abe(ASI) Il primo Ministro giapponese, Shinzo Abe, nella conferenza stampa tenutasi il 1 maggio ha annunciato che lo stato di emergenza per la pandemia di coronavirus sarà prolungato per un altro mese.

“Ho ascoltato il parere della commissione di esperti nominata dal Governo. 

Grazie alla grande collaborazione del popolo nipponico, il nostro Paese ha evitato un ‘esplosione di contagi come è successo in molte altre nazioni.

Gli esperti hanno detto che la misura adottata sta avendo un risultato positivo. Tuttavia, il sistema sanitario è ancora sotto pressione per un numero di casi registrati di gran lunga superiore a 10 mila. Pertanto, occorre ancora  un provvedimento di cautela ” spiega il capo dello Stato Sol Levante.

Poi ha aggiunto: “Ho chiesto al Ministro incaricato della gestione dell'emergenza, Yasutoshi Nishimura di prepararsi  all'estensione di circa un mese dello stato d'emergenza come scenario base".

Inoltre, Abe ha affermato che ascolterà ancora l’opinione della commissione che studierà  la situazione nelle diverse parti del Giappone  con gli ultimi dati e prenderà una decisione il 4 maggio.

Mentre Abe il giorno precedente ( il 30 aprile ndr) aveva parlato della manovra di rettifica del bilancio annuale dello Stato, appena approvata, che ha stanziato un importo equivalente di circa mille miliardi di  euro  per contrastare efficacemente gli effetti negativi  del coronavirus.

Secondo tale manovra, gli  imprenditori di piccole e medie imprese potranno ricevere al massimo  circa 17 mila euro (200 mila yen) a fondo perduto. Poi potrà usufruire di finanziamenti dalle banche senza interessi e garanzia, da restituire in 5 anni. Altro provvedimento è la proroga delle tasse e delle quote di assicurazioni sociali (per sanità e pensione ndr). Mentre a ciascuno cittadino  assegnerà   circa 850 euro come compensazione delle perdite economiche a causa della pandemia di Covid-19.

Natsuko Moritake -  Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.