×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Noi, Democratici e Socialisti. Nasce il Movimento dei Socialdemocratici Italiani
(ASI)Lettere in Redazione -«Saremo un movimento capace di trasmettere ideali e valori. La protesta è sacrosanta, ma da sola non serve». Così il segretario nazionale del PSDI Renato d’Andria annuncia la nascita del Movimento “Democratici e Socialisti”, un annuncio che cade nello stesso giorno in cui Beppe Grillo infiamma le piazze a Testaccio tuonando contro il “golpettino dei furbetti” che ha portato alla rielezione di Giorgio Napolitano al Quirinale. Poche ore prima che Grillo si agitasse al microfono, fino al punto di dover ammettere «mi devo calmare, io grido troppo, lo so…», Renato d’Andria dichiarava: «Certo, i grillini sono la punta dell’iceberg di una rivolta popolare che è forte, e che cresce all’indomani di scelte come quella che ha portato ieri alla rielezione di Napolitano. Ma gridare, o usare sapientemente tecniche di psicologia delle masse, come fa Grillo, non basta per un Paese ridotto come il nostro. E non basterebbe neppure se non ci fosse una crisi che sta falcidiando la popolazione. Pensiamo a nazioni come la Svezia, dove il benessere economico non è mai venuto meno per le imprese e per le famiglie, eppure si continua a registrare un alto tasso di suicidi». Un esempio che, per d’Andria, apre la strada all’esigenza di movimenti «che non siano solo espressione della pur giusta protesta popolare, ma contengano in sé il seme fertile di quei valori che aiutano a vivere».
Ed è su questa strada che un partito di antiche tradizioni ed ideali forti, qual è il PSDI, annuncia la nascita di un Movimento che sappia parlare più da vicino ai giovani e alla gente comune, aprendo la strada ad un percorso condiviso che non abbia nel suo programma solo riforme come la pur sacrosanta abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, bensì il lievito di ideali ispirati alla giustizia sociale ed alla pacificazione, su cui far crescere progetti concreti di cambiamento. Ma lo scenario che si apre all’indomani del voto per il Quirinale – e il segretario non se lo nasconde – non sembra certo idoneo per attuare riforme dalla parte dei cittadini.
«Sono state compiute scelte nel segno della conservazione assoluta, ma sarebbe sbagliato – continua d’Andria - pensare che in tutto questo vi siano dei vincitori. Non ha vinto Silvio Berlusconi, che ha bruciato una credibilità popolare straordinaria conquistata in una campagna elettorale-lampo. E ha perso Pierluigi Bersani, che se davvero avesse avuto a cuore l’interesse del Paese sarebbe andato subito a un governo con il centrodestra, seguendo le indicazioni di voto espresse dai cittadini, per rispondere con provvedimenti urgenti al grido di un Paese stremato. Gli italiani – Partito Socialista Democratico Italiano Ufficio Stampa Segreteria Nazionale www.partitosocialistademocraticoitaliano.it aggiunge il segretario –avrebbero compreso lo sforzo di cercare un’alleanza per il bene del Paese. Ma era impensabile che gli elettori del PD potessero accettare questa scelta a quasi due mesi dal voto, con le gravi ferite dell’Italia rimaste tutte aperte mentre la politica continuava ad occuparsi solo di se stessa». «Sarebbe bastato – aggiunge d’Andria – condividere fin dal primo momento una riforma che rendesse meno lunghi i tempi delle prescrizioni. E a chi obietta che di un simile provvedimento si sarebbe avvantaggiato il solo Berlusconi, rispondo che le lungaggini dei processi e quel senso indefinito di “giustizia sospesa”, quando non “negata”, che ammanta il Paese, ha già allontanato tutti gli investitori stranieri, e condotto gli imprenditori italiani a delocalizzare in Stati esteri nei quali i tempi e i modi della giustizia sono certi». «Al presidente Napolitano – conclude Renato d’Andria – va dato atto di una grande prova di coraggio. Ma al Paese ora non resta che affidarsi a un “amministratore di condominio”, che sia Mario Monti o un suo omologo fa poca differenza, per preparare la strada a nuove elezioni, facendo, quanto meno, la riforma elettorale». «Quanto al Partito Democratico, la strada è tracciata: o Matteo Renzi riuscirà ad assumerne la guida, prevalendo sulla compagine conservatrice, oppure assisteremo all’ennesima scissione. In cui coloro che si chiamavano un tempo “comunisti” mostreranno, oggi più che mai, il loro vero volto: quello di “egoisti”».

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

800 milioni per la cultura in Campania. Gianni Lepre: "Un piano faraonico che ribalta le condizioni del Sud"

(ASI) Come si può in maniera intuitiva e pratica colmare il gap sociale e istituzionale tra il nord e il sud del Paese? Attualmente ci sta provando in maniera energica ...

Il Fondo unico per l'inclusione delle persone con disabilità

(ASI) Il Fondo unico per l'inclusione delle persone con disabilità è un capitale di risorse che il Governo ha attivato dal 1° gennaio 2024, e viene gestito Ministero dell'Economia e delle Finanze. Il ...

Arte musica ed eventi: 1 Attimo in Forma e l'artista Angelo Accardi presentano nuove date della "Grande Bellezza"

(ASI) Dopo il successo in Italia, il progetto continua la sua espansione internazionale con la prima tappa a Ibiza. Ospite d’eccellenza il rapper Geolier.

Diritti, Pavanelli (M5S): aberrante DDL Lega per abolire uso femminile

(ASI) Roma - "Mentre tutte le amministrazioni si dotano di regole e di linee guida per il rispetto formale e sostanziale della parità di genere, la Lega decide di presentare ...

Torino, Ministro Piantedosi: Nel nostro Paese non ci sarà mai spazio per la violenza di qualsiasi matrice

(ASI) “Sono grato alla Questura di Torino per aver tempestivamente identificato due individui fortemente sospettati di essersi resi protagonisti dell’aggressione al giornalista della Stampa. La loro posizione ora è al ...

CasaPound: invitiamo Joly e Salis alla nostra festa nazionale per un dibattito sulla violenza politica 

(ASI) “Invitiamo pubblicamente il giornalista Andrea Joly a un dibattito sulla violenza politica durante la nostra festa nazionale, Direzione Rivoluzione, dal 5 all’8 settembre a Grosseto”. Lo dichiara in una nota ...

Salute, Nursing Up: infermieri ago della bilancia della sanità mondiale, ma sono  ormai introvabili. Senza professionisti dell'assistenza sarà impossibile garantire la copertura sanitaria universale

(ASI) Roma  - Elevare la qualità delle cure, in primis guardando alle necessità dei soggetti più fragili, complice anche il costante invecchiamento delle popolazioni nei Paesi più sviluppati, può ...

Siccità ad Agrigento, Federconsumatori: il cambiamento climatico presenta il conto

(ASI) "La situazione drammatica nella città di Ravanusa e in gran parte della provincia di Agrigento, dove l'acqua arriva in media circa ogni 20 giorni, non è solo la conferma di quanto ...

Vigili del Fuoco, oggi l'Assessore Falcone consegna nuova caserma di Siracusa

(ASI) Sicilia -L’Assessore regionale all’Economia Marco Falcone sarà oggi, lunedì 22 luglio, in visita a Siracusa, alle ore 11, per la consegna della nuova Caserma dei Vigili del fuoco di ...

Caos Santa Maria Novella, Mazzetti (FI): "Rilanciare subito progetti alternativi per diluire traffico ferroviario" "Grave errore PD accentrare tutto su singola stazione"

(ASI) Roma  – "Il caos di questi giorni è frutto di scelte politiche errate: Santa Maria Novella non può reggere tutto il carico ferroviario, tra alta velocità e regionali, che sono ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113