Il Sinodo e la cibofobia.

(ASI) "Non riduciamo gli orizzonti di questo Sinodo:ci sono altri temi oltre la Comunione ai divorziati risposati". Queste le parole di Papa Francesco durante la prima tranche di discussioni che hanno caratterizzato la terza giornata dell'Assemblea.

Vari i temi trattati, dalla migrazione alle famiglie segnate dalla povertà, dalla violenza in famiglia a quella sulle donne, dalla poligamia in Africa al problema dei non battezzati.
Tutti i padri sinodali hanno sottolineato come bisogna trovare nella Chiesa un linguaggio nuovo. Il cardinale Schönborn, arcivescovo di Vienna, ha affermato:"Conciliare fedeltà, verità e carità. Bisogna fare passi avanti sulla via della misericordia". È stato anche detto che gli omosessuali sono fratelli e figli che vanno rispettati e non vanno trattati da outsider. Un vescovo africano ha argomentato ricordando che, andando in carcere, abbraccia ed incontra molte persone, ma non per questo approva quello che fanno. Lo stesso si può adottare nei confronti degli omosessuali, senza paura di essere accusato di omofobia. Il vescovo ha suscitato l'ilarità dei padri sinodali, compreso il Papa, quando ha affermato:"Se non mi piace qualche cibo forse rischio di finire sotto processo per cibofobia?". Simpatica e significativa sintesi del presule africano.
Interessante l'intervento del vescovo Durocher, Presidente della Conferenza Episcopale del Canada, che ha ribadito come la Chiesa non deve diventare un circolo chiuso o una setta. Ma come rimanere fedeli a Gesù Cristo e dialogare con il mondo in cui oggi viviamo?
Due sposi hanno oggi portato la loro testimonianza in aula, Maria Lucia e Marco Matassoni, genitori di quattro figli e membri della Commissione per la Pastorale Familiare nell'Arcidiocesi di Trento. I due coniugi hanno posto l'attenzione su come sia fondamentale la collaborazione tra famiglie, ma anche tra famiglie e consacrati.
Per una famiglia in crisi trovare in parrocchia una famiglia pronta ad ascoltarla o ad accompagnarla è fondamentale.
In questa terza giornata del Sinodo si è parlato del dramma di tante famiglie cristiane che hanno dovuto lasciare la Siria e l'Iraq per la guerra e le persecuzioni dell'Isis. Erano presenti in Piazza San Pietro alcune famiglie di rifugiati iracheni, che il Papa ha salutato calorosamente. Il Santo Padre ha sottolineato la sofferenza di molte famiglie che si sono dovute separare e non sanno se potranno un giorno riabbracciarsi.
Monsignor Masciarelli, uscendo dall'assemblea per una pausa, ha precisato come il clima che si respira al Sinodo sia proprio quello familiare, dato che, infatti, la famiglia è maestra di comunione, dialogo e vita.


Ilaria Delicati - Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Toscana, Potenti (Lega): Bene ok a nuova proposta tecnica per Zls a dispetto di critiche della sinistra 

(ASI) "Dopo le indicazioni date dal Consiglio dei Ministri, ed a dispetto delle iniziali ed irriverenti proteste di alcuni esponenti locali del PD, la Regione Toscana ha compreso la semplicità ...

Tutti gli incentivi e agevolazioni per i giovani agricoltori nel 2024

(UNWEB) La Legge n. 36 del 15 marzo 2024 definisce "impresa giovanile agricola" e "giovane imprenditore agricolo" le entità commerciali e i singoli imprenditori che operano esclusivamente nell'ambito agricolo, secondo quanto stabilito dall'articolo 2135 ...

Ecuador, forze armate fermano la rivolta dei carcerati

(ASI) Le forze armate dell’Ecuador sono riuscite a sedare il tentativo di rivolta nel carcere della provincia di Los Ríos, avvenuto in concomitanza con lo svolgimento del referendum ...

Ponte del 25 Aprile, Napoli sold out. Gianni Lepre (economista): “ I numeri ci sono adesso risolviamo le criticità”

(ASI) Napoli - Sono lusinghiere le previsioni dell’Abbac relativamente all’afflusso turistico nel ponte del 25 Aprile. La città già è invasa da turisti e gite scolastiche tanto da avere ...

Durigon (Lega): Campi Flegrei, occorre piano prevenzione pericoli fabbricati

(ASI) Napoli – "Per la prevenzione nei Comuni dei Campi Flegrei dal rischio bradisismo, occorre un Piano di prevenzione non limitato alle ancora inesistenti vie di fuga o ad esercitazioni, ma ...

Basilicata, Ruotolo (Pd): anche nella sconfitta un forte segnale di presenza per PD

(ASI) “Sul risultato  finale hanno pesato le incertezze iniziali della campagna elettorale, ma non c’è dubbio che il vincitore delle elezioni regionali della Basilicata sia  il candidato della ...

Giornata Terra, Aloisio (M5S): accettiamo limiti pianeta e passiamo all'azione

(ASI) Roma - “Oggi, in occasione della giornata mondiale della Terra, ci troviamo di fronte a una sfida senza precedenti: è giunto il momento di mettere un freno all'abuso di plastica ...

Basilicata, Gasparri: buon lavoro a Bardi, grande soddisfazione per FI

(ASI) “Abbiamo difeso la candidatura di Bardi nella coalizione di centrodestra. Abbiamo allargato il perimetro con nuove alleanze rispondenti alle esigenze del territorio.

Basilicata, Mollicone (FDI): "Vittoria di Bardi testimonia buon Governo deL Centrodestra e ottima salute della coalizione"

(ASI) "Complimenti a Vito Bardi per la rielezione. Dopo l'Abruzzo, 2 governatori vengono riconfermati testimoniando il buon governo del centrodestra e l'ottima salute della coalizione. Qualcuno dica a Schlein che il "...

L’eroe irredento della Brigata Sassari: Guido Brunner

(ASI) – Padova. Il nuovo libro di Stefania Di Pasquale, fresco di stampa per i tipi di Ravizza Editore, ha il merito di ricostruire la biografia di Guido Brunner, il quale, ...