Pallavolo Serie A, "Sei bravo quanto hai dimostrato nella tua ultima partita",  Prima lezione del nuovo tecnico della Sir Safety Perugia Nikola Grbic

(ASI) PERUGIA - I convenevoli non sono mai piaciuti al Presidente della Sir Safety Perugia Gino Sirci che si presenta nella sala stampa dove da lì a poco sarà presentato il nuovo allenatore dei Block Devils, Nikola Grbic, raggiante e sorridente. Foto di rito con il nuovo tecnico che si lega al collo la sciarpa bianconera e giù via con le domande.

 

Prima di tutto, perché? Perché l'esordiente Nikola Grbic: "La sua è una carriera già segnata di momenti 'pensanti' - dice il presidente -; lo faceva in campo da giocatore e ha accettato perché si è sentito pronto per allenare una squadra come la nostra. E' disponibile a farsi aiutare in questo cammino, e vogliamo che la nostra unione sia piena di successi come è già stato con Kovac". Ed è proprio dall'ex tecnico della Sir che Grbic era stato allertato di una possibile telefonata da Perugia, "Ma è stata comunque una sorpresa - esordisce il tecnico -, avevo appena vinto il campionato russo e pensavo di voler giocare ancora". Però il desiderio di allenare covava da tempo nell'animo di Grbic: "Ma non credevo di iniziare con una squadra forte e con un ambiente intorno così entusiasta, un clima che ti fa venire voglia di farne parte". Non si lancia in promesse il neo allenatore, però è sicuro di sé e dice di sentirsi in grado di fare bene da subito: "Cercherò di proseguire sulle orme di Kovac, vorrei ripetermi e migliorarmi, se ci riusciamo".

Molti viaggi, pochi allenamenti. Sarà un campionato lungo e, con l'aggiunta delle partite della Champions League, è chiaro che la squadra dovrà formarsi tendendo conto anche degli impegni europei: "Ho alcune idee e alcuni desideri quando penso ai giocatori - commenta il Grbic -, e facendo tesoro della mia esperienza, mi piace contattarli personalmente, presentargli il progetto e resto, poi se trovo la loro disponibilità spetterà alla società fare il resto (e sorride rivolto al presidente, ndr)". "Ma oltre alle qualità tecniche - sottolinea - cerco le qualità morali e motivazionali, perché se uno viene qua deve sapere che ci sarà da sudare tutti i giorni, perché se le ambizioni della società sono di primissimo livello, noi dobbiamo ridare la fiducia che ci è stata data". Quindi, se questo è l'approccio del tecnico, è ancora prematuro fare nomi per colmare i due posti vuoti in banda (vista la partenza di Nemanja Petric direzione Modena, ndr) ma almeno una certezza c'è: la diagonale, e che diagonale! "De Cecco - Atanasijevic sono certamente i palleggiatore - opposto con più talento, ma - mette subito in chiaro Grbic -, a volte tutto questo non basta per vincere le partite". "Infatti - confida ancora -, devi dimostrare tutti i giorni di meritare quello che vali, il nome sulla maglietta da solo non conta nulla".

Idee chiare. Si vede che Grbic mastica e respira pallavolo da molti anni, in campo ha vinto e ha imparato dai molti allenatori che ha avuto, e se deve fare dei nomi non ha dubbi: "Montali e Velasco". "Sono i due - continua -, che mi hanno aiutato a giocare meglio, ed è questo quello che secondo me deve fare un allenatore: far migliorare ogni giocatore che ha disposizione". Grbic è stato negli anni quello che si definisce il gergo l'allenatore in campo, una predisposizione alla panchina che c'è sempre stata: "Scrivevo gli allenamenti con Prandi nel 1997 a Cuneo"; non da ieri quindi, ma l'atteggiamento del tecnico, per quanto dimostri una piena consapevolezza nei propri mezzi, non è audace, anzi predica calma e serenità per sua squadra: "E' più facile fare la sorpresa della stagione piuttosto che vincere a tutti i costi, sarà mio compito liberare la mente dei giocatori dalla pressione che possono subire". Un altro con la stessa sua attitudine la Sir Safety già ce l'ha, e risponde al nome di Goran Vujevic, "Un lusso per chiunque - dice Grbic-, sono molto felice di poterlo avere in squadra". Stima reciproca con il capitano, che esprime la sua soddisfazione per la scelta del presidente ed è certo che si stata la giusta scelta.

Dopo le domande dei giornalisti e le foto di rito, Nikola Grbic ha avuto un assaggio del calore del pubblico della Sir Safety che lo ha accolto a braccia aperte, poi via per nuovi impegni, ma la testa è già sul taraflex, "Perché è lì - ha detto patroni Sirci -, si vedrà quanto saremo bravi".

Chiara Scardazza - Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Cuzzupi: l’UGL a confronto con il Presidente Occhiuto per costruire nuove prospettive di sviluppo!

(ASI) "Ci interessano poco le passerelle e i discorsi di circostanza soprattutto se al centro dell’analisi c’è una terra martoriata come la Calabria. L’incontro con il presidente Roberto ...

Economia Italia: Campania leader nella misura del "Resto al Sud". La riflessione dell'economista Gianni Lepre

Economia Italia: Campania leader nella misura del "Resto al Sud". La riflessione dell'economista Gianni Lepre

Venezuela, Maduro ha celebrato l’anniversario della Rivoluzione bolivariana

(ASI) Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha commemorato il 24esimo anniversario della Rivoluzione Bolivariana ricordando il giuramento del comandante Hugo Chávez nel 1999 e definendola “la rifondazione ...

Diritto & Società: Il lavoro Interinale (a cura dell'avvocato Alessandro Di Dato)

Diritto & Società: Il lavoro Interinale (a cura dell'avvocato Alessandro Di Dato)

Autonomia: Boccia a Fontana, fermate questo scempio. Non confondere la Costituzione con Alberto da Giussano

(ASI) “Il governo si è piegato alla peggior Lega. Quella di Fontana e Calderoli non è l’autonomia prevista dalla Costituzione ma quella deteriore contro l’uguaglianza, la scuola pubblica e la ...

Autonomia, Turco (M5S): Da Meloni neanche coraggio di presentarsi in conferenza stampa

(ASI) Roma - “Sapevamo della più totale inconciliabilità tra il centralismo 'patriottico' di Giorgia Meloni e le spinte autonomiste della Lega, ma constatare che la presidente del consiglio non ha ...

MIC - Misery Index Confcommercio  una valutazione macroeconomica del disagio sociale  

(ASI) Si riporta uno studio della Confcommercio che rileva che a dicembre l’indice di disagio sociale si attesta a 17,2 (-0,2 su novembre). La disoccupazione estesa si conferma all’8,7%. La ...

Vice Ministro Esteri Cirielli ha incontrato l’Ambasciatrice di Romania, Gabriela Dancau. Ribaditi: gli ottimi rapporti politici, l'incremento delle relazioni economiche bilaterali e il  rafforzamento del partenariato strategico fra i due Paesi

(ASI) Roma -  Il Vice Ministro Edmondo Cirielli ha ricevuto oggi l’Ambasciatrice di Romania in Italia, Gabriela Dancau, per uno scambio di vedute sullo stato delle relazioni bilaterali.

Autonomia, Aloisio (M5S): è lapide sul nazionalismo patriottico della Meloni

(ASI) Roma - “Non sono bastati i riferimenti del Presidente della Repubblica e gli appelli di sindaci, governatori e società civile: dopo cinque versioni in tre mesi, e senza ...

Immigrazione, Gasparri: Consiglio d'Europa ostile a scelte giuste e opportune

(ASI) “Sono certo che il governo Meloni e il ministro Piantedosi sapranno replicare, come merita, al Consiglio d'Europa, che ha dimostrato, una volta di più, di essere ostile a scelte ...