Dal Centro Nazionale di Assisi il countdown alla partenza per Rio della Squadra Azzurra Olimpica #ReadyForRio

 afa 0747(ASI) Assisi. In diretta streaming su RaiSportWeb 2, sotto la conduzione della voce ufficiale del pugilato a Rio 2016 Davide Novelli oggi, presso il Centro Nazionale di Pugilato di Santa Maria degli Angeli ad Assisi, si è svolta la presentazione ufficiale della Squadra Azzurra Olimpica, che il 30 luglio partirà alla volta del Brasile per la XXXI edizione di Giochi Olimpici, in programma dal 5 al 21 agosto. Manuel Cappai (49kg), Carmine Tommasone (60kg), Vincenzo Mangiacapre (69kg), Valentino Manfredonia (81kg), Clemente Russo (91kg), Guido Vianello (+91kg) e Irma Testa (60kg). Questi i portacolori azzurri che insieme al Team Leader e Responsabile Tecnico Squadre AOB Elite Maschile & WSB Raffaele Bergamasco, all’Head Coach APB Francesco Damiani, al Responsabile Tecnico Squadre Femminili Elite, Youth e junior Emanuele Renzini ed al Fisioterapista Azzurro Fabio Morbidini tenteranno la scalata al podio. Si partirà il 5 agosto con la cerimonia di apertura presso l'Estádio Jornalista Mário Filho, meglio noto come Maracanã.

l primo gong olimpico per il pugilato suonerà il 6 agosto e fino al 21 agosto, con finali scadenzate per le dieci categorie di peso maschili e le tre femminili, i 286 atleti in gara, uomini e donne, daranno spettacolo al Pavillon Arena per un totale di 273 incontri. Un torneo per il quale le aspettative sono alte. Si riparte da Londra, con sette atleti qualificati, come ha sottolineato il Presidente FPI Alberto Brasca che ha aperto la conferenza stampa: “E con alcuni primati storici importanti, a cominciare da Irma Testa, prima boxer italiana a qualificarsi per un agone olimpico e la più giovane tra i partecipati di questa edizione; poi abbiamo Carmine Tommasone, il primo pugile pro italiano a staccare il pass olimpico e Clemente Russo, primo azzurro nella storia della boxe italiana a partecipare a quattro Olimpiadi”. “Una spedizione da record - ha continuato il numero uno del Pugilato Italiano - che segna un rinnovamento nella continuità. Abbiamo sperato fino all’ultimo di avere il nostro pluricampione Roberto Cammarelle, che ha lasciato una grandissima eredità. Ma non va dimenticato chi non ce l’ha fatta. Mi dispiace per Valentino e per Picardi, atleti che hanno fatto la storia del pugilato italiano, per Arecchia, Maietta, Cavallaro. Grazie a tutti, soprattutto ai tecnici di prima e seconda linea ed a tutto lo staff azzurro, i Corpi dello Stato ed i Gruppi Sportivi Militari e tutta l’amministrazione di Assisi e dell’Umbria per l’ospitalità. Ripartiamo da qui, forti di un ricco bagaglio che annovera più di ottocento società che si reggono sul volontariato e sulla passione, e comunque vada avremo raggiunto un grande risultato”. Lo sarà anche per il Presidente EUBC, Vicepresidente AIBA e Presidente Onorario Franco Falcinelli: “Ancora una volta il calore di Assisi ci porterà bene e per questo ringrazio tutte le istituzioni, il Sindaco e la Giunta Comunale, e tutte i rappresentanti sportivi e regionali. Dagli anni 80 ad oggi è la nona volta che la Squadra Azzurra partirà da questo Centro, che rappresenta un punto di riferimento importante a livello nazionale ed internazionale. Qui si sono allenate le migliori squadre del mondo”. Un motivo di orgoglio per il neoSindaco di Assisi Stefania Proietti: “Siamo onorati – il Sindaco si rivolge alla Squadra – di avere con noi lo staff azzurro che è un pezzo della nostra città. Ringrazio la Federazione per aver scelto di vivere qui e portare nel mondo Assisi. Li seguiremo con grande apprensione e partecipazione. Auspico a tutti voi di ritornare da Rio con il pieno di medaglie. Un grande in bocca al lupo”. Augurio condiviso dall’Assessore e Vicepresidente della Giunta Regionale Fabio Paparelli: “I loro non saranno solo successi personali ma dell’Umbria e dell’Italia intera”. Grande la soddisfazione anche del Presidente de CONI Regionale Umbria Gen. Domenico Ignozza, che ha portato i suoi saluti, e del Presidente della Delegazione Regionale Umbria FPI Nazzareno Mela. E le nuove frontiere della comunicazione permetteranno di essere sempre connessi e quindi di condividere emozioni e speranze dello staff azzurro. A sottolinearlo il Vicepresidente Vicario e Coord. del Settore Comunicazione e Marketing FPI Walter Borghino: “Siamo cresciuti non solo agonisticamente ma anche nell'attività di comunicazione grazie anche ai Social Media. Testimonianza di quanto la Federazione sia integrata, diversificata e rinnovata”. Giudizio condiviso dai Consiglieri Federali Flavio D’Ambrosi, Sergio Rosa e Pino Di Gaetano che hanno portato il saluto del Consiglio Federale, sottolineando lo spirito positivo e concentrato degli atleti. Un apprezzamento dall’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria e dall’USSI Umbria rappresentata dal Segretario Generale Emanuele Lombardini. In prima linea e pronti per la grande sfida il Presidente del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro Francesco Montini ed il Responsabile del Gruppo Sportivo della Forestale Giovanni Ruggiero. L’applauso più caloroso è andato ai veri protagonisti, presentati da Davide Novelli e Maria Moroni, prima donna pugile italiana tesserata, ed introdotti dal Team Leader Bergamasco che ha voluto ringraziare tutti i collaboratori dello staff azzurro, tra cui Fabio Morbidini, Maurizio Stecca, il responsabile della preparazione Vasilij Filimonov, Gianfranco Rosi, Fabio Morettini, Marcello Giulietti, Francesco Rondoni, Massimiliano Bianco, Carmine Orlandi, Luciano Lugania, Giuseppe Macchiarola, Francesco Pasqualone ed il Settore Internazionale FPI. Il R.T. Emanuele Renzini ha ringraziato l’assistant coach Laura Tosti e Francesco Damiani il preparatore Vittoriano Romanacci e la colonna portante del Centro Federale Fausto Bastianini. Tre grandi tecnici, con un bagaglio di esperienza importante, ed un lavoro sinergico che ha permesso agli azzurri di realizzare un sogno. Irma, Manuel, Valentino, Vincenzo, Carmine, Clemente e Guido: nomi intrisi di valori, senso del sacrificio e rispetto che sicuramente rimarranno impressi. A loro una dedica speciale dai bambini di Salvamamme e Salvabebè, Social Partner FPI, accompagnati direttore generale Katia Pacelli.

 afa 0725

 afa 0590

 afa 0725 copy

Ultimi articoli

Bolivia e Iran consolidano la cooperazione strategica

(ASI) Il presidente della Bolivia, Luis Arce, e il suo omologo iraniano Ebrahim Raisi, hanno rilanciato la cooperazione bilaterale tra i due paesi nei settori della sanità, dell’istruzione, dell’...

Molestie, O.N.A. : "Una Commissione Antimolestie alla scherma dopo l'ultimo caso di stupro dell'atleta in ritiro in Toscana".

(ASI) Riceviamo e pubblichiamo - " Alla vigilia dell'8 marzo è quanto propone l'Osservatorio Nazionale Antimolestie, presente al Dipartimento Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Ancora Superbonus ma per quali soggetti?

(ASI) Il superbonus continua a poter essere fruito sulle spese relative agli interventi agevolati ma solo per alcuni soggetti, quali persone fisiche, condomini e Enti del Terzo Settore, novità introdotta ...

Sicilia, Agricoltura: Geraci (Lega), dipendenti ESA ottengono contratto dei regionali, riforma importante che rilancia l'ente al quale sono state assegnate nuove competenze 

(ASI) Palermo – "Finalmente si dà dignità ai dipendenti dell'Ente di sviluppo agricolo, ai quali viene riconosciuto il trattamento economico al pari dei dipendenti regionali. Si chiude una vertenza decennale che ...

Scuola, Floridia (M5S): Valditara fa passerelle in Abruzzo tra propaganda e fallimenti

(ASI) Roma  - "Domanda diretta a Giuseppe Valditara: non trova fortemente inopportuno visitare le scuole abruzzesi proprio nell'ultima settimana di campagna elettorale? Non poteva aspettare qualche giorno e recarsi ...

Università, Foad Aodi (Amsi): «No all'abolizione totale del numero chiuso alle facoltà di medicina, urge specializzare tutti i medici laureati»

(ASI) Roma - «Nell'ottica di una indispensabile crescita della professione medica in Italia, noi di Amsi, Associazione Medici di Origine Straniera in Italia, e del Movimento internazionale transculturale interprofessionale ...

Dossieraggio, Gasparri: chi ha conflitti d'interessi non partecipi a Commissione Antimafia

(ASI) “Siamo di fronte a una P2 moltiplicata per cento quindi bisogna tenere alta la guardia. Chi ha conflitti d'interessi non partecipi alla Commissione Antimafia, mi riferisco a chi è stato ...

Politiche attive del Ministero del Lavoro. Nasce Sviluppo Lavoro Italia Spa

 Nell’ambito della propria riorganizzazione, rientrano all’interno del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali le funzioni di programmazione delle politiche del lavoro e la gestione dei relativi ...

Dossier. Malan (FdI): fare piena luce, preoccupante sinistra minimizzi o giustifichi metodi da regimi totalitari  

(ASI) “Fratelli d’Italia vuole che si faccia piena luce su quanto sta emergendo. Qualcuno ha cercato illegalmente dei dati che dovrebbero servire a eventuali indagini per alimentare macchine del ...

Inchiesta Perugia, PD: "Da Melillo e Cantone contributo di rigore e chiarezza"

(ASI) "La richiesta di urgente audizione a Commissione  Antimafia, Copasir e CSM da parte del Procuratore Nazionale Antimafia Melillo e del Procuratore di Perugia Cantone va accolta subito. Per ...