×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Energia e cambiamenti climatici, una sfida politica globale

I cambiamenti climatici e la sicurezza energetica sono tra le più grandi sfide dell'umanità si trova a confrontarsi non è basta per risolvere questa emergenza il protocollo di Kyoto. Una tematica globale che l'Unione Europea intende affrontare politicamente con molta determinazione, impegnandosi a ridurre entro il 2020 le proprie emissioni di CO2 e di altri gas ad effetto serra di almeno il 20% rispetto ai livelli del 1990. Ha inoltre stabilito l'obiettivo a questa stessa data, a prendere il 20% del suo fabbisogno energetico da fonti rinnovabili. Ha sviluppato una serie di norme vincolanti per garantire il rispetto di tali obiettivi.                                                                                                                             La battaglia dell'Unione Europea contro i cambiamenti climatici va di pari passo con la sua ambiziosa politica in materia di energia. Il suo scopo è di avviare una nuova rivoluzione industriale capace di costruire un'economia sostenibile e basse emissioni di carbonio, mentre il rafforzamento della sicurezza energetica dell'Europa e ridurre la sua dipendenza dalle importazioni a-vis. Questi cambiamenti aumenterà la competitività, l'economia e l'occupazione nell'Unione europea. Ma non basta solo il grande impegno europeo per risolvere il problema della nostra terra, occorre che l'emergenza diventi planetaria e coinvolga tutti gli stati. Ecco perché gli obiettivi chiave dell'UE che vuole raggiungere attengono ad un accordo sul clima a livello mondiale che dovrà avere le seguenti caratteristiche e contenuti:

• globale in termini di partecipazione, ambizioso nei suoi obiettivi e globale nella sua portata
• vincolante per tutti gli Stati• su base scientifica, in linea con il mantenimento del riscaldamento globale al di sotto dei 2 ° C

• si basa su e rafforza gli elementi chiave del protocollo di Kyoto

• Copre tutti i blocchi di costruzione del Piano d'azione di Bali

Infatti le risorse energetiche e i cambiamenti climatici, rappresentano un tema  prioritario che presuppone una condivisione e un impegno politico planetario. I governi dovranno mettere in agenda subito e affrontare con seria determinazione .  Si impone un accordo globale che presuppone anche un modello di sviluppo economico da ripensare, meno saccheggiante le risorse naturali, meno insensibile ai problemi del clima e dell’ambiente, più rispettoso della flora , della fauna e dell’uomo. Queste regole di saggezza sembrerebbero banalità, ma visto lo stato di salute del pianeta, a causa dell’egoismo dell’uomo e dal ribaltamento del concetto di necessità, divenuta oggi falsi bisogni, purtroppo, queste norme di buon senso non lo sono Se gli stati non agiranno all’unisono e in armonia fra loro, tendendo al medesimo obiettivo, a perdere non sarà la ricchezza materiale di una nazione, bensì, a causa degli effetti climatici negativi,  sarà l’intera umanità ad uscire sconfitta. da questa sfida.

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Roma1 luglio, processo Aronica e altri. Avv. Trisciuoglio: ancora un'udienza in favore della verità della difesa degli imputati.

(ASI) "Altra udienza del processo a Luigi Aronica ed altri per i fatti del 9 ottobre, ovvero il presunto assalto alla CGIL. Altro passo in avanti nella sostanziale affermazione della verità.

La leggenda agiografica dell’Herimito di Foligno e il volto affascinante delle Isole Tremiti nei percorsi culturali d’Italia

“Sapere & Sapori” delle Isole Tremiti è una collana inedita di libri che escono come numeri monografici progettata e autofinanziata con la Rivista online Tremiti Genius Loci e con il patrocinio ...

D come disastro, signor Draghi si dimetta: inflazione all'8%, prezzi alimentari e carburanti alle stelle. + Euro 2.384 annui a famiglia

(ASI) Gli effetti negativi della politica di quello che veniva chiamato dai media super Mario sono evidenti a tutti: inflazione all'8%. Era dal 1986 che non si registrava un incremento così ...

Sanità: il "Clean Innovation Day", il 6 luglio 2022 a Palazzo Ferrajoli a Roma

(ASI) Si terrà mercoledì 6 luglio 2022, a Palazzo Ferrajoli (Piazza Colonna, 355), dalle ore 10:00 alle ore 14:00, il "Clean Innovation Day" di CLAUDIT. L'incontro si focalizzerà sul tema dell'igiene e della sicurezza, nonché ...

Ius scholae: Molinari (Lega), solidarietà a Montaruli

(ASI) Roma - "A nome del gruppo parlamentare Lega Salvini Premier della Camera, esprimo solidarietà alla collega Augusta Montaruli per le minacce e gli insulti subiti sui social a ...

Cittadinanza. Fazzolari (FdI): Sinistra anni indietro anche sullo ius culturae

(ASI) "La sinistra ha fatto un grande scoop oggi: lo "ius culturae" è stato ideato dalla destra e da Giorgia Meloni dieci anni fa mentre loro blateravano ancora di Ius soli.

A giugno 2022 il settore statale mostra un fabbisogno di 6 miliardi

(ASI) Nel mese di giugno 2022 il saldo del settore statale si è chiuso, in via provvisoria, con un fabbisogno di 6.000 milioni, con un miglioramento di circa 9.700 milioni rispetto al corrispondente valore ...

Fisco. de Bertoldi (FdI): appello a senso responsabilità Agenzia Entrate e Inps per contribuenti non in regola con versamenti

(ASI) "Faccio appello al senso di responsabilità dei dirigenti dell'agenzia delle entrate e dell'INPS per una sensata applicazione della normativa".

Sud: Boccia, asse Puglia Campania per rafforzare centrosinistra in tutto il Sud

(ASI) "Tra Puglia e Campania c'è sempre stato un rapporto di fratellanza umana e culturale. Oggi quell'asse va rinsaldato ancora di più anche politicamente per rafforzare il centrosinistra in tutto ...

 Modena (FI): Italia Domani è come arazzo, avanti nel segno della trasparenza

(ASI) "Il Piano Italia Domani  è come un arazzo dove il contributo di tutti è molto importante, e anche se all'inizio molti pensavano fosse un modo di sogni, dopo circa un ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113