×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Calcio Lega Pro: EBOLITANA-PERUGIA 1-3

(ASI) Il Perugia riporta il campionato nelle proprie mani, anche matematicamente. Vince ad Eboli la prima delle sette “finali” che l’attendono per la vittoria del campionato, mentre il Lamezia inciampa a Giulianova.

Riprende due punti di vantaggio sui calabresi e lancia la volata per i traguardo del 6 maggio. L’Ebolitana è sembrata poca cosa francamente, ma, come sempre in questi casi, resta da vedere dove iniziano i meriti del Grifo e dove i demeriti dei campani. Inutile sottilizzare, però, perché la partita è stata a senso unico, indirizzata dalla parte del Perugia dopo cento secondi grazie ad un assist di testa, voluto e preciso, che Padovani ha offerto a Clemente per la battuta a rete. Già, perché nel giorno di Tozzi Borsoi infortunato e Balistreri squalificato, il peso dell’attacco era sulle spalle del giovane abruzzese. Il quale ha risposto egregiamente, cosa non facile quando tutti ti aspettano, tanto più quando si è giovani. Una partita tutta sostanza e brio, quella di Padovani, che oggi ha contribuito insieme ad altri (Carloto anzitutto) a dare al Perugia quell’iniezione di brillantezza che spesso era mancata nelle ultime giornate.
Il due a zero di Cacioli con un’incornata di testa su corner dalla sinistra di Clemente (buon segno che si sia tornati a segnare su schema da cacio piazzato) ha praticamente chiuso la partita. Il terzo gol di Carloto, ad inizio ripresa, ha messo la pratica in archivio prima del tempo, consentendo a Battistini di programmare un pò di turn over in vista del turno infrasettimanale di mercoledi. Qualcuno ha voluto cercare il pelo nell’uovo nelle scelte del tecnico perugino, che avrebbero fatto perdere equilibrio alla formazione. Ma oggi, vista la differenza di valori in campo, è stato un piccolo lusso che il tecnico si è potuto ben permettere. Vero che l’Ebolitana, profittando di una leggerezza di Benedetti (palla sulla fascia destra) ha segnato il gol dell’1-3 quando ancora mancava parecchio alla fine. Vero anche che, ad una decina di minuti dalla fine, il Perugia è rimasto in dieci per l’infortunio di Bueno quando erano già state fatte tutte le sostituzioni possibili. Vero, infine, che l’Ebolitana ha tentato una specie di forcing finale. Ma tutto ciò non ha spostato di nulla il trend dell’incontro, ormai incanalato verso una delle vittorie del Grifo più tranquille di tutto il campionato. Una vittoria importantissima, cui adesso i Grifoni sono chiamati a dare seguito per le prossime partite, a cominciare da quella contro il Milazzo, dove dovranno tornare ad espugnare il Curi. Ora che il Perugia ha rimesso la testa avanti al Lamezia, sbagliare ancora è assolutamente vietato.

Daniele Orlandi-Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

UE, Ricciardi (M5S): nuovo patto fuori dalla storia, penalizzera' fasce deboli

(ASI) Roma - “Noi già sappiamo che, con il nuovo Patto di stabilità, 11 Paesi saranno sanzionati per deficit eccessivo. Il dato da cui dobbiamo partire è che la metà della ricchezza ...

Istituto Friedman: "Se richiesta CPI accolta, Italia ritiri adesione"

(ASI) Roma - "La richiesta del Procuratore della Corte penale internazionale che la stessa emetta un mandato di cattura internazionale contro il Primo Ministro israeliano, congiuntamente a quello con il ...

Uscita anticipata dal mondo del lavoro: pensioni 2024

(ASI) Molte sono le novità e gli interventi messi in campo dal Governo sul fronte pensioni nel 2024, dall’uscita anticipata dal mondo del lavoro al meccanismo di rivalutazione delle pensioni 2024 ...

Camera dei Deputati 21 maggio ore 17,30. Presentazione proposta su partecipazione dei lavoratori alla gestione ed utili dell’impresa

(ASI) Roma - Martedì 21 maggio alle ore 17,30 nella Sala delle Conferenze Stampa della Camera dei Deputati verrà presentata la proposta di legge sulla partecipazione dei lavoratori alla gestione ed utili ...

Sanità Taranto, Telmo (UGL): “In sit-in per il futuro della Cittadella della Carità e di 160 operatori. La protesta non si ferma, salvare patrimonio della città”

(ASI) Non c'è pace per la Cittadella della Carità di Taranto. Oggi la UGL Salute ha organizzato un sit-in presso l'Arcivescovado di Taranto per far sentire forte la sua voce ...

Il nuovo presidente di Taiwan William Lai chiede la pace in mezzo alle crescenti tensioni con la Cina

(ASI) Taipei - In una cerimonia importante nel centro di Taipei, William Lai Ching-te è stato inaugurato come nuovo Presidente di Taiwan. Rivolgendosi a una grande folla davanti all’ufficio presidenziale ...

Giorgia Meloni alla convention di Vox: una visione per una nuova Europa

(ASI) Madrid ha ospitato "Europa Viva 24", una convention che ha radunato i rappresentanti dell'ultradestra europea, tra cui membri di gruppi conservatori (Ecr) e di Identità e Democrazia. L'evento, organizzato da ...

Perché non abbiamo capito nulla delle elezioni europee

(ASI) Padova -  Quello che la maggior parte della popolazione sa, è che nell’Unione Europea si svolgeranno dal 06 al 09 giugno le elezioni per il rinnovo del Parlamento. Il resto, ...

Ramona Castellino e Carla Peroni(Ancora Italia Roma): Senza una teoria rivoluzionaria, non può esserci un partito rivoluzionario

(ASI) "La Sezione romana di Ancora Italia rilancia il comunicato del nazionale:" Senza una teoria rivoluzionaria, non può esserci un partito rivoluzionario!

Il servilismo volontario

(ASI) «Gli uomini coraggiosi per conquistare il bene che desiderano non temono di affrontare il pericolo; la gente intraprendente non rifiuta la fatica. Invece gli uomini deboli e pressoché storditi ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113