×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Altre tristi notizie dal panorama del Governo Monti

(ASI) Non v'è giorno che passi che non si odano notizie orribili, che provengono da questa legislatura tecnocratica. Ne abbiamo un bel paio in due giorni: l'irrisione, il giudizio e le proposte liberticide. Entrambe degne di questo periodo storico.Veniamo per gradi. Dopo aver definito i giovani come “sfigati”, “bamboccioni” (copyright “Padoa – Schioppa), ora si giunge allo “schizzinosi”, o choosy, all'inglese. Poco importa se un intervento nella sezione lettere del Corriere della Sera voglia precisare che la traduzione corretta sarebbe “incontentabile”, anziché “schizzinoso”.

 Si tratta di un'irrisione gratuita, e soprattutto, di mancanza di percezione della realtà circostante. Ancor peggio se si ricoprono incarichi di alta rappresentanza pubblica. Le dimissioni,sarebbero il minimo, visti i due milioni di giovani disoccupati e la totale incapacità di creare politiche di impiego dei non impiegati.

Dopo gli insulti, le beffe. Se per caso dovessi prendermela con chi ha chiamato me, o centinaia di migliaia di altri miei coetanei “choosy”, dovrei stare attento alle nuove sanzioni contro stampa e web. Per salvare il “soldato Sallusti”, vittima ingiusta di una persecuzione giudiziaria, il governo di Pd – Pdl e tecnocrati pone multe salatissime sulla diffamazione a mezzo stampa. Il disegno di legge, provvederebbe determinanti punti, tra i quali: abolizione del carcere (unica nazione occidentale che manteneva tale provvedimento) per passare a multa da 5 mila a 100 mila euro, commisurate alla gravità del fatto e alla diffusione della testata, con conseguente depenalizzazione se v'è una rettifica pubblica; obbligo di rettifica anche per i libri e pubblicazioni non periodiche, dedicando anche una parte ad internet. Difatti, blog e motori di ricerca dovrebbero rimuovere contenuti di stampo diffamatorio o dati personali su richiesta di chi si sente parte lesa. Pene commutabili da 5 a 100 mila euro; esisterà anche la possibilità di essere interdetti dalla professione, da uno a sei mesi, sino a tre anni, in caso di recidiva reiterata. Sarà prevista altresì l'aggravante per la diffamazione organizzata, ossia per chi, oltre all'autore del testo, concorre all'attribuzione del fatto diffamatorio.

Non so se questa sia vera e propria libertà di stampa, ma a prima vista, non mi sembra affatto. Certo, eliminare il carcere, una misura d'altri tempi, è sacrosanto. Colpire web, periodici non quotidiani, blog, motori di ricerca sembra molto persecutorio comunque. D'altronde, il web era rimasto uno dei pochi canali ove pubblicare ciò che altrove non sarebbe mai potuto apparire.

Va bene, accettiamo anche questo. Torneremo ai tempi della Carboneria, della “Giovine Italia” e “Giovine Europa”. Probabilmente, ci sveglieremo.

 Valentino Quintana per Agenzia Stampa Italia

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Inchiesta Perugia, PD: "Da Melillo e Cantone contributo di rigore e chiarezza"

(ASI) "La richiesta di urgente audizione a Commissione  Antimafia, Copasir e CSM da parte del Procuratore Nazionale Antimafia Melillo e del Procuratore di Perugia Cantone va accolta subito. Per ...

Ternana-Parma 1-3, i Ducali escono vittoriosi dal “Liberati”

(ASI) TERNI – Dopo la bella vittoria sul campo del Palermo, la Ternana affronta al “Liberati” il Parma capolista. I rossoverdi di Breda devono cercare di dare continuità di risultati mentre ...

"Quo Vadis Italia", conferenza de La Rete dei Patrioti sul futuro della nazione con Valerio Arenare e Giustino D'Uva.

(ASI) "Si è tenuta sabato 2 marzo la conferenza organizzata dai movimenti aderenti a La Rete dei Patrioti, dal titolo "Quo vadis Italia". Una panoramica della situazione socio-politica nazionale, con uno sguardo ...

Avv. Trisciuoglio: Assumo la difesa del 18enne accusato di tentato omicidio per i fatti avvenuti il 7 gennaio a Savona ed estradato dalla Spagna in Italia.

(ASI)"Le incongruenze e la contraddittorietà delle prove a supporto del provvedimento custodiale in carcere ci permettono di confidare nella richiesta di scarcerazione che sarà avanzata a breve. Un ...

Campi Flegrei, Caso (M5S): “Accelerare con verifiche degli edificI”

(ASI) “La scossa di stamattina, di magnitudo 3.4 ha generato paura tra i cittadini che, nelle aree vicino all'epicentro, al confine tra Pozzuoli e Napoli, sono scese in strada. Non bisogna ...

Difesa: nave Duilio abbatte drone nel Mar Rosso

(ASI) Roma -  Nel pomeriggio di oggi, in attuazione del principio di auto difesa, Nave Duilio ha abbattuto un drone nel Mar Rosso. Il drone, dalle caratteristiche analoghe a ...

Immigrazione. Tubetti (FdI): Operazione alto impatto ha stroncato traffico di esseri umani

(ASI) "Occorre rivolgere un vivo ringraziamento agli uomini e alle donne in divisa, pilastri di uno Stato giusto, per aver portato a termine con successo l’operazione ad alto impatto ...

Dossieraggio: Iezzi (Lega), Lega attenzionata abusivamente, pronti a tutelarci in sedi opportune

(ASI) Roma  - “Sconcertanti dettagli dall’inchiesta sui dossieraggi, con la Lega attenzionata abusivamente. Contro Matteo Salvini e i leghisti la macchina del fango non si ferma mai, per ...

Google in tribunale: media europei rivendicano danni da 2,1 miliardi di euro per pratiche anticoncorrenziali

(ASI) Bruxelles - In una mossa audace che sottolinea la battaglia sempre più intensa tra conglomerati mediatici e giganti tecnologici, Google di Alphabet si trova coinvolta in una causa da 2,1 ...

La mille proroghe ed il rientro in bonis dei contribuenti. Il punto dell'economista Gianni Lepre

La mille proroghe ed il rientro in bonis dei contribuenti. Il punto dell'economista Gianni Lepre

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113