×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Pallavolo Serie A, La Sir Safety non sfata il tabù Piacenza,  Sconfitta per 3-1 dei Block Devils contro la Copra Elior
(ASI) PERUGIA - La Copra Elior Piacenza si aggiudica la partita della 5° giornata di campionato imponendosi sulla Sir Safety Banca di Mantignana Perugia per 3-1. Una partita in due fasi quella della Sir che, per quanto mostrato nei primi tre set si è dimostrata all'altezza dei vice campioni d'Italia, che poi hanno mostrato tutta la loro concretezza a muro e al servizio aggiudicandosi i tre punti in palio.

Primo set nel segno di Atanasijevic che con il 75% in attacco offre grande sicurezza a Paolucci, scelto in regia al posto di Mitic. A funzionare è un po' tutto nella metà campo di Perugia - che si aggiudica il set ai vantaggi 28-26 -  dove si registra anche un 70% in ricezione; Piacenza ha condotto fino alla fine il set, scomponendosi con due errori in attacco nel momento decisivo che sono stati poi fatali. Nel secondo set la Sir Safety è riuscita a dissipare il vantaggio (+5) regalando a Piacenza spazio per recuperare e vincere il set (23-25). Due ace subiti dalla ricezione perugina, entrambi realizzati da Simon; cresciuto invece l'attacco di Piacenza 67%, anche grazie all'ingresso di Le Roux. Il 21% in attacco fatto registrare dalla Sir Safety nel terzo set spiega il perché di un set giocato in equilibrio e poi perso solo nel finale (24-26). Non sono bastati 5 muri realizzati dai Block contro l'efficienza di Kaliberda e compagni che hanno messo a terra 3 ace anche in questo set. Aver perso il terzo set di un punto ha inceppato i meccanismi mentali della Sir Safety che sono tornanti in campo, lasciano gambe e testa in panchina, così che il parziale si è chiuso in venti minuti e un sonoro 12-15 per Piacenza.

 

LA CRONACA

I SET: Stasera il sestetto ideale di Kovac che, ritrova Buti al centro in coppia con Barone, e il resto della formazione è: Paolucci in regia per l'opposto Atanasijevic; Petric e Vujevic in banda e Giovi libero. Monti risponde con De Cecco-Vettori in diagonale, Papi-Kaliberda in ricezione-attacco, Fei e Simon centrali. Il parziale inizia punto a punto, Paolucci imbecca Atanasijevic che con un pallonetto manda in tilt la difesa della Copra (3-2); break Piacenza (5-7) con Fei che trova un primo tempo dietro, palla che Giovi non riesce a tenere in vita. Perugia regala troppo al servizio e commette tre errori consecutivi, mentre Piacenza ha scelto come tattica al battuta corta sugli attaccanti di prima linea, così la Sir non riesce a recuperare il break ed è sotto (10-12) al time out tecnico. Nuovo break per Piacenza che trova con Simon il primo ace della partita su Goran Vujevic (12-14), poi il capitano infila la difesa ospite con un perfetto diagonale lungo (13-14). La Copra tiene il vantaggio di +2, De Cecco chiama spesso in causa Papi e Vettori, il giovane opposto della nazionale oltre a sfoggiare tutto il repertorio in attacco, realizza il 16-18 con un muro a "scomparsa" su Petric, dove a sparire è lo spazio per colpire. Coach Monti sceglie di alzare il muro sulla prima linea della Sir mandando in campo Tencati, ma Atanasijevic infila il muro di Papi (18-19). Come di consueto Kovac manda in campo Della Lunga per rinforzare la seconda linea e Cupkovic in prima, ma la tattica impatta lo stesso sul muro della Copra che chiude Atanasijevic (19-22) per il momentaneo +3. Torna sotto la Sir (21-22) con Vettori che spara fuori in attacco senza toccare il muro, stessa sorte per Papi che manda fuori di poco (22-22). Le Roux, appena entrato, regala con un ace la prima palla set alla Copra (22-24); annullati due set point, l'ultimo dopo lo scambio più bello fin ora, difese e contrattacco con Giovi piglia tutto, e Cupkovic che tiene benissimo al servizio. Atanasijvic colpisce al petto Vettori (25-24) e ribalta l'andamento dei vantaggi, chiude ancora l'opposto serbo di Perugia che chiude il 28-26 con un attacco in lungo linea.

 

II SET: Stessi uomini in campo e stesso andamento equilibrato, Barone con un primo tempo porta i suoi avanti (7-6), una bella combinazione De Cecco Kaliberda beffa il muro di Perugia e punteggio ancora in pareggio (8-8). Non se le mandano a dire gli attaccanti di Perugia e Piacenza che picchiamo come dei moderni Braccio di Ferro, Simon e Atanasijevic in primis. L'opposto serbo corona il suo altissimo momento di gioco con due ace (12-9) che valgono il +3. Con 'Magnum' ancora in battuta la Sir prende il largo anche grazie a un muro di Buti su Vettori (14-9). Vujevic ci mette anche un po' di magia per il punto del 16-11, un tocco alto sul muro di Piacenza che non controlla. Monti prova ad arginare il diluvio di punti di Perugia (18-12) chiamando un time-out discrezionale. Grazie alla battuta flot di Le Roux - entrato al posto di Vettori - Piacenza si riporta sotto (19-16) ma Barone porta a casa il cambio palla (20-16). Simon realizza il secondo ace, ancora una volta su Vujevic, poi con cinque turni consecutivi al servizio del cubano la Copra recupera e ottiene il vantaggio (21-22). L'errore al servizio di Simon - confermato anche dal video-check riporta il risultato sul pari (22-22). Le Roux assesta un diagonale lungo in attacco ed è primo set ball (23-24), annullato da Cupkovic che scaglia un diagonale stretto. Buti fallisce il servizio ed è 23-25.

 

III SET: Prova l'allungo già in avvio Piacenza (1-4), ma Petric riporta i suoi vicino agli ospiti, ma è proprio il muro della Copra che ora chiude meglio i varchi a rete e mantiene il break di vantaggio (4-6). Simon gioca il ruolo del giustiziere dai nove metri e punisce anche la seconda linea di Perugia con un ace (5-8), poi un nuovo muro di Papi su Atanasijevic (5-9) convince Kovac dell'opportunità di un time out che dare una strigliata ai suoi. Dore Della Lunga prende il posto di Vujevic, e l'ex Cuneo si presenta con un bel diagonale lungo (7-11). Ace anche per Perugia di 'Monster' Paolucci che da un po' di fiato ai suoi (8-11); con cinque punti consecutivi la Sir pareggia (11-11), molto positivo il turno al servizio del palleggiatore di Perugia. Due attacchi di Petric riportano i Block Devils in vantaggio (14-12); lo schiacciatore della Sir Safety si sta facendo vedere di più in questo set e per il 17-15 inchioda a terra un attacco di Le Roux. Non passa un attacco di Atanasijevic e Piacenza ritrova il pareggio (19-19), poi un fallo d’invasione - molto contestato dagli ospiti - rimette il punteggio in favore della Sir che poi conquista il break (22-19) con due ace di Della Lunga. La Copra non molla e s'infiamma il finale di set con Fei che mette a terra due punti al servizio (22-22). Un errore al servizio di Vettori porta la Sir al primo set point (24-23), annullato da Kaliberda in attacco. Sono gli errori a segnare il finale del set: uno in attacco di Atanasijevic inverte il risultato (24-25) e la Copra non spreca l'occasione con Papi che porta i suoi al quarto set (24-26) in vantaggio di due set.

 

IV SET: Subito in vantaggio Piacenza in avvio di set (1-4), sembra che la Sir non sia uscita dall'impasse del parziale precedente in cui non è riuscita a chiudere palloni utili in attacco. Condizione che non riguarda la Copra, De Cecco come può chiama Simon a rete e il cubano risponde sempre presente, così come Papi che sta dando lezioni al muro di Perugia. Si alza l'urlo di Buti che chiude bene a muro su Le Roux (5-7) ma gli ospiti restano in vantaggio complice anche la scarsa attenzione della Sir in ricezione e in copertura, mentre il volto di Kovac s'incupisce sempre di più (7-12). Di fatto non passano più gli attaccanti di Perugia, e il tecnico dei Block tenta la carta Cupkovic per uno spento Petric (7-14), entra anche Mitic nella speranza di ridare un po' di brio all'attacco. Sulla distanza è venuta fuori tutta la sostanza della Copra che comanda gioco e set con un notevole vantaggio +10 (8-18), mentre sembra si sia spenta la luce nella metà campo della Sir. Gli sguardi dei Block sono di chi già si è arreso, mentre le mani pesanti della Copra continuano a solcare aria e taraflex, sotto 10-22 ci sarebbe bisogno di un mezzo miracolo della Sir per recuperare set e partita. Da manuale il diagonale stretto di Papi che vale il primo match point (12-24); uno ne annulla ma Della Lunga sbaglia da seconda linea l'attacco che vale i tre punti per la Copra (12-25).

 

 

 

CHIAMATE VIDEO-CHECK

Video check 1° set (21-22) chiama Piacenza per verifica di palla in-out. Confermato punto a Perugia (22-22)

 

Video check 1° set (26-26) chiama Piacenza per battuta in-out. Confermato punto Perugia (27-26)

 

Video check 2° set (7-6) chiama Piacenza per muro in-out. Decisione arbitrale invertita, punto Piacenza (7-7)

 

Video check 2° set (21-22) chiama Piacenza battuta in-out. Confermato punto a Perugia (22-22)

 

Video check 2° set (22-22) chiama Perugia battuta in-out. Confermato punto a Piacenza (22-23)

 

Video check 4° set (11-23) chiama Perugia attacco in-out. Confermato il punto a Piacena (11-24)

 

TABELLINO

SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA-CASA MODENA 1-3

Parziali: 28-26, 23-25, 24-26, 12-25

Durata Parziali: 31',29',29',20'. Tot: 1 h 49m

SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA: Mitic, Atanasijevic, Buti 5, Barone 5, Petric 11, Vujevic 5, Giovi (libero). Semenzato, Cupkovic 3, Della Lunga 3, Paolucci 3, Fanuli (L2). NE Della Corte. All. Kovac

COPRA ELIOR PIACENZA: De Cecco 1, Vettori 6, Fei 15, Simon 17, Papi 16, Kaliberda 14, Marra (L), Le Roux 7, Tencati, NE. Partenio, Smerilli, Zlatanov, Husaj All. Monti

Arbitri: Gianluca Cappello - Alessandro Tanasi

LE CIFRE – PERUGIA: 13 b.s., 6 ace, 54% ric. pos., 42% ric. prf., 37% att., 8 muri. PIACENZA: 18 b.s., 7 ace, 45% ric. pos., 36% ric. prf., 54% att., 9muri.

Note - Spettatori 2.000

 

Chiara Scardazza - Agenzia Stampa Italia

 

Ultimi articoli

Cina. Malgrado tensioni, investimenti esteri crescono: Biden dovrà fare bene i conti

(ASI) I flussi di investimenti diretti esteri (IDE) in entrata nella Cina continentale, cioè ad esclusione di Hong Kong e Macao, sono cresciuti del 17,3% nei primi sette mesi di quest'anno ...

Simona Boccuti (Italexit): rispondo all'appello di Italia Libera. Non sono vaccinata, mai scaricato il green pass. Mio impegno per la libertà, i nostri figli, il futuro.

(ASI) "Mi presento, sono Simona Boccuti, candidata per Italexit alla Camera dei Deputati nel collegio del Lazio. Fondatrice de Il Popolo delle mamme, da trenta mesi sono in piazza  ...

Lavoro: le priorità del nuovo governo (Riflessioni e proposte del giuslavorista Severino Nappi)

Lavoro: le priorità del nuovo governo (Riflessioni e proposte del giuslavorista Severino Nappi)

Serie A Prima di Campionato, vincono tutte le big a cura di Sergio Curcio

Serie A Prima di Campionato, vincono tutte le big a cura di Sergio Curcio

Nord Corea, Seoul: “Nuovo test di Pyongyang”

(ASI) Sale la tensione in Asia. Proseguono infatti i test condannati dalla comunità internazionale. Pyongyang ha lanciato quindi, nelle ultime ore, due missili da crociera. La notizia è stata resa ...

Afghanistan, Kabul: esplosione in moschea

(ASI) Non sembra esserci pace per l’ Afghanistan. Una potente deflagrazione è avvenuta, nelle ultime ore, all’interno della moschea di Abu Bakr al Siddiqi, situata nel ...

Brucellosi, Nappi (Lega): convocare ad horas tavolo di confronto con gli allevatori

(ASI) “Gli allevatori bufalini che hanno annunciato a partire da domani una mobilitazione che andrà avanti fino al giorno delle elezioni, meritavano di essere ascoltati sin da quando hanno iniziato ...

Elezioni, Bagnai (Lega): PNRR messo a rischio da incompetenza del PD

(ASI) Roma  - “La sparata demagogica con cui Piero De Luca accusa il centrodestra di mettere a rischio il PNRR è solo l’ennesima manifestazione dell’incompetenza e della subalternità ...

ITA, Rampelli (VPC-FDI): Se Draghi chiude accordo prima del voto, significa che c'e' un accordo inconfessabile

(ASI)"Il trasporto aereo di una nazione che gioca la sua economia sul marchio italiano, turismo, beni culturali, manifattura, enogastronomia, Made in Italy, è questione strategica e non può essere ipotecata ...

Lanzi e Croatti(M5S): "Parlamentarie, record partecipazione: M5S più vivo che mai"

(ASI) "La consultazione di ieri ha visto la partecipazione di 50.014 iscritti: il dato più alto di sempre per quanto riguarda la scelta delle liste politiche.

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113