×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Lega Pro Supercoppa PERUGIA – TREVISO 0-1.

(ASI) Giocare meglio, creare occasioni, ma sbagliarle tutte. Non subire praticamente niente, ma pendere gol alla prima circostanza sfavorevole. Perdere una partita ma vincere il trofeo. Sta tutto qui la storia in due puntate della finale di Supercoppa di Seconda Divisione Lega Pro tra Perugia e Treviso.

Dopo l’andata vinta in Veneto, il Perugia partiva con un indubbio vantaggio, numerico e psicologico. Un vantaggio gestito ottimamente fino alla mezz’ora della ripresa, con l’unica eccezione della incapacità di tradurre in gol le diverse occasioni avute, soprattutto quelle costruite a ripetizione nei primi minuti della ripresa.
Il Treviso non si è quasi mai affacciato dalle parti di Giordano, ha retto l’urto dei biancorossi nelle fasi a loro più favorevoli e ha avuto la fortuna di trovare il gol in una delle rarissime situazioni in cui è riuscito ad arrivare dentro l’area umbra. Nell’arco delle due partite comunque il Grifo ha mostrato maggiori doti tecniche individuali e personalità di squadra. E come aveva meritato di vincere il proprio girone mettendo in fila le avversarie calabresi, così ha meritato indiscutibilmente di laurearsi miglior squadra della Seconda Divisione italiana in questa stagione.
Due trofei che, anche per come sono venuti, suggellano una stagione da record. Battistini potrà dire che in due stagioni ha vinto a Perugia la bellezza di quattro competizioni. Ma questo potrebbe non bastargli per essere riconfermato sulla panchina umbra. Domani è previsto l’incontro decisivo con il tandem Moneti-Santopadre ma, anche dalle dichiarazioni del post-partita, appare più probabile una separazione che un prolungamento del connubio con il tecnico romano-aretino, anche se nelle ultime ore sembra essersi riaperto qualche spiraglio.
I dirigenti del Perugia hanno acceso una mini-polemica, nella conferenza stampa dopo la gara, contro non meglio precisate azioni di disturbo contro di loro. Ma, ciò che più conta, hanno comunque ribadito di avere programmi ambiziosi per il Perugia: la serie B in due/tre anni, ma puntando già dalla prossima stagione almeno ai play off in Prima Divisione; un giusto mix tra giocatori giovani ed esperti; un equilibrio attento tra esigenze di bilancio e le doverose ambizioni di una piazza come Perugia.
Il Direttore sportivo Arcipreti, fresco di conferma, non nasconde che questa è la prospettiva su cui ha già impostato il proprio lavoro. I tifosi della nord hanno fatto chiaramente capire, con una gigantografia esposta in curva prima dell’inconto, che nel progetto sarebbe giusto trovasse posto anche Pierfrancesco Battistini. Arcipreti è sintonizzato con radio tifo, Moneti potrebbe convincersi degli argomenti della piazza, Santopadre sembrerebbe meno. Domani si saprà quale primo tassello verrà messo nel mosaico del Perugia 2012-2013. La stagione prossima comincia appena il giorno dopo che è finita in gloria quella presente.

Ultimi articoli

Giovedì al Senato: lotta all’ antisemitismo e alla delegittimazione di Israele

(ASI) Giovedì 7 dicembre alle ore 9.30 nella Sala Caduti di Nassiriya del Senato della Repubblica, si svolgerà un evento organizzato da Maccabi World Union (MWU) e dall’Unione Associazioni Italia Israele (...

Istruzione tecnica e professionale: il futuro della formazione per giovani e imprese

(ASI) “L’impianto complessivo del disegno di legge ci trova particolarmente concordi, per gli obiettivi che si pone di ridisegnare l’intera offerta di istruzione tecnica e professionale, promuovendo sinergie ...

Venezuela, dialogo tra governo ed opposizioni per le elezioni del 2024 e il superamento delle sanzioni Usa

(ASI) In vista delle elezioni presidenziali venezuelane del 2024 il governo di Maduro e le opposizioni locali, sostenute dall’amministrazione Usa, sarebbero in corso colloqui per lo svolgimento delle consultazioni elettorali ...

Legittima Difesa. Morrone (Lega): anche orefice vittima

(ASI) Roma - “C'è l'esigenza di una giustizia che sia giusta. C'è l'esigenza di più tutela e sicurezza. C'è l'esigenza di sentenze che rispettino i codici ma che sappiano tener ...

Cultura, Potenti (Lega): L’arte trionfa a Roma grazie ai presepi

(ASI) “Inizia l'Avvento ed è tempo di presepi. Quest'anno, poi, in particolare perchè ricorrono gli 800 anni dalla prima rappresentazione della Natività a Greccio.                &...

  Edilizia, Gasparri: fondamentale nuova legge su rigenerazione urbana

(ASI) Questa mattina il Capogruppo di Forza Italia al Senato, sen. Maurizio Gasparri, partecipando al convengo ‘Futuro Italia Remind’ ha dichiarato: “Forza Italia ritiene che su alcuni temi, come quello ...

Caso Gen. Vannacci - I metodi di Crosetto aumentano il disagio nelle Forze Armate. Oltre che nella Magistratura

(ASI) Nonostante le sue parole rassicuranti, la tendenza del Ministro Crosetto rimane quella di contrastare e far tacere voci  critiche della linea politica del Governo-Meloni, specialmente se toccano certi ...

Volontariato, Bonafoni (PD): risorsa fondamentale per il Paese, che chiede di esser valorizzato

(ASI) "Il volontariato rappresenta nel nostro Paese una risorsa fondamentale, capace di mettere a frutto l'energia civile che anima le comunità nella costruzione di bene comune. Anche per questo, è importante ...

Energia, Federconsumatori: AAA competitività cercasi. Il mercato libero, oggi, non è più conveniente di quello tutelato. Necessario ripensare un passaggio che penalizzerà i cittadini.

(ASI) È di qualche giorno fa la conferma che non vi sarà alcuna proroga per il mercato tutelato: dal 10 gennaio i clienti dovranno scegliere un fornitore sul mercato libero del ...

Campania, Nappi (Lega): De Luca, niente più alibi. Avviare piano lavoro e formazione professionale

(ASI) “Il rapporto Svimez 2023 fotografa il paradosso che si vive al Sud. A fronte dell’incremento dell’occupazione, maggiore rispetto al resto del Paese, si registra ancora un lavoro povero, ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113