitano interesse i dati di Francia e Olanda dover Marine Le Pen e Geert Wilders guidano i sondaggi nei rispettivi paesi d’origine; i due hanno già formato una coalizione denominata “Alleanza per la Libertà europea” per condurre una campagna contro le attuali politiche imposte dall’Unione europea.
Alla coalizione partecipano anche i Democratici Svedesi, i fiamminghi del Vlaams Belang, gli slovacchi dello Slovenská Národná Stranala, la Lega Nord e il Partito della Libertà austriaco.Questo gruppo parlamentare si troverà su posizioni politiche simili a quelle dell’Ukip, fuori dalla coalizione ma comunque la principale forza di opposizione in questi anni. Tutti partiti che vengono dati in rapida ascesa e che hanno alla base del loro consenso proprio le critiche alle politiche economico-monetarie di Bruxelles.
Certo i numeri di Pse e Ppe, i due principali gruppi presenti a Strasburgo, permettono ai politici liberisti di continuare ad imporre le loro politiche ma a causa dei molti parlamentari euroscettici potrebbero avere qualche difficoltà ad attuare nuove misure di austerity, anche perché potrebbe esserci finalmente una maggiore informazione riguardo ciò che avviene tra Strasburgo e Bruxelles e che molti cittadini europei scoprono quando è ormai troppo tardi, ovvero nel momento in cui i parlamenti devono ratificare i provvedimenti perché “è l’Europa che ce lo chiede”.
L’eccezione, ancora una volta, rischia di essere l’Italia. Oggi Lega e Fratelli d’Italia tuonano contro l’Europa e l’Euro ma in questi anni i loro esponenti raramente hanno fatto mancare i loro voti nel momento di ratificare i provvedimenti della Ue.
Ci sono poi gli esponenti del Movimento 5 stelle che diventa ogni giorno più ambiguo in tema di Europa e che ha promesso battaglia su Fiscal compact e Mes, anche se il nostro Parlamento ha già ratificato questi provvedimenti e quindi i margini di manovra sono pressoché nulli.
L’unica certezza è che il prossimo Europarlamento sarà molto diverso dai precedenti ma non abbastanza per disegnare una nuova Europa, migliore di quella attuale tutta tasse lacrime e sangue.

Fabrizio Di Ernesto - Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Cuzzupi: l’UGL a confronto con il Presidente Occhiuto per costruire nuove prospettive di sviluppo!

(ASI) "Ci interessano poco le passerelle e i discorsi di circostanza soprattutto se al centro dell’analisi c’è una terra martoriata come la Calabria. L’incontro con il presidente Roberto ...

Economia Italia: Campania leader nella misura del "Resto al Sud". La riflessione dell'economista Gianni Lepre

Economia Italia: Campania leader nella misura del "Resto al Sud". La riflessione dell'economista Gianni Lepre

Venezuela, Maduro ha celebrato l’anniversario della Rivoluzione bolivariana

(ASI) Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha commemorato il 24esimo anniversario della Rivoluzione Bolivariana ricordando il giuramento del comandante Hugo Chávez nel 1999 e definendola “la rifondazione ...

Diritto & Società: Il lavoro Interinale (a cura dell'avvocato Alessandro Di Dato)

Diritto & Società: Il lavoro Interinale (a cura dell'avvocato Alessandro Di Dato)

Autonomia: Boccia a Fontana, fermate questo scempio. Non confondere la Costituzione con Alberto da Giussano

(ASI) “Il governo si è piegato alla peggior Lega. Quella di Fontana e Calderoli non è l’autonomia prevista dalla Costituzione ma quella deteriore contro l’uguaglianza, la scuola pubblica e la ...

Autonomia, Turco (M5S): Da Meloni neanche coraggio di presentarsi in conferenza stampa

(ASI) Roma - “Sapevamo della più totale inconciliabilità tra il centralismo 'patriottico' di Giorgia Meloni e le spinte autonomiste della Lega, ma constatare che la presidente del consiglio non ha ...

MIC - Misery Index Confcommercio  una valutazione macroeconomica del disagio sociale  

(ASI) Si riporta uno studio della Confcommercio che rileva che a dicembre l’indice di disagio sociale si attesta a 17,2 (-0,2 su novembre). La disoccupazione estesa si conferma all’8,7%. La ...

Vice Ministro Esteri Cirielli ha incontrato l’Ambasciatrice di Romania, Gabriela Dancau. Ribaditi: gli ottimi rapporti politici, l'incremento delle relazioni economiche bilaterali e il  rafforzamento del partenariato strategico fra i due Paesi

(ASI) Roma -  Il Vice Ministro Edmondo Cirielli ha ricevuto oggi l’Ambasciatrice di Romania in Italia, Gabriela Dancau, per uno scambio di vedute sullo stato delle relazioni bilaterali.

Autonomia, Aloisio (M5S): è lapide sul nazionalismo patriottico della Meloni

(ASI) Roma - “Non sono bastati i riferimenti del Presidente della Repubblica e gli appelli di sindaci, governatori e società civile: dopo cinque versioni in tre mesi, e senza ...

Immigrazione, Gasparri: Consiglio d'Europa ostile a scelte giuste e opportune

(ASI) “Sono certo che il governo Meloni e il ministro Piantedosi sapranno replicare, come merita, al Consiglio d'Europa, che ha dimostrato, una volta di più, di essere ostile a scelte ...