×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Pil: nessuna sorpresa. Rilancio del potere di acquisto delle famiglie e dell’occupazione: queste le parole d’ordine per evitare un ulteriore tracollo nel 2013.
(ASI) Nuove conferme sullo stato critico della nostra economia giungono oggi dall’Istat, che attesta il calo del PIL nel 2012 al -2,2% e comunica che la variazione acquisita per il 2013 è del -1%.  “Un andamento a dir poco allarmante che, purtroppo, non desta alcuna sorpresa.” – commentano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti. Con il potere di acquisto delle famiglie in caduta libera, che determina una forte contrazione dei consumi e della produzione industriale, la diminuzione del prodotto interno lordo è inevitabile. Già dall’inizio del 2012 avevamo prospettato questo scenario inquietante, invocando interventi concreti per il sostegno di redditi delle famiglie a reddito fisso: misura indispensabile per rilanciare la domanda interna e rimettere in moto l’economia.

 

Un provvedimento vitale, che è stato puntualmente disatteso dal Governo attuale (come dal precedente), che anzi ha contribuito all’ulteriore contrazione della capacità di acquisto dei cittadini. Basti pensare che secondo gli studi dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori, la “stangata” a carico delle famiglie per l’aumento della tassazione, dei prezzi e delle tariffe è pari +3.823 Euro a famiglia.

Sempre secondo le nostre stime, unite a quelle diffuse nei giorni scorsi da Reteimprese, nel biennio 2012-2013 la contrazione dei consumi supererà il -6,1%: caduta che si traduce in una diminuzione della spesa complessiva delle famiglie di oltre -44 miliardi di Euro. Tutto ciò lascia presagire una forte contrazione del PIL anche nel 2013, ben al di sotto del -1%.

Le conseguenze di questo andamento si traducono in aumento della disoccupazione e cassa integrazione (per quella in deroga, come denuncia la CGIL, già nel 2013 lo Stato fatica a reperire i fondi necessari).

Proseguire in questa direzione è impensabile. Per questo è fondamentale che i primi punti all’ordine del giorno del nuovo Governo siano il rilancio del potere di acquisto delle famiglie e dell’occupazione, da attuare: il primo attraverso una detassazione a favore del reddito fisso e l’eliminazione dell’aumento dell’IVA previsto da luglio; il secondo facendo ripartire adeguati fondi per la ricerca e l’innovazione tecnologica, nonché attraverso un allentamento dei patti di stabilità degli Enti Locali, per dare possibilità di intervento soprattutto con pratiche di manutenzione, sicurezza ed edilizia.

 


 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Inchiesta Perugia, PD: "Da Melillo e Cantone contributo di rigore e chiarezza"

(ASI) "La richiesta di urgente audizione a Commissione  Antimafia, Copasir e CSM da parte del Procuratore Nazionale Antimafia Melillo e del Procuratore di Perugia Cantone va accolta subito. Per ...

Ternana-Parma 1-3, i Ducali escono vittoriosi dal “Liberati”

(ASI) TERNI – Dopo la bella vittoria sul campo del Palermo, la Ternana affronta al “Liberati” il Parma capolista. I rossoverdi di Breda devono cercare di dare continuità di risultati mentre ...

"Quo Vadis Italia", conferenza de La Rete dei Patrioti sul futuro della nazione con Valerio Arenare e Giustino D'Uva.

(ASI) "Si è tenuta sabato 2 marzo la conferenza organizzata dai movimenti aderenti a La Rete dei Patrioti, dal titolo "Quo vadis Italia". Una panoramica della situazione socio-politica nazionale, con uno sguardo ...

Avv. Trisciuoglio: Assumo la difesa del 18enne accusato di tentato omicidio per i fatti avvenuti il 7 gennaio a Savona ed estradato dalla Spagna in Italia.

(ASI)"Le incongruenze e la contraddittorietà delle prove a supporto del provvedimento custodiale in carcere ci permettono di confidare nella richiesta di scarcerazione che sarà avanzata a breve. Un ...

Campi Flegrei, Caso (M5S): “Accelerare con verifiche degli edificI”

(ASI) “La scossa di stamattina, di magnitudo 3.4 ha generato paura tra i cittadini che, nelle aree vicino all'epicentro, al confine tra Pozzuoli e Napoli, sono scese in strada. Non bisogna ...

Difesa: nave Duilio abbatte drone nel Mar Rosso

(ASI) Roma -  Nel pomeriggio di oggi, in attuazione del principio di auto difesa, Nave Duilio ha abbattuto un drone nel Mar Rosso. Il drone, dalle caratteristiche analoghe a ...

Immigrazione. Tubetti (FdI): Operazione alto impatto ha stroncato traffico di esseri umani

(ASI) "Occorre rivolgere un vivo ringraziamento agli uomini e alle donne in divisa, pilastri di uno Stato giusto, per aver portato a termine con successo l’operazione ad alto impatto ...

Dossieraggio: Iezzi (Lega), Lega attenzionata abusivamente, pronti a tutelarci in sedi opportune

(ASI) Roma  - “Sconcertanti dettagli dall’inchiesta sui dossieraggi, con la Lega attenzionata abusivamente. Contro Matteo Salvini e i leghisti la macchina del fango non si ferma mai, per ...

Google in tribunale: media europei rivendicano danni da 2,1 miliardi di euro per pratiche anticoncorrenziali

(ASI) Bruxelles - In una mossa audace che sottolinea la battaglia sempre più intensa tra conglomerati mediatici e giganti tecnologici, Google di Alphabet si trova coinvolta in una causa da 2,1 ...

La mille proroghe ed il rientro in bonis dei contribuenti. Il punto dell'economista Gianni Lepre

La mille proroghe ed il rientro in bonis dei contribuenti. Il punto dell'economista Gianni Lepre

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113