×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113

(ASI) Quartu Sant'Elena, 30 settembre 2012 - Stadio Is Arenas ore 15:00 - Il Pescara espugna lo stadio di Cagliari dopo una partita dominata dal Cagliari, anche i dieci uomini. Decidono la partita le reti dell'esterno offensivo di centrocampo Weiss, entrato al 42'.




PRIMO TEMPO

- Le squadre si studiano nei primi minuti di gioco. Cagliari aggressivo, ma la prima azione pericolosa è del Pescara, che sfiora la rete con Colucci, che dalla distanza ha cercato di sorprendere Agazzi. Il Cagliari prende in mano la partita e costruisce numerose azioni da gol. Al 16' e al 17' un super Ibarbo dribla prima 3 e poi 4 giocatori pescaresi e si invola sulla fascia. I suoi traversoni vengono entrambe le volte deviati in angolo. Al 21' lo stesso colombiano tenta il tiro dal vertice destro dell'area di rigore.La palla finisce alta di pochi centimetri. Lo spettacolo di Ibarbo continua sulla fascia sinistra. Al 25' Zanon è costretto a fermarlo con le maniere forti meritandosi il cartellino giallo. Al 27', sempre Ibarbo. Tiro dal vertice sinistro dell'area di rigore a rientrare verso il primo palo. Alto di poco. Ibarbo è scatenato, Nainggolan gestisce al meglio la cabina di regia, il Cagliari domina, ma le palle gol non vengono sfruttate dagli attaccanti, come al 38', quando Sau si allarga sulla destra e tira in porta, dove Perin para senza difficoltà. Al 39' azione insistita del Cagliari. Pallonetto di Ibarbo in area, tiro cross di Nainggolan, Perin smanaccia. Sulla ribattuta, doppio tentativo di Dessena. Il primo respinto da Perin, il secondo dal palo. Ancora, sulla respinta, tiro di Nainggolan, ma ancora Perin, coi pugni, salva la porta pescarese. Poi la difesa libera. Al 41' fallo su Dessena nell'area di rigore pescarese, l'arbitro fa proseguire, Dessena non è convinto della regolarità dell'azione. Al 43' Ibarbo lancia Pinilla, che dribla il diretto avversario e tira verso la porta, non riuscendo a mirare verso il secondo palo. Palla centrale, Perin respinge d'istinto. Nella ripartenza Waiss, entrato un minuto prima al posto di Quintero, simula il fallo di rigore in area del Cagliari, e viene ammonito. al 45' Weiss se ne va sulla sinistra, e Pisano lo ferma in scivolata. Cartellino giallo per il Cagliaritano. Dopo un minuto di recupero finisce il primo tempo, senza reti. Buona prova del Cagliari per intensità e per possesso. Qualche buona trama di gioco, e anche se nel complesso la manovra non è ordinata, si registrano netti miglioramenti nel gioco. Molte le occasioni da rete, mal sfruttate dagli attaccanti rossoblù. Il Pescara si è visto pochissimo, e non ha messo in mostra trame di gioco apprezzabili. Il giudizio sui pescaresi è rinviato al secondo tempo.

SECONDO TEMPO
- Le squadre rientrano in gioco senza sostituzioni. La prima squadra che si affaccia nell'area avversaria è il Cagliari, al 46', con un tiro al volo di Dessena che Perin para senza problemi. Al 49' cartellino giallo per Rossettini, per un fallo commesso al limite dell'area sul giovane Weiss. La punizione è calciata da Terlizzi. Rasoterra deviato da Perico, che carambola sulla barriera. La palla schizza verso il palo sinistro e beffa Agazzi, finendo in rete. Pescara in vantaggio al 50' Al 51' Tiro di Ibarbo, para in due tempi Perin. Al 53' esce Dessena, entra Cossu. Cagliari super offensivo, con Sau e Pinilla centrali, Cossu sulla destra, e Ibarbo a sinistra. Al 55' secondo giallo per Rossettini. Ariaudo aveva perso palla a centrocampo dopo aver brillantemente aggirato un attaccante pescarese. Rossettini ci ha messo una pezza, fermando il contropiede pescarese, ma venendo ammonito per la seconda volta. Cagliari in dieci. Sul calcio di punizione, Bochetti di testa fiora la rete. Ma si trovava in fuorigioco. Ficcadenti deve correre ai ripari: esce Sau, lasciando il posto ad Astori, al 57'. Al 62' fallo di Nielsen al limite dell'area pescarese. Batte Cossu. La palla sta per terminare in rete, portiere spiazzato. Salva Terlizzi di testa, incredibilmente. Al 67 Abbruscato entra in campo per sostituire Vuksic. Al 68' traversone di Perico, Pinilla di testa, non riesce a mandare la palla verso la porta, e l'azione sfuma. Al 69' tiro di Caprari dalla parte destra del limite dell'area cagliaritana, ma è alto. Perico lascia il posto a Casarini. Difesa a 3, centrocampo a 3 e attacco a 3 per il Cagliari. Al 71' Perin neutralizza un tentativo di testa di Ekdal. Subito dopo Colucci viene sostituito dal Blasi nel Pescara. Al 76' Waiss entra in area cagliaritana in contropiede. Dribla il diretto avversario e conclude verso palo opposto.Rete. Il Pescara si porta sul due a zero. 77' Giallo per Blasi. 79' Testa di Casarini. Perin para a terra senza problemi 81' Giallo per terlizzi e rigore per il Cagliari. Terlizzi ha fermato il tiro di Nainggolan con la mano. Rigore calciato da Pinilla. Palla in rete. 85' Ibarbo se ne va sulla sinistra, fermato da Nielsen, sanzionato col giallo. 91' Azione del cagliari, Ibarbo a terra, ma non è fallo. Dopo 3 minuti di recupero finisce la partita.

SCONFITTA IMMERITATA PER IL CAGLIARI
- E' la seconda partita consecutiva che un rossoblù venga espulso, ma l'arbitraggio nel complesso è stato sufficiente. Il Cagliari perde la partita senza aver meritato la sconfitta e giocando senza timore anche la fase in cui ha giocato con l'uomo in meno. Il futuro di Ficcadenti nel Cagliari è in bilico, e nelle ultime ore si fanno insistenti le voci che lo vedrebbero sostituito da Rossi, Reja, vecchia conoscenza rossoblù, o dall'ex difensore, ora allenatore della Primavera rossoblù Diego Lopez. Il problema del Cagliari è squisitamente tattico. Ficcadenti si è ostinato a far giocare la squadra col 4-3-3, isolando Pinilla al centro, e a schierando come attaccanti esterni Ibarbo, che è più efficace quando parte da esterno di centrocampo, soprattutto a destra, Sau, e Thiago Ribeiro, che hanno sempre giocato come seconde punte, oppure addirittura Nenè e Larrivey, che sono centravanti. A Pinilla servirebbe invece una spalla che giocasse più vicina, mentre Ibarbo dovrebbe giocare da esterno offensivo di centrocampo, ruolo in cui è devastante. Ecco perchè nascono partite come questa, in cui non si contano le occasioni da gol rossoblù che però non vengono finalizzate. A questo, deve aggiungersi l'assenza di un terzino sinistro di ruolo. Dopo l'apparente bocciatura dello specialista Avelar, Pisano, destro, dirottato sulla sinistra, non ha offerto prestazioni adeguate. Le soluzioni alternative potrebbero essere Murru, della Primavvera, oppure Ariaudo, che ha già giocato in quel ruolo.
Il Pescara ha vinto sfruttando al massimo le poche occasioni capitate, mettendo in mostra le qualità del giovane Weiss, ed esaltando le doti di Perin, oggi insuperabile.

CONTESTAZIONI
- Alla fine della partita ci sono state contestazioni per l'allenatore, che non ha voluto presentarsi nella consueta conferenza stampa del dopo partita, e per i giocatori, definiti "mercenari" da un gruppetto di tifosi rossoblù.

FORMAZIONI INIZIALI
Cagliari (4-3-3): Agazzi; Perico, Ariaudo, Rossettini, Pisano; Ekdal, Dessena, Nainggolan; Sau, Pinilla, Ibarbo. Pescara (4-3-2-1): Perin; Zanon, Terlizzi, Bocchetti, Balzano; Cascione, Colucci, Nielsen; Quintero, Caprari; Vukusic.

Daniele Caruso - Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2022 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.