tovalieri(ASI) Lombardia - Isabella Tovaglieri, 33 anni, Europarlamentare della Lega, con alle spalle un’esperienza amministrativa in un comune del territorio, ruolo che l’ha allenata ad essere concreta e presente anche a livello locale.

Questa mattina, infatti, prima di recarsi in Regione Lombardia, ha voluto incontrare il Sindaco Raffaele Cucchi e far visita alle aziende calzaturiere della Città di Parabiago per comprendere come stanno impattando con la riapertura dopo il lockdown per portare in Europa le aspettative locali.


Ad accompagnare l'Europarlamentare presso la Roveda, quindi, il Sindaco Raffaele Cucchi e l'Assessore Diego Scalvini. Questa l’azienda scelta per raccontare la filiera produttiva calzaturiera che ha permesso di entrare nel vivo dell’artigianalità parabiaghese. Una realtà storica e importante che, non solo è un fiore all’occhiello per il Made in Italy di numerosi brand del mercato del lusso, ma soprattutto ha saputo rilanciare negli anni il ruolo e la professionalità di molti addetti al settore calzaturiero creando sinergie locali con piccoli artigiani. Nel tempo ha inoltre saputo rinnovarsi attraverso la formazione interna, nonché aprirsi al territorio rivolgendosi alle scuole e ai giovani con progetti di sensibilizzazione e di ascolto. Non è da tutti, infatti, aver costituito un ‘comitato di giovani’ all’interno dell’azienda con la finalità di comprendere meglio la sensibilità verso il rispetto ambientale, quindi prevenire le richieste del mercato e adeguare la propria company policy. 

A fare gli onori di casa in un tour aziendale che è entrato quasi nel dettaglio, il Direttore Generale di Roveda, Stefano Risorto: “L’azienda, nonostante le difficoltà causate dal lockdown, è assolutamente da considerarsi solida e sana. Le contrazioni a livello di volumi che sta subendo il mercato del lusso sicuramente hanno avuto un impatto sulle strategie di vendita dei clienti coi quali collaboriamo, ma, anche per il 2020, contiamo di chiudere l’anno in maniera positiva.”.

 

Ad oggi presso la Roveda sono impiegate circa 330 persone. Nonostante l’azienda sia di proprietà di Chanel, l’azienda produce anche per altri importanti marchi del mondo del lusso. Una produzione 100% tutta italiana in cui il contributo manuale dell’uomo è ancora la risorsa indispensabile per garantire l’alta qualità.


"Stupisce assistere alla realizzazione di calzature di altissima qualità e che troviamo nelle boutique di tutto il mondo, ma che riescono a mantenere l’artigianalità del fatto a mano -afferma l’Europarlamentare Isabella Tovaglieri- Questo è senza dubbio un valore aggiunto che deve essere garantito e salvaguardato in Europa, come nel mondo. In Europa occorre insistere sulla tracciabilità e gli standard richiesti devono garantire l'eccellenza italiana come questa, un’artigianalità che ci distingue dagli altri e da chi cerca di imitare il Made in Italy.".

Per evitare assembramenti e il rispetto delle misure in corso senza penalizzare la produzione, la Roveda si è organizzata rimodulando gli orari di ingresso ed uscita, grazie anche alla disponibilità e al senso di appartenenza dei dipendenti. Un’azienda, quindi, che punta soprattutto sull’elevata professionalità dei lavoratori, riconoscendola e valorizzandola.


Un ringraziamento per la presenza e disponibilità arriva dal Sindaco Raffaele Cucchi: "La Roveda è uno dei tanti fiori all’occhiello della nostra città in tema di produzione calzature rivolte al mercato del lusso. Ringrazio per la disponibilità a raccontare la filiera e la realtà Roveda, il direttore generale Stefano Risorto, ma anche l'Europarlamentare Isabella Tovaglieri per essersi occupata del territorio e delle realtà aziendali della nostra città, sicuramente un'occasione di conoscenza e confronto. Promuovere e salvaguardare l'artigianalità e il Made in Italy passa anche attraverso le scelte europee, pertanto questa visita di persona, ci è molto gradita.". 

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.