Pluralismo e dintorni. Mannarello: Radiomamma... che fai, mi cacci ?

(ASI) "...il grido disperato,quasi incredulo, si è fatto largo (figurativamente) nel profondo del mio animo allorché mi sono reso conto che "mamma" Radiouno mi aveva "bloccato" su Twitter,Wathsapp e (presumo) pure su sms...una tragica delusione per me !!

Quanti hanno la bontà di seguire le mie "osservazioni e riflessioni" (ce ne sono alcuni,a dispetto dei censori radiotelevisivi) sanno della continua battaglia che intraprendo con la Rai riguardo la informazione che ci propina via etere.
So benissimo che trattasi di una lotta impari, io sono soltanto un singolo cittadino che reclama il proprio diritto ad una informazione pluralista e completa da parte del "servizio pubblico".
Radiouno (mi limito a lei,vista la mia frequenza di ascolto),emittente di grandi capacità professionali e copertura 24h, eccelle in molte trasmissioni ma,troppo spesso e volentieri,trovo dia spazio solo agli esponenti della partitocrazia e del "politicamente corretto".
Politici o tecnici che siano ruotano in onda sempre personaggi ben definiti e legati al potere politico,economico e sociale interno ed estero.
Cosa voglio significare ? Semplice : avete mai,dico mai, potuto ascoltare le opinioni di giornalisti che scrivono sulle testate indipendenti telematiche ? Eppure sono centinaia,forse migliaia,rappresentano globalmente un mare di cittadini che esprimono le proprie osservazioni liberamente su tematiche diverse.
Hanno il polso della pubblica opinione sul territorio molto piú dei costosi inviati speciali della Rai.
Ma hanno,evidentemente,un grande limite : sono davvero pluralisti e,spesso,si fanno portatori pure di richieste e contestazioni "scomode" che mai e poi mai potrebbero rappresentare liberamente dai microfoni della radio di stato....aperti sempre ai giornalisti dei media nazionali e rarissimamente a qualche ospite "minore".
Sistema pure identico usato per tecnici,professoroni ed esperti vari : tutti allineati e coperti nell'alveo partitocratico interno ed estero.
Quasi tre quarti di europei non votiamo avendo totale sfiducia nello UEismo...Radiouno ci impone tutti ospiti presenti a Bruxelles o legati alle istituzioni UEiste, "Manuale d'Europa" esalta Juncker e soci quasi fosse Mao ai tempi belli !
Abbiamo piú o meno mezza Italia che non si reca alle urne per disgusto di tutti i partiti e dei politici vari...cosa fanno "Radio anch'io", "Bianco e nero" e "Zapping" ?? Ignorano pervicacemente queste decine di milioni di italiani non trovando mai,dico mai,un solo ospite che possa dire perché e per come si astenga dal voto...vi sembra normale ?
Non parliamo della politica estera...sono stati capaci di trasferirsi (a spese nostre) ad Istanbul per analizzare i risultati delle elezioni turche...con chi ? Ma con gli sconfitti dalla volontà popolare..,logico !
In onda solo (fin quando ho spento la radio perché disgustato) #curdinnamorati e censori spietati di Erdogan (che,per inciso,non piace neppure a me).
Tutti esperti e paladini, a Radiouno,delle "libertà civili e democratiche"...in Turchia,mentre in Italia propugnano la galera persino per quanti salutino romanamente e vendano statuette del Duce !! Scrivo il falso? non è così...?
C'è pure una giornalista,la Falcetti con "Sotto inchiesta" che rispetta pluralismo di tesi ed opinioni dando spazio agli ascoltatori..per condurre ha dovuto vincere la causa contro la Rai (spero di non danneggiarla citandola) !
Insomma,ho sempre cercato di interagire con le citate trasmissioni per portare un minimo contributo di "riequilibrio"...via mail,sms,wathsapp e twitter...,duramente ma pure educatamente e,quando capitato,sempre riconoscendo al conduttore di aver dato spazio ad opinioni differenti.
Ieri,nel dopo Erdogan,mi sono reso conto di essere stato "bloccato" su Twitter e Wathsapp,forse pure su sms.
Colpito al cuore...Radiomamma che fai..,mi cacci ?? "

Grazie per l'attenzione
Vincenzo Mannello

===================

*ASI precisa: la pubblicazione delle lettere in redazione non significa necessariamente condivisione dei contenuti delle stesse, che lo ribadiamo: rappresentano pareri e posizioni esclusivamente personali,  per cui ASI declina ogni responsabilità.  Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento trattato e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione.

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Morto sul lavoro nel Lodigiano. Paolo Capone, Leader UGL: “Indignazione non basta più, costruire sistema per tutela lavoratori”

(ASI) “Siamo sconvolti e indignati per l’ennesima tragedia che si è consumata oggi all'interno di una cascina a Brembio, nel Lodigiano, in cui ha perso la vita un 18enne, rimasto ...

DL Agricoltura, Trevisi (M5S): Governo riscriva art. 5, altrimenti fotovoltaico bloccato

(ASI) Roma  – “Il Governo dovrebbe valutare seriamente di riscrivere l’art. 5 del Dl agricoltura, attualmente in discussione in Commissione. Così com’è, blocca il fotovoltaico e compromette il raggiungimento degli ...

Lavoro, Osnato (FDI): da ISTAT dati incoraggianti, l’opposizione si impegni con noi per il bene dell’Italia

(ASI) “Il quadro del mercato del lavoro fornito dall'Istat ci sprona ad andare avanti, perché la strada è evidentemente quella giusta. Grazie all’operato del Governo Meloni e del ministro Calderone, ...

La delegazione Pd al presidio di Roma delle 18

(ASI) Al presidio di oggi alle 18 in piazza Vittorio a Roma, indetto contro l'aggressione ai danni di alcuni ragazzi della Rete degli studenti medi e di Sinistra Universitaria che rientravano ...

Vacanze: Susini (Conflavoro), 'Boom rincari, per 16 milioni di italiani villeggiatura ridotta a 7 giorni'

(ASI) "Un vero e proprio boom di rincari sta attanagliando la prima ondata delle vacanze degli italiani. Come rilevato da indagini realizzate da istituzioni come Assoutenti e Confcommercio, gli aumenti ...

Cina. WCR: balzo in avanti per la competitività, bene consumi, fisco e infrastrutture sci-tech

(ASI) L'economia cinese sale al quattordicesimo posto assoluto nella Classifica di Competitività Mondiale (WCR) 2024. Martedì scorso, l'International Institute for Management Developement (IMD) di Losanna, in Svizzera, ha pubblicato il consueto ...

Campania Divina, al via la mostra dell’artigianato d’eccellenza. Pettorino (CNA): “L’artigianato d’eccellenza made in Italy come leva globale del Sistema Paese” 

(ASI) Napoli - E’ partita lo scorso 13 giugno l’avventura napoletana di Exempla, il gran tour del saper fare campano dal titolo estremamente intuitivo “Campania Divina”.

L'impresa di fare impresa: al via la Zes unica per il Mezzogiorno. A cura di Maddalena Auriemma

L'impresa di fare impresa: al via la Zes unica per il Mezzogiorno. A cura di Maddalena Auriemma

Europei al giro di boa mentre il mercato scintilla (la riflessione di Sergio Curcio)

Europei al giro di boa mentre il mercato scintilla (la riflessione di Sergio Curcio)

Autonomia, Lorefice (M5S): scelta distruttiva anche per scuola

(ASI) Roma - “In bocca al lupo agli oltre 500.000 giovani da oggi impegnati negli esami di maturità, passaggio che segna l’inizio di un nuovo capitolo nel percorso di crescita ...