L'esoterismo occulto di Gabriele d'Annunzio

(ASI) Pescara - Il Vate Gabriele d'Annunzio aveva una personalità molto poliedrica, proprio per questo è necessario esaminare il suo personaggio in più ambiti. In questo speciale tratteremo brevemente del d'Annunzio occultista, dedito a pratiche magico - esoteriche, all'esoterismo occulto e a sedute spiritiche, come in voga in gran parte degli ambienti aristocratico - borghesi fra la seconda parte dell'Ottocento e l'inizio del Novecento.


Non a caso, oltre il mito che fa di Gabriele d'Annunzio il Vate d'Italia e degli Italiani, l'ideologo contemporaneo della Patria immortale che va oltre le parti politiche e gli accadimenti storici, oppure il leggendario intellettuale rinascimentale che trasforma il suo inimitabile stile di vita fine e sfarzoso in una opera d'arte, icona e punto di riferimento per lo stile di vita mondano all'Italiana, o, infine, il grande uomo virile e passionale che usa anche la sua poetica erotico - passionale, per esprimere la sua arte amatoria, punto di riferimento per il mito del seduttore italiano che ha affascinato generazioni di Casanova nostrani, esiste un'altra immagine del poeta abruzzese meno nota, quella legata al mondo dell'esoterismo occulto fatto di pratiche alchemiche, magiche, cabala, riti massonici e spiritismo.

RITI E SUPERSTIZIONI POPOLARI IN GABRIELE D'ANNUNZIO:

Riti e culti ancestrali magico - religioso che si perdono nella notte dei tempi, intrisi di quel sincretismo che hanno portato alla loro continuità nei millenni anche nel passaggio dalla prisca religio italica - romana al Cristianesimo, sono comuni a tutte le popolazioni italiche del centro - sud, e anche Gabriele d'Annunzio da bravo abruzzese non ne era immune. Durante la sua vita si munì di amuleti di ogni tipo, come quello fatto con i peli pubici delle sue amanti, varie pietre preziose e magiche fatti di particolari metalli, erbe e piante con particolari proprietà, oppure animali con particolare valenza simbolica: dall'aquila icona di forza, regalità e nobilità, passando per l'ippocampo portatore di fortuna, fino alla tartaruga con cui il Vate spesso si identificò in quanto simbolo della prudente astuzia e della longevità. Inviò alcuni amuleti anche a Mussolini. Il Duce avrebbe dovuto ricevere anche come amuleto l'orecchio destro del cadavere del Vate il giorno del suo funerale, ma Mussolini riuscì a scongiurare questa macabra pratica.
Il d'Annunzio era particolarmente scaramantico anche per quanto riguarda i numeri. Ad esempio, era ossessionato dal 13, a tal punto che né lo nominava, né lo scriveva, a tal punto che scriveva nelle lettere il 1913 "1912+1".

D'ANNUNZIO E LE SEDUTE SPIRITICHE

Gabriele d'Annunzio era un appassionato di spiritismo, moda del momento, e spesso partecipava nei salotti mondani a sedute spiritiche come gran parte degli appartenenti alla società "bene" della "Belle Époque" borghese - aristocratica che avevano amicizie tra cartomanti, medium, guaritori, e maghe.

"ORBO VEGGENTE" E TERZO OCCHIO DEL POETA

Dopo l'incidente aereo del 16 gennaio 1916 in cui perse l'occhio destro, il d'Annunzio si definì "l'Orbo Veggente" con l'apertura del suo "terzo occhio del poeta", in grado di guardare oltre la materialità delle cose, e di dargli un particolare potere curatore, legato alla capacità di curare l'anima.
A tal proposito, il poeta si immedesimò nei panni di un mago pranoterapeuta in grado di operare guarigioni miracolose con le sole imposizioni delle mani, come sostenne in una lettera all'attrice Maria Melato del 1927 "Col semplice tocco delle mie dita sulle tempie convulse, io so abolire la stanchezza e ogni altra pena!".
Diceva di essere in contatto con i suoi antenati come gli antichi romani, di leggere la volontà degli Dei e il futuro tramite le stelle e il volo degli uccelli. Come quando disse "no" a Balbo e Grandi che gli volevano affidare la guida politica al posto di Mussolini. Cercò di influenzare anche Mussolini con le sue "veggenze", ma senza esito positivo, basti pensare a quando gli sconsigliò senza essere minimamente ascoltato l'alleanza con Hitler il 30 settembre 1937 alla stazione di Verona.

Cristiano Vignali - Agenzia Stampa Italia

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Ultimi articoli

Clima, M5S: Governo parla di ideologia, intanto milioni di persone muoiono

(ASI) Roma – “Il cambiamento climatico non è una minaccia lontana, ma un pericolo attuale che, oltre alle nostre economie, colpisce la nostra salute su più fronti. Tutto per via del riscaldamento ...

Roma, Lega: "Bene rassicurazioni prefetto per sicurezza città"

(ASI) Roma. - "Accogliamo con favore le rassicurazioni che questa mattina abbiamo ricevuto dal prefetto di Roma Lamberto Giannini, a cui ci siamo rivolti per portare alla sua attenzione la ...

Omicidio Cerciello, Gasparri: disporre subito ispezione su Corte Appello Roma

(ASI) “Con un’interrogazione urgente chiedo al Ministro della Giustizia Nordio di disporre in via immediata un'ispezione sulla Corte di Appello di Roma, che ha disposto gli arresti domiciliari per ...

Violenza di genere, Federconsumatori: recenti casi richiamano all’ attenzione i tempi troppo lunghi e incerti per ottenere giustizia.

Necessarie risorse e stanziamenti utili a garantire le dovute tutele. (ASI) Nei giorni scorsi il caso di Angelica Schiatti ha riportato all’attenzione dell’opinione pubblica il complesso, ma soprattutto ...

No Ponte Calabria, G7 a Santa Trada? Proponiamo un’altra strada.

(ASI) Riceviamo e Pubblichiamo - "Mentre i potenti del G7 se ne stanno asserragliati in lussuosi fortini a discutere delle nostre vite in vuoti e ipocriti incontri che per la ...

Bagnoli, Orsomarso (FDI): attenzione per il sud prioritaà Governo Meloni

8ASI) “La firma del protocollo d’intesa su Bagnoli non è solo un passo fondamentale per la riqualificazione dell’area ex Italsider, dopo decenni di inerzia e sprechi, ma rappresenta la ...

Sanità Lazio, Giuliano (UGL): "Violenza sessuale su operatrice del 118 è atto selvaggio che va punito in maniera esemplare"  

(ASI) "La violenza sessuale a bordo di una autoambulanza del 118 avvenuta sabato sera a Roma nel quartiere San Lorenzo è un atto selvaggio, che va punito in una maniera esemplare" ...

Bonus Adozioni 2024

(ASI) Il bonus adozioni 2024 è un contributo economico dedicato alle coppie di genitori che hanno affrontato procedure adottive complesse, a livello internazionale, fino a 6.500 euro.  La normativa definisce “complesse” le ...

Il 16 luglio, nella Camera dei Deputati, la presentazione del libro di Biagio Maimone "La comunicazione creativa per lo sviluppo socio-umanitario" dedicato a Papa Francesco 

Alle ore 11.30, nella Sala Stampa della Camera dei Deputati, con trasmissione in diretta sulla webtv della Camera (ASI) Roma  - In data 16 luglio, alle ore 11.30, a Roma, nella Sala ...

 il Siamo Esercito e il GSPD attraversano lo stretto di Messina

(ASI)  Dodici atleti del Gruppo Sportivo Paraolimpico della Difesa (GSPD) hanno effettuato, la traversata dello Stretto di Messina partendo da Torre Faro (ME) e percorrendo a nuoto un tratto ...