“Mia” di Ivano De Matteo mette in guardia dalle relazioni tossiche.

(ASI) Ivano De Matteo non tratta mai tema facili e non cerca mai un lieto fine, per compiacere lo spettatore. Vuole essere vero, crudo, insomma, scuotere. Mia con un climax ascendente di emozioni e tensione drammatica, parte come una commedia incentrata su una famiglia di un ceto popolare dell’Eur, composta dal padre Sergio (Edoardo Leo), Valeria (Milena Mancini) la madre e la figlia adolescente Mia (esordio per Greta Gasbarri). Mia, come ogni ragazza della sua età, è alle prese con gli alti e bassi della sua vita da adolescente fatta di serate con le amiche, partite di pallavolo, insufficienze a scuola, animata dal desiderio di apparire bella con il rossetto rosso e indossando abiti succinti, che fanno commentare il disappunto bonario di Sergio. Tutto questo finché non arriva Marco (Riccardo Mandolini).

 

Poco più grande, ventenne, figlio di un venditore di auto agiato, il ragazzo mostra subito un atteggiamento morboso, che pian piano faranno isolare la fragile Mia dal suo mondo, spingendola in una spirale sempre più preoccupante, che risucchierà la sua stessa famiglia.

La storia cambia drasticamente di ritmo e i personaggi si trasformano, in particolare Mia, che ragazza allegra e spensierata, diventa triste e incapace di distinguere e il bene dal male e Sergio, da uomo semplice ma generoso, si chiuderà in un mondo di rabbia, candendo verso un punto senza ritorno.

Tanti i temi che il film inserisce nel film dalla violenza sessuale, allo stalking, fino ad arrivare al revenge porn e alla depressione.

De Matteo mette in evidenza quanto il mondo virtuale possa distruggere quello reale. Un mondo profondamente ingiusto che troppo spesso si trova alle prese anche con una giustizia lontana dalla sofferenza delle persone, ma sempre più piegata ai ricchi e ai prepotenti. Dietro Mia c’è una ragazza con una famiglia, che potrebbe rappresentare la degenerazione di un sistema precario, che può essere distrutto da un qualsiasi carnefice, travestito in questo caso da un ragazzo.

Con una certa audacia, la sceneggiatura di De Matteo e la compagna Valentina Ferlan entra nel mondo degli adolescenti di oggi, prendendo spunto da più situazioni reali e cercando di ricostruire le possibili conseguenze. Notevole l’interpretazione di Edoardo Leo, che si supera, mettendo in risalto una straordinaria tensione drammatica.

De Matteo ammette di essersi consultato con psicologi e avvocati per rendere più credibile la sua storia, che racconta un cinema mai banale e che spinge al dialogo. A riprova di ciò, lunghissimo è stato il dibattito avvenuto al cinema Anteo di Milano, dove il regista e la sceneggiatrice hanno dialogato insieme ai due giovani protagonisti con un pubblico scosso, ma decisamente coinvolto. Il regista ha ammesso anche l’esistenza di un finale alternativo, meno aperto e più lontano da quei “pugni allo stomaco” che caratterizzano il suo cinema, fatto di budget non particolarmente elevati, ma di contenuti e grande impegno sociale. Un film da vedere, perché fa riflettere su temi difficili e attualissimi, che non riguardano solo il mondo degli adolescenti.

Daniele Corvi - Agenzia Stampa Italia

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Ultimi articoli

Confintesa Sanità esprime il proprio sdegno e disappunto per l’esclusione dalla firma di un importante accordo regionale

(ASI) “Confintesa Sanità esprime il proprio sdegno e disappunto per l’esclusione dalla firma di un importante accordo regionale, imposta da Cgil, Cisl e Uil. Questo atto danneggia non solo ...

Confintesa Sanità esprime il proprio sdegno e disappunto per l’esclusione dalla firma di un importante accordo regionale

(ASI) “Confintesa Sanità esprime il proprio sdegno e disappunto per l’esclusione dalla firma di un importante accordo regionale, imposta da Cgil, Cisl e Uil. Questo atto danneggia non solo ...

Gdf, Freni: Baluardo per sicurezza Paese, pensiero a finanzieri scomparsi

(ASI) Roma - "Tra le tante opportunità che mi dà ogni giorno il mio lavoro c'è quella di poter apprezzare da vicino l'impegno straordinario della Guardia di Finanza.

GDF. FDI: presidio di legalità

(ASI) “Un augurio speciale agli uomini e alle donne che ogni giorno, con orgoglio e dedizione, indossando la divisa della Guardia di Finanza servono la Nazione tutelando i diritti e ...

Sottosegretario Prisco: "Auguri alla Guardia di Finanza per il 250º anniversario della sua fondazione."

(ASI) Desidero ringraziare tutto il personale del Corpo: il vostro instancabile impegno, la professionalità e il senso del dovere nel servizio alla collettività rappresentano un pilastro fondamentale per la sicurezza ...

Gdf, Gasparri: baluardo insostituibile di legalità

(ASI) “Grazie alle donne e agli uomini della Guardia di Finanza che da 250º anni rappresentano un baluardo insostituibile di legalità. Un pilastro fondamentale nella lotta contro l'evasione fiscale e tutte ...

Bloomfleet (Gruppo Shell) partner ufficiale del G7 per la Mobilità governativa

(ASI) Roma - La Presidenza del Consiglio ha scelto Bloomfleet, società del gruppo Shell, come partner ufficiale del G7 per fornire fuel card, servizi di telepedaggio e gestione amministrativa della ...

Morto sul lavoro nel Lodigiano. Paolo Capone, Leader UGL: “Indignazione non basta più, costruire sistema per tutela lavoratori”

(ASI) “Siamo sconvolti e indignati per l’ennesima tragedia che si è consumata oggi all'interno di una cascina a Brembio, nel Lodigiano, in cui ha perso la vita un 18enne, rimasto ...

DL Agricoltura, Trevisi (M5S): Governo riscriva art. 5, altrimenti fotovoltaico bloccato

(ASI) Roma  – “Il Governo dovrebbe valutare seriamente di riscrivere l’art. 5 del Dl agricoltura, attualmente in discussione in Commissione. Così com’è, blocca il fotovoltaico e compromette il raggiungimento degli ...

Lavoro, Osnato (FDI): da ISTAT dati incoraggianti, l’opposizione si impegni con noi per il bene dell’Italia

(ASI) “Il quadro del mercato del lavoro fornito dall'Istat ci sprona ad andare avanti, perché la strada è evidentemente quella giusta. Grazie all’operato del Governo Meloni e del ministro Calderone, ...