×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Libano, Il rapimento degli 11 pellegrini alza la tensione . C'è il pericolo che il conflitto dalla Siria si estenda anche nel Paese dei Cedri
(ASI) Il rapimento di 11 Pellegrini Libanesi alza la tensione e la paura che il conflitto in Siria possa oltrepassare il confine.  I ribelli Siriani hanno rapito 11 Libanesi Sciiti ed il loro autista siriano nel nord della Siria martedì, alimentando la paura che il Libano sia in procinto di essere trascinato nel caos che sta avendo luogo nel paese confinante, secondo quanto riportato dall’agenzia di stato Siriana, Sana ieri sera.

Le vittime stavano andando a casa ed erano di ritorno da un pellegrinaggio religioso in Iran quando i ribelli hanno intercettato i loro veicoli in Siria nella provincia di Aleppo. Le donne che viaggiavano nel gruppo sono state rilasciate.

Mentre la notizia del rapimento faceva il giro dei media mondiali, i residenti dei sobborghi a sud di Beirut, un’area sciita, sono scesi nelle strade e hanno dato fuoco a diverse gomme di auto, bloccando le strade in protesta. Il leader di Hezbollah, un forte alleato del regime Siriano, ha fatto appello alla calma e ha ammonito i propri seguaci di trattenersi da attacchi di vendetta con obiettivi Siriani.

"Bloccando le strade o portando avanti qualsiasi atto di violenza, o azione individuale non ci aiuterà a risolvere il caso, proprio per niente", ha dichiarato Sheik Hassan Nasrallah, nel corso di un’apparizione sulla tv Libanese.

Dopo poche ore, il governo siriano ha iniziato ad entrare ad Azaz nella provincia di Aleppo, dove i rapimenti hanno avuto luogo, secondo diversi attivisti. I rapimenti sono avvenuti in un periodo di alta tensione in Libano in merito al conflitto che divampa da ormai 15 mesi in Siria. Il Libano naviga su una sottile linea di demarcazione con la Siria, la quale aveva truppe sul suolo libanese per circa 30 anni fino al 2005 e ad oggi ancora ha forti legami con i servizi di sicurezza libanesi. I due paesi condividono una serie di legami politici e settari nonché diverse rivalità, che possono in un attimo trasformarsi in azioni di violenza.

Domenica, un teologo anti-siriano è stato ucciso nel nord del Libano, dando il via ad una notte di scontri mortali a Beirut. E’ stato uno dei peggiori combattimenti nella città da anni, lasciando due persone morte e 15 feriti. I sunniti formano la colonna vertebrale della rivolta in Siria, la quale ha scatenato le tensioni settarie.

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Inchiesta Perugia, PD: "Da Melillo e Cantone contributo di rigore e chiarezza"

(ASI) "La richiesta di urgente audizione a Commissione  Antimafia, Copasir e CSM da parte del Procuratore Nazionale Antimafia Melillo e del Procuratore di Perugia Cantone va accolta subito. Per ...

Ternana-Parma 1-3, i Ducali escono vittoriosi dal “Liberati”

(ASI) TERNI – Dopo la bella vittoria sul campo del Palermo, la Ternana affronta al “Liberati” il Parma capolista. I rossoverdi di Breda devono cercare di dare continuità di risultati mentre ...

"Quo Vadis Italia", conferenza de La Rete dei Patrioti sul futuro della nazione con Valerio Arenare e Giustino D'Uva.

(ASI) "Si è tenuta sabato 2 marzo la conferenza organizzata dai movimenti aderenti a La Rete dei Patrioti, dal titolo "Quo vadis Italia". Una panoramica della situazione socio-politica nazionale, con uno sguardo ...

Avv. Trisciuoglio: Assumo la difesa del 18enne accusato di tentato omicidio per i fatti avvenuti il 7 gennaio a Savona ed estradato dalla Spagna in Italia.

(ASI)"Le incongruenze e la contraddittorietà delle prove a supporto del provvedimento custodiale in carcere ci permettono di confidare nella richiesta di scarcerazione che sarà avanzata a breve. Un ...

Campi Flegrei, Caso (M5S): “Accelerare con verifiche degli edificI”

(ASI) “La scossa di stamattina, di magnitudo 3.4 ha generato paura tra i cittadini che, nelle aree vicino all'epicentro, al confine tra Pozzuoli e Napoli, sono scese in strada. Non bisogna ...

Difesa: nave Duilio abbatte drone nel Mar Rosso

(ASI) Roma -  Nel pomeriggio di oggi, in attuazione del principio di auto difesa, Nave Duilio ha abbattuto un drone nel Mar Rosso. Il drone, dalle caratteristiche analoghe a ...

Immigrazione. Tubetti (FdI): Operazione alto impatto ha stroncato traffico di esseri umani

(ASI) "Occorre rivolgere un vivo ringraziamento agli uomini e alle donne in divisa, pilastri di uno Stato giusto, per aver portato a termine con successo l’operazione ad alto impatto ...

Dossieraggio: Iezzi (Lega), Lega attenzionata abusivamente, pronti a tutelarci in sedi opportune

(ASI) Roma  - “Sconcertanti dettagli dall’inchiesta sui dossieraggi, con la Lega attenzionata abusivamente. Contro Matteo Salvini e i leghisti la macchina del fango non si ferma mai, per ...

Google in tribunale: media europei rivendicano danni da 2,1 miliardi di euro per pratiche anticoncorrenziali

(ASI) Bruxelles - In una mossa audace che sottolinea la battaglia sempre più intensa tra conglomerati mediatici e giganti tecnologici, Google di Alphabet si trova coinvolta in una causa da 2,1 ...

La mille proroghe ed il rientro in bonis dei contribuenti. Il punto dell'economista Gianni Lepre

La mille proroghe ed il rientro in bonis dei contribuenti. Il punto dell'economista Gianni Lepre

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113