Renzi: “Italia, usciamo dal nostro guscio”.

(ASI) Al teatro Cucinelli di Solomeo, presentato dal patron Brunello. arriva Matteo Renzi con il camper. Camicia bianca, jeans, viso pulito e molto giovanile. Un microfono e una scritta in blu “adesso!”, il candidato alle primarie cerca di spiegare con semplicità la sua politica.

 Chiarisce che se andrà male, non vorrà, a differenza dei vari Di Pietro, Bertinotti, Alfonso Pecoraro Scanio ecc., alcuna poltrona, ma aiuterà solamente chi vincerà. La semplicità è un punto cardine del suo discorso, quasi come quella dei bambini (richiamati in molti esempi) per guardare con ottimismo e fiducia al futuro. Un futuro, che fa paura, perché la classe politica ha fallito. Renzi si presenta con uno stile diverso, non impaludato e sembra un uomo, forse un ragazzo, come tanti altri, che cerca di risolvere la situazione politica in Italia. Autoironico e simpatico, proietta, infatti, l’imitazione che Maurizio Crozza ha fatto di lui, una scena di Qualunquemente e Non ci resta che piangere, cerca di fare un piccolo show, che si chiude, ovviamente, con il solito Obama, assurto a simbolo del rinnovamento. Parzialmente soddisfatta la platea di circa 300-400 persone, anche se ancora non c’è traccia del programma: non si è parlato di lavoro, giustizia, politica interna ed economia, giusto un accenno a come bisognerebbe gestire meglio le risorse e che si deve dimezzare la classe politica. Cucinelli l’ha definito “come un ragazzo serio e per bene” e in effetti, il sindaco di Firenze dà una bella immagine, pulita e persino quasi poetica, ma può un ragazzo di 37 anni, che ne dimostra meno dal vivo, sconfiggere l’asse di vecchi politici Bersani-Dalema? O l’imprevedibile Vendola? Renzi cerca di ripetere l’esperienza di sindaco, ingigantendola all’Italia, sostenendo che i sindaci dovrebbero avere più fondi e controllo, perché hanno più contatto con la gente, anche se questi effetti, conseguenza della riforma del titolo V hanno generato tanti sprechi. Di sicuro, se vincesse, sarebbe significativo che la vecchia classe politica di sinistra se ne andasse, ma ascoltandolo e vedendolo, ci si rende conto che non si è di fronte né a un Kennedy, né a un primo Obama. Le idee ci sono, c’è una volontà di cambiamento, ma ci sono anche i mezzi per farli diventare realtà? All’elettorato la parola.

Daniele Corvi – Agenzia Stampa Italia

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Benvenuti all’Hotel Abisso. L’Europa e il tramonto dell’Occidente

(ASI) Benvenuti all’Hotel Abisso: si chiama Europa. L’Europa è lo specchio del tramonto dell’Occidente. Tema logoro, merita un aggiornamento.

Caporalato, delegazione Pd a Latina domani con Schlein  

(ASI) Il Pd parteciperà oggi a Latina alle 17 alla manifestazione contro il caporalato. La delegazione, guidata dalla segretaria Elly Schlein sarà composta da Marta Bonafoni, Annalisa Corrado, Alfredo D'Attorre, ...

Pubblica Amministrazione, CGIA Mestre: pagamenti lumaca, in particolare al Sud.  A soffrire sono le PMI

(ASI) Tra acquisti, consumi, forniture, manutenzioni, formazione del personale e spese energetiche, nel 2023 lo Stato italiano ha sostenuto un costo complessivo di 122 miliardi di euro[1].

Foad Aodi (Amsi): Negli ultimi 5 anni si assiste ad un pericoloso e drammatico aumento del 42% degli infortuni sul lavoro ai danni di cittadini stranieri. È il fallimento della politica!

Amsi-Uniti per Unire: escalation di morti e incidenti sul lavoro tra i cittadini stranieri. La triste e drammatica realtà della schiavitù moderna è sotto i nostri occhi in Italia. Chiediamo giustizia ...

Lorefice (M5S):Gela Commemora Salvatore Aldisio con il Patrocinio del Senato della Repubblica

(ASI) Sono lieto di annunciare che, in occasione della commemorazione per i 60 anni dalla scomparsa del nostro illustre concittadino, il Senatore Salvatore Aldisio, che si terrà a Gela il ...

Luca Iemmi eletto presidente FISM. Gli auguri del Ministro Giuseppe Valditara

(ASI) "Congratulazioni a Luca Iemmi per la sua elezione a Presidente FISM. A lui i miei più cari auguri di buon lavoro" Lo scrive su X il Ministro dell'Istruzione e ...

Giustizia, Gasparri: andremo avanti con riforma

(ASI) “Rattrista e infastidisce, ma non preoccupa l'atteggiamento dei Santalucia e dei vari correntocrati della magistratura e dell'Anm. Andremo avanti con la riforma.

GDF: Albano (FdI), auguri al Corpo per i 250 anni di storia gloriosa al servizio dell’Italia

(ASI) Roma – “In occasione del 250° anniversario della sua fondazione, porgo i miei più sentiti auguri alla Guardia di Finanza, una Forza militare dello Stato che si è distinta per dedizione, professionalità ...

Spazio. Colombo (FDI), l'Italia é in prima linea

(ASI) “Grazie al lavoro del Ministro Urso, l'Italia ha la sua prima legge quadro sulla Space economy, che porterà la Nazione in prima linea nel settore spaziale. Per il nostro ...

MES, M5S: per noi questione chiusa

(ASI) Roma - "La quesitone della riforma Mes per noi è chiusa. Lo scorso dicembre abbiamo già votato in parlamento contro la ratifica della riforma, che era stata originariamente pensata in ...