A Pasqua, l’agnello è sulle nostre tavole: “Anche poco, ma sano e garantito”. 

(ASI)  L’Aquila, - «Ciò che conta è che sia buona e sana, poi se ne può consumare anche meno, anche poca. L’importante è sapere qualecarne si porta a tavola, tanto a Pasqua quanto in ogni altro giorno dell’anno, per salvaguardare la pastorizia, che presidia le aree interne d’Italia evitando gli incendi. Ma anche per tutelare la salute dei consumatori».

 

 

Nunzio Marcelli, presidente del Consorzio di Tutela dell’Agnello del Centro Italia IGP, parla di sane abitudini alimentari ma anche di diritti dei con sumatori, perché «fondamentale è», spiega, «avere le garanzie necessarie che la certificazione e la tracciabilità assicurano nella nostra filiera ad Indicazione Geografica Protetta».

 

Preferire la carne proveniente da animali allevati prevalentemente al pascolo a quelli in stalla con mangimi.

 

In un mercato come quello attuale, in cui – soprattutto in vista delle festività – i quantitativi richiesti, i prezzi ed i margini di guadagno non sono distribuiti equamente lungo la filiera, a sfavore dei pastori, assume cruciale importanza sapere dove sono stati allevati e quanti chilometri hanno percorso quegli animali per giungere a noi, e cosa abbiano mangiato: erba o fieni– come tutti inconsciamente crediamo – o mangimi in stalla?

 

«Bene, è proprio grazie al buon fieno e all’erba dei nostri pascoli dell’areale che questi animali brucano per almeno otto mesi all’anno», incalza Marcelli, «che le carni di Agnello del Centro Italia IGP diventano un “super-food”: con meno grasso rispetto a quelli allevati in stalla, un equilibrato rapporto tra Omega-6 e Omega-3 e all’elevata presenza di acido linoleico coniugato.

 

Il disciplinare di produzione garantisce il consumatore sulla qualità e l’origine del prodotto, definisce le caratteristiche e la presentazione del prodotto, i legami con la zona di origine, il metodo di allevamento, produzione e tracciabilità.

L’organismo di certificazione autorizzato dal Ministero dell’Agricoltura ne verifica l’attuazione l’ungo la filiera

 

Un cibo salutare

 

La buona qualità delle proteine, per la presenza di aminoacidi essenziali in proporzione equilibrata, e il contenuto di ferro e vitamine del gruppo B che concorrono a soddisfare i fabbisogni giornalieri raccomandati.

Infine si è soffermato sull’ottima digeribilità delle carni e sulle peculiarità delle loro caratteristiche organolettiche.

 

 

Una pastorizia eroica, che mantiene vive le aree interne

 

Oltre a tutelare i consumatori, questo sistema di garanzia e protezione assicura alle aree interne del nostro Paese – nel caso dell’Agnello del Centro Italia IGP, attraverso il pascolamento – il necessario presidio territoriale, che riduce drasticamente i rischi di incendio, tutela la biodiversità vegetale (la grande varietà di erbe) e animale (inclusi i preziosi impollinatori), valorizza il paesaggio e, sottolinea Marcelli, «garantisce al governo centrale l’unico baluardo contro le speculazioni sui fondi europei».

 

«Molto c’è ancora da fare ma molto è stato fatto», aggiunge il direttore del Consorzio Giampaolo Tardella, «in questi ultimi anni per tutelare, valorizzare e promuovere la carne di Agnello del Centro Italia IGP, le sue comunità e le relative culture locali. Si pensi solo alla transumanza – dal 2019 patrimonio immateriale Unesco – che, pur trasformandosi nel tempo, rimane vitale e concorre alla promozione di un turismo “minore” che è in forte crescita e che sostiene esso stesso le aree marginali, frenando lo spopolamento».

 

Il Consorzio forma i professionisti di domani

 

«Tra le iniziative che ci permettono di guardare a un futuro migliore», prosegue Tardella, «merita di essere evidenziato il tour di educazione e formazione che negli ultimi due mesi, per il secondo anno, ha toccato alcuni tra i più importanti Istituti Alberghieri e Agrari d’Abruzzo. A L’Aquila, Roccaraso, Giulianova e Pescara, nelle ultime settimane, abbiamo portato questo straordinario prodotto all’attenzione di centinaia di studenti e studentesse e dei loro docenti, con il contributo di specialisti agronomi, nutrizionisti e storici e di giovani pastori intervenuti a raccontare vite fatte di sacrifici, orgoglio e soddisfazioni, ma anche – purtroppo – di alcune difficoltà che auspichiamo vengano presto risolte».

 

«Un’attività quella nelle scuole», ha concluso il direttore del Consorzio, «che già oggi porta risultati, ma che – ne siamo certi – ne garantirà ancor più in futuro, quando questi ragazzi e ragazze saranno professionisti dell’hotellerie e della ristorazione».

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

L’eroe irredento della Brigata Sassari: Guido Brunner

(ASI) – Padova. Il nuovo libro di Stefania Di Pasquale, fresco di stampa per i tipi di Ravizza Editore, ha il merito di ricostruire la biografia di Guido Brunner, il quale, ...

Digitale. Convegno al Senato sulla intelligenza artificiale in vista del provvedimento annunciato dal sottosegretario Butti in arrivo in Parlamento

(ASI) Si è svolta, presso la Sala "Caduti di Nassirya" del Senato della Repubblica, la conferenza dal titolo, "IA: Innovazione ed Etica nel Cuore della Rivoluzione Digitale", promossa dalla Senatrice Cinzia ...

Bonus studenti 2024: tutti gli aiuti previsti

(ASI) Nel 2024 sono dodici i bonus studenti attivi, dedicati a coloro che studiano. Sono le famiglie, degli studenti minori a dover fare richiesta, altrimenti, se gli studenti sono maggiorenni, possono ...

Festival del giornalismo, per Forza Nuova è il festival del pensiero unico

(ASI)"Forza Nuova e Lotta Studentesca di Perugia ha voluto salutare il Festival del Giornalismo di Perugia con un’azione politica in centro storico, nell’ultimo giorno della sua edizione.

Valdegamberi (Consigliere Regione Veneto): "La grande finanza di Soros che depredò l’Italia, finanzia politici che si accaniscono contro di me” 

(ASI) "La verità viene sempre a galla. In molte occasioni la deputata del Partito Democratico Rachele Scarpa si è accanita contro di me, con ipocrite strumentalizzazioni e petizioni di scarso ...

Tanti hanno costruito il loro futuro sul martirio: forse c'è speranza anche per i palestinesi

(ASI) La storia è disseminata di episodi che fanno riferimento diretto o indiretto al martirio, cioè alle persecuzioni subite da singole persone o da interi popoli, a causa di poteri religiosi ...

Il pellegrinaggio di una volta dal canonico e il listino prezzi di oggi: l’involuzione della caccia al voto di molti politici

(ASI) Colpito dalle notizie di indagini dei Pm di mezza Italia per il voto di scambio, mi tornano in mente le modalità dei politici nei tempi andati, che sono ...

Crediti d’imposta, Cataldi (commercialisti): “Strumento da migliorare, non eliminare”

(ASI) “La sospensione del credito di imposta per i beni strumentali nuovi 4.0 e quello per le attività di R&S, emersa dapprima con la pubblicazione del decreto “blocca agevolazioni” ...

Artigianato: la sartoria e il suo concorso il ditale d’oro. a cura dell'economista Gianni Lepre

Artigianato: la sartoria e il suo concorso il ditale d’oro. a cura dell'economista Gianni Lepre

Energia, Federconsumatori: altro che mercato libero, si va verso il mercato del libero abuso. Nel settore del gas aumentano prezzi e speculazioni. Nuovo primato raggiunto: +6.862 euro annui.

(ASI) "L’Antitrust ha definito ieri come un vero e proprio tsunami quello che sta avvenendo nell’ambito dell’energia, a danno degli utenti. Un uragano fatto di scorrettezze, abusi, ...