×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Juve sempre in vetta, ma con il mercato sulla testa.

(ASI) Vittoria un po’ faticata quella di Lecce, forse appesantita dai Panettoni o ancora sotto l’effetto del caldo di Dubai, ciò nonostante la Juve va di pari passo con il Milan vincente a Bergamo.

Ma al di fuori del campo quello che più anima i tifosi è il mercato e nella sfida di Lecce i destini dei tre attaccanti si è incrociato. Partito Quagliarella dall’inizio, deve uscire dopo venti minuti per un colpo allo zigomo, continua la maledizione del napoletano alla prima dopo le feste: ricordiamo il crac del ginocchio e che segnò in negativo la scorsa stagione bianconera. Come allora per rimpiazzare Quagliarella, la Juve puntò su Matri preso a gennaio e infatti proprio l’ex Cagliari ha risolto la partita, avventandosi come un falco su una palla non trattenuta dall’ex Perugia Benassi, che ha respinto una sciabolata di Vucinic. Matri ha mandato dunque un chiaro segnale a Conte, ai tifosi e al nuovo arrivato Borriello, accolto con uno striscione indecoroso (“Borriello mercenario senza onore e dignità”). Il nuovo attaccante ex Milan e Roma si è messo già al lavoro per conquistare i tifosi scettici, per aiutare la Juve e giocarsi una maglia da titolare e una azzurra proprio con Quagliarella e Matri.

Sempre di mercato si fa riferimento alla Roma, dove in pole position c’è lo scontento Pizarro, che sarebbe l’ideale vice Pirlo, più difficile arrivare al tanto desiderato da Conte, Guarin del Porto, che costa 11 milioni; soluzioni alternative ma meno appetibili per la piazza sono Palombo, ex pallino di Marotta e Matuzalem. Il nome del centrocampo è connesso alla difesa perché c’è in prima fila l’ex Caceres per l’ultimo posto da extracomunitario, se saltasse allora ci sarebbe spazio per Guarin come extracomunitario e si virerebbe in difesa su Bocchetti.

Un altro grande lavoro per Marotta è sul fronte cessioni, dove Toni pare, nonostante sirene americane avvicinarsi al Bologna, dove è andrà Sorensen; Pazienza richiestissimo da Udinese, Genoa, Palermo, pare sia stato fermato da Conte e così da valutare la posizione di De Ceglie. Grosso è stato richiesto dal Lecce, del mister Cosmi che lo lanciò ai tempi del grande Perugia. I problemi sono sempre Iaquinta, che se ne vuole andare solo a titolo definitivo e del “signor No”, Amauri, che vorrebbe la Roma, seppur questa non sia convinta e che fa storie di ingaggio sulla favorita Fiorentina. Tutta da valutare la posizione di Krasic, che potrebbe essere la base per un sogno di nome Bale o Higuain, ma sognare è sempre lecito…

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Ultimi articoli

Clima, M5S: Governo parla di ideologia, intanto milioni di persone muoiono

(ASI) Roma – “Il cambiamento climatico non è una minaccia lontana, ma un pericolo attuale che, oltre alle nostre economie, colpisce la nostra salute su più fronti. Tutto per via del riscaldamento ...

Roma, Lega: "Bene rassicurazioni prefetto per sicurezza città"

(ASI) Roma. - "Accogliamo con favore le rassicurazioni che questa mattina abbiamo ricevuto dal prefetto di Roma Lamberto Giannini, a cui ci siamo rivolti per portare alla sua attenzione la ...

Omicidio Cerciello, Gasparri: disporre subito ispezione su Corte Appello Roma

(ASI) “Con un’interrogazione urgente chiedo al Ministro della Giustizia Nordio di disporre in via immediata un'ispezione sulla Corte di Appello di Roma, che ha disposto gli arresti domiciliari per ...

Violenza di genere, Federconsumatori: recenti casi richiamano all’ attenzione i tempi troppo lunghi e incerti per ottenere giustizia.

Necessarie risorse e stanziamenti utili a garantire le dovute tutele. (ASI) Nei giorni scorsi il caso di Angelica Schiatti ha riportato all’attenzione dell’opinione pubblica il complesso, ma soprattutto ...

No Ponte Calabria, G7 a Santa Trada? Proponiamo un’altra strada.

(ASI) Riceviamo e Pubblichiamo - "Mentre i potenti del G7 se ne stanno asserragliati in lussuosi fortini a discutere delle nostre vite in vuoti e ipocriti incontri che per la ...

Bagnoli, Orsomarso (FDI): attenzione per il sud prioritaà Governo Meloni

8ASI) “La firma del protocollo d’intesa su Bagnoli non è solo un passo fondamentale per la riqualificazione dell’area ex Italsider, dopo decenni di inerzia e sprechi, ma rappresenta la ...

Sanità Lazio, Giuliano (UGL): "Violenza sessuale su operatrice del 118 è atto selvaggio che va punito in maniera esemplare"  

(ASI) "La violenza sessuale a bordo di una autoambulanza del 118 avvenuta sabato sera a Roma nel quartiere San Lorenzo è un atto selvaggio, che va punito in una maniera esemplare" ...

Bonus Adozioni 2024

(ASI) Il bonus adozioni 2024 è un contributo economico dedicato alle coppie di genitori che hanno affrontato procedure adottive complesse, a livello internazionale, fino a 6.500 euro.  La normativa definisce “complesse” le ...

Il 16 luglio, nella Camera dei Deputati, la presentazione del libro di Biagio Maimone "La comunicazione creativa per lo sviluppo socio-umanitario" dedicato a Papa Francesco 

Alle ore 11.30, nella Sala Stampa della Camera dei Deputati, con trasmissione in diretta sulla webtv della Camera (ASI) Roma  - In data 16 luglio, alle ore 11.30, a Roma, nella Sala ...

 il Siamo Esercito e il GSPD attraversano lo stretto di Messina

(ASI)  Dodici atleti del Gruppo Sportivo Paraolimpico della Difesa (GSPD) hanno effettuato, la traversata dello Stretto di Messina partendo da Torre Faro (ME) e percorrendo a nuoto un tratto ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113