Superlega, un'implacabile Sir Safety Perugia sconfigge il LPR Piacenza 3 a 1 e consolida il 4° posto in classifica

Prosegue la striscia positiva dei perugini. I pallavolisti di Bernardi sono stati forti in battuta, insuperabili a muro, implacabili in attacco e per la compagine dell'esperto tecnico Alberto Giuliani non c'è stato scampo.

sirpiacenza(ASI) Perugia - L'ovazione dei Sir Maniaci e dei numerosi tifosi venuti al PalaEvangelisti per assistere allo spettacolo della Superlega della pallavolo. hanno festeggiato il netto successo degli atleti di Bernardi sulla compagine del Piacenza. I fattori che hanno determinato la larga vittoria dei perugini sugli avversari sono stati: il servizio che ha girato molto bene (10 ace, di cui 5 di uno scatenato Birarelli), il trio meraviglia Atanasijevic, Zaytsev e Podrascanin sugli scudi in attacco, ma anche il muro perugino pressoché invalicabile. Ma l'elogio va esteso ad ogni singolo elemento sceso sul parquet (De Cecco, Russel., Bari (libero), Tosi (libero), Mitic, Berger, Della Lunga, Chernokozhev).per la notevole prestazione tecnica corale. Per ultimo, ma non ultimo elemento importate che ha contribuito al positivo risultato dei perugini è da annoverare anche l'ottima condizione atletica messa in campo. Uno stato di forma molto buono nonostante le fatiche accumulate mercoledì scorso a causa della gara di Champion League disputata ad Ankara contro i campioni turchi.

Una superiorità tecnica manifestata durante l'incontro dai Block Devils di Lorenzo Bernardi che ha fatto conquistare la sesta vittoria consecutiva in Superlega (la nona di fila contando anche le 3 di Champions) con “Mister Secolo” ancora imbattuto ed a “punteggio pieno” da quando siede sulla panchina bianconera.

È stato il servizio l’arma in più di Perugia contro Piacenza! 10 gli ace messi a segno stasera (7 nel solo quarto set e 5 di uno scatenato Birarelli) che hanno scavato il solco soprattutto nel parziale finale dopo che Piacenza, trascinata dai punti dell’opposto Hernandez, aveva allungato il match conquistando la terza frazione. Ma i Block Devils sono rimasti sempre sul pezzo, trascinati in attacco da un formidabile Atanasijevic (16 punti ed il 68% in attacco ), da un efficiente Zaytsev e da un micidiale Podrascanin (89% in primo tempo), tutti imbeccati a meraviglia dal De Cecco formato extralusso di questo periodo (magie a ripetizione per il “Boss” argentino). Ma Perugia è stata concreta anche in seconda linea, dove Bari ha tenuto bene botta sul pericoloso e temuto servizio avversario e dove Tosi ha garantito ancora una volta parecchie difese buone per il contrattacco.

Spettacolo in campo e spettacolo sugli spalti dove i Sirmaniaci e tutto il pubblico perugino hanno garantito un supporto costante alla squadra, gioendo per le tante splendide giocate dei propri beniamini.

Con questi tre punti Perugia consolida il quarto posto e si prepara al prossimo match di campionato domenica prossima a Padova ed allo sprint finale del 2016 che vedrà i Block Devils in campo il 22 dicembre in Champions con il Roeselare ed il 26 e 29 dicembre in Superlega in casa con Sora ed in trasferta a Ravenna.

LA PARTITA

Formazioni annunciate per i due tecnici Bernardi e Giuliani. Primo break per Perugia con l’ace di Atanasijevic (5-3). Muro tetto di Zaytsev si Clevenot (7-4). Ancora lo Zar da posto due (11-8). +5 Sir dopo il fallo in palleggio di Tencati ed il muro di Birarelli su Hernandez (15-10). Stringe troppo la diagonale Russell e poi Hernandez va a segno in contrattacco (15-13). Riprende sprint Perugia con il muro di Podrascanin e la pipe di Russell (19-14). Distanze invariate dopo l’errore di Marshall (21-16). Atanasijevic gioca bene con il muro ospite (23-18) ed ancora “Magnum” porta i Block Devils al set point (24-19). Piacenza torna sotto con il turno al servizio di Hierrezuelo (24-22). Dentro Berger per Russell. Il neo entrato austriaco va a cogliere il braccio destro di Hernandez a muro e Perugia chiude (25-22).

Atanasijevic e Zaytsev spingono Perugia in avvio di secondo set (6-2). È poi il momento di Podrascanin con tre attacchi micidiali (10-5). Spettacolo al PalaEvangelisti con Zaytsev che vola in difesa, De Cecco che alza da terra ed Atanasijevic che fa impazzire il pubblico! (12-6). Altra magia di De Cecco ad una mano per Birarelli e poi ace di Russell (16-8). Hernandez prova a far rientrare Piacenza (19-14). Perugia però non si scompone e piazza l’ace con Podrascanin (21-14). I Block Devils arrivano al set point sul 24-17. Gli ospiti ne annullano quattro (24-21) con Bernardi che ferma il gioco con un timeout. Al rientro in campo è Zaytsev a strappare l’applauso del PalaEvangelisti con un attacco dei suoi (25-21).

Terzo set con inizio tutto di Birarelli (4-3). Avanti gli ospiti con il muro di Tencati (4-5). Due errori della Lpr capovolgono (6-5). Smash di Podrascanin dopo il servizio di Zaytsev (9-7). Si torna in parità con il muro di Alletti (9-9). Nuovo +3 Sir con l’attacco out di Hernandez ed il contrattacco invece vincente di Atanasijevic (12-9). Bomba di Zaytsev in pipe (14-10). Ancora la pipe, stavolta di Russell (16-12). Il turno al servizio di Clevenot e gli attacchi del neo entrato Parodi rovesciano la situazione (17-19). Allungano ancora gli ospiti con il solito Hernandez (19-22). È il break decisivo con ancora Hernandez che chiude il set per la Lpr (21-25).

Partono in quarta i Block Devils nel quarto parziale con Birarelli letale dai nove metri con tre ace (5-0). Ace anche per lo Zar (8-2) e poi per Podrascanin (10-3). Vincente il tocco sotto rete di Hernandez (10-5). Muro del Bira su Hernandez (13-6). Altro ace del capitano bianconero e poi missile di Atanasijevic in contrattacco da seconda linea (16-7). Non si fermano gli ace di Birarelli! (17-7). Ace dall’altra parte anche per Yosifov (20-12). È una volpe De Cecco sotto rete con il tocco vincente del 23-13. Invasione del muro piacentino, è match point Perugia (24-13). Chiude Atanasijevic scatenando il tripudio della torcida bianconera! (25-14).

I COMMENTI

Andrea Bari (Sir Safety Conad Perugia): “Sapevamo che la loro arma principale era il servizio ed avevamo preparato il match cercando di non subirla e di giocare sempre la palla. E poi noi abbiamo fatto male con la nostra battuta. Questa è certamente una chiave della partita, ma non solo. Credo che abbiamo fatto una gara concreta, sempre presenti in campo. Siamo sulla strada giusta, ma domenica c’è un’altra partita e questa ce la dobbiamo dimenticare in fretta”.

Simone Parodi (Lpr Piacenza): “Bene a tratti, direi. È successo quello che temevamo, cioè che Perugia battesse a bomba, ma è vero che è il loro punto di forza. Magari in quei frangenti dobbiamo essere più pazienti, tenere la palla alta in mezzo al campo e giocare sul muro. Comunque questa partita ci serve come lezione e meglio oggi che magari in futuro. Come sto? Questi otto mesi ho lavorato come mai in vita mia passando anche momenti brutti, ma adesso sto bene, sono contento e spero di poter davvero dare una mano alla squadra”.

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – LPR PIACENZA 3- 1 (Parziali: 25-22, 25-21, 21-25)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 3, Atanasijevic 16, Birarelli 13, Podrascanin 11, Russell 6, Zaytsev 12, Bari (libero), Tosi (libero), Mitic, Berger 1, Della Lunga, Chernokozhev. N.e.: Franceschini, Buti. All. Bernardi, vice all Fontana.

LPR PIACENZA: Hierrezuelo 3, Hernandez 24, Alletti 2, Tencati 4, Marshall 5, Clevenot 10, Papi (libero), Manià (libero), Yosifov 4, Parodi 5, Zlatanov 1. N.e.: Tzioumakas, Cottarelli. All. Giuliani, vice all. Camperi.

Arbitri: Fabrizio Pasquali - Armando Simbari

LE CIFRE

PERUGIA: 19 b.s., 10 ace, 49% ric. pos., 28% ric. prf., 54% att., 7 muri. PIACENZA: 22 b.s., 6 ace, 46% ric. pos., 29% ric. prf., 53% att., 6 muri.


Redazione Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Roma1 luglio, processo Aronica e altri. Avv. Trisciuoglio: ancora un'udienza in favore della verità della difesa degli imputati.

(ASI) "Altra udienza del processo a Luigi Aronica ed altri per i fatti del 9 ottobre, ovvero il presunto assalto alla CGIL. Altro passo in avanti nella sostanziale affermazione della verità.

La leggenda agiografica dell’Herimito di Foligno e il volto affascinante delle Isole Tremiti nei percorsi culturali d’Italia

“Sapere & Sapori” delle Isole Tremiti è una collana inedita di libri che escono come numeri monografici progettata e autofinanziata con la Rivista online Tremiti Genius Loci e con il patrocinio ...

D come disastro, signor Draghi si dimetta: inflazione all'8%, prezzi alimentari e carburanti alle stelle. + Euro 2.384 annui a famiglia

(ASI) Gli effetti negativi della politica di quello che veniva chiamato dai media super Mario sono evidenti a tutti: inflazione all'8%. Era dal 1986 che non si registrava un incremento così ...

Sanità: il "Clean Innovation Day", il 6 luglio 2022 a Palazzo Ferrajoli a Roma

(ASI) Si terrà mercoledì 6 luglio 2022, a Palazzo Ferrajoli (Piazza Colonna, 355), dalle ore 10:00 alle ore 14:00, il "Clean Innovation Day" di CLAUDIT. L'incontro si focalizzerà sul tema dell'igiene e della sicurezza, nonché ...

Ius scholae: Molinari (Lega), solidarietà a Montaruli

(ASI) Roma - "A nome del gruppo parlamentare Lega Salvini Premier della Camera, esprimo solidarietà alla collega Augusta Montaruli per le minacce e gli insulti subiti sui social a ...

Cittadinanza. Fazzolari (FdI): Sinistra anni indietro anche sullo ius culturae

(ASI) "La sinistra ha fatto un grande scoop oggi: lo "ius culturae" è stato ideato dalla destra e da Giorgia Meloni dieci anni fa mentre loro blateravano ancora di Ius soli.

A giugno 2022 il settore statale mostra un fabbisogno di 6 miliardi

(ASI) Nel mese di giugno 2022 il saldo del settore statale si è chiuso, in via provvisoria, con un fabbisogno di 6.000 milioni, con un miglioramento di circa 9.700 milioni rispetto al corrispondente valore ...

Fisco. de Bertoldi (FdI): appello a senso responsabilità Agenzia Entrate e Inps per contribuenti non in regola con versamenti

(ASI) "Faccio appello al senso di responsabilità dei dirigenti dell'agenzia delle entrate e dell'INPS per una sensata applicazione della normativa".

Sud: Boccia, asse Puglia Campania per rafforzare centrosinistra in tutto il Sud

(ASI) "Tra Puglia e Campania c'è sempre stato un rapporto di fratellanza umana e culturale. Oggi quell'asse va rinsaldato ancora di più anche politicamente per rafforzare il centrosinistra in tutto ...

 Modena (FI): Italia Domani è come arazzo, avanti nel segno della trasparenza

(ASI) "Il Piano Italia Domani  è come un arazzo dove il contributo di tutti è molto importante, e anche se all'inizio molti pensavano fosse un modo di sogni, dopo circa un ...