×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113

 

 
Il posticipo della settima giornata di serie A si è concluso con la vittoria della Lazio al "S. Nicola" di Bari. I biancocelesti hanno superato 2-0 il team allenato da Ventura, riconquistando il primato in classifica a +2 dalle milanesi. In una sfida opaca e non certo vibrante, la formazione del patron Lotito è riuscita ad imporsi grazie alla fantasia del sempre più convincente Hernanes e alla freddezza del ritrovato Floccari. Lenti, impacciati e poco pericolosi: i pugliesi hanno meritato la sconfitta, la prima stagionale in casa. ORMAZIONI - Ventura, non potendo schierare Alvarez, si affida ad un trio offensivo interessante: Kutuzov, Ghezzal e Barreto. In difesa Parisi vince il ballottagio con Rossi. A centrocampo la novità si chiama Rivas. La Lazio opta per  una sorta di 4-3-2-1, con Floccari unico terminale avanzato, supportato da Mauri, Zarate ed Hernanes, tre professionisti dotati di una pregevole 'ars dictandi'. Matuzalem non recupera dall'infortunio: è inevitabile il suo posto in tribuna.
PARTITA - Gli ospiti partono subito con il piede sull'acceleratore. Hernanes e Zarate incantano; Mauri e Ledesma inventano. La prima conclusione del match porta la firma 'profetica' di Hernanes: il suo tiro dalla distanza termina fuori di poco. Il primo tempo non regala grandi emozioni e tutto scorre tranquillamente fino al 41° minuto di gioco, quando Masiello concede al popolo biancorosso l'illusione dell'1-0: Muslera rende vane le speranze baresi, allontanando la minaccia e proteggendo il risultato. La ripresa ha inizio senza novità, con la Lazio determinata a cercare il gol del vantaggio. Floccari impensierisce l'attento Gillet, mentre Mauri, al 52°, inventa un assist che si rivela perfetto per il brasiliano Hernanes, il quale non può che realizzare la sua seconda rete stagionale. Il Bari subisce il colpo. La squadra di Reja ha l'occasione per raddoppiare con Zarate: la sua conclusione si disperde, se pur di poco, sul fondo. Al 16° minuto, la Lazio trova il rocambolesco 2-0: la botta al volo di Mauri si trasforma in un elegante assist per l'attento Floccari, bravo nel spedire la sfera sul 'sette'. I padroni di casa si catapultano, con orgoglio e disperazione, in avanti, ma il miracolo non si concretizza. Castillo colpisce il palo, sprecando malamente una buona opportunità; Almiron deve fare i conti con lo stato di grazia del numero 86 biancoceleste Muslera. La Lazio ottiene la sua terza vittoria in traferta, volando a quota 16 in classifica. Il Bari rimane ad 8 punti, gli stessi di Roma, Lecce, Genoa e Cesena.

CLASSIFICA - Lazio 16; Inter 14; Milan 14; Napoli 12; Juventus 11; Palermo 11; Sampdoria 10; Chievo 10; Catania 9; Brescia 9; Genoa 8; Bari 8; Cesena 8; Roma 8; Lecce 8; Cagliari 7; Bologna 7; Udinese 7; Parma 6; Fiorentina 5.

 


*Nota la foto è stata presa da: www.lalaziosiamonoi.it 

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2021 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.