×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
La Destra Sociale francese e la destra (mediocre) italiana

(ASI) Se quella di Marine Le Pen può essere definita “destra” (in realtà a me sembra più una Sinistra Nazionale) è qualcosa di radicalmente differente da quella italiana, con la quale ha in comune solo il simbolo della fiamma tricolore. Marine nella sua campagna elettorale, coronata da un grande risultato, ha usato nei confronti di Israele un linguaggio sicuramente più morbido rispetto al passato, Ma non ha sminuito l’importanza dei contenuti sociali della sua politica e non ha cessato gli attacchi ai poteri della finanza internazionale ed alle banche centrali.

Marine ha usato la stessa strategia di Fini, per arrivare però allo scopo opposto. Fini dopo essersi sdoganato, MAI ha attaccato i poteri della finanza internazionale! Il Front National ha superato il vecchio conservatorismo per potersi slegare le mani e diventare un radicale e duro movimento anti-global. Lo provano i decisi NO di Marine alle monete stampate a debito ( tra cui l’euro) e al mantenimento del costosissimo baraccone di Bruxelles, privo di ogni potere, visto che a dettare legge in Europa è sempre stata la B.C.E.! Lo provano i suoi NO alla Nato, all’immigrazione clandestina ed anche lo provano le posizioni assunte nel più recente passato dal padre durante l’invasione anglo-americana dell’Iraq. Invece in Italia il superamento del neo-fascismo da parte di Fini ha portato la politica di destra unicamente ad un appiattimento di AN su posizioni di matrice liberal, global, filo-atlantiche e pesantemente condizionate dai diktat berlusconiani.
A ciò si aggiunga che i colonnelli aennini hanno supinamente seguito le politiche liberal, accecati dall’idea di accedere a tutti i costi alla stanza dei bottoni con le conseguenze che oggi sono davanti agli occhi di tutti: approssimazione e superficialità sulla questione dell’immigrazione clandestina e su quella del debito pubblico, nonché una totale subordinazione ai poteri delle banche centrali, hanno caratterizzato gli anni della destra italiota al governo, differenziandosi così di non molto dalle politiche prodiane di centro-“sinistra”. PdL e PD, dunque, sono le due facce della stessa medaglia ed entrambi ci hanno portato dritti-dritti al governo dei banchieri Monti - Goldmann! Nelle nostre destre italiote c’è solo uno spudorato filo-atlantismo, accompagnato da un atteggiamento di totale sottomissione alla B.C.E., condito con qualche nostalgismo utile solo a fare stramazzare allo scandalo le solite vecchie oche dell’antifascismo, che tanto bene assolvono allo scopo di far dimenticare i reali problemi di un Paese, ormai schiavo della finanza internazionale, pronta a comperare i nostri gioelli di famiglia (Enel,Eni,Snam,ecc…) per 2 soldi. La Destra che vorrei in Italia è quella del Front National, che forse sarebbe più corretto chiamare Sinistra Nazionale, visto che è l’unica forza politica ad avere il coraggio di contrastare lo strapotere delle banche centrali! In Italia tutto questo non lo fa né Berlusconi, né il P.D.,ma è appena accennato da un personaggio, che lui stesso si definisce “un comico pazzo”.

Andrea Mantellini 
Cons. Circoscrizione 1-Forlì 

 

 

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

CGIA Mestre: Anche nel 2024 Lombardia, Emilia Romagna e Veneto saranno il motore del Paese

(ASI) Mestre  - Anche nel 2024 la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Veneto saranno le regioni che traineranno il Pil reale nazionale che, stando ai principali istituti di ...

Libano: la generosità del popolo italiano

(ASI) I Caschi Blu della Brigata Alpina Taurinense aiutano gli sfollati dalle zone di confine tra Libano e Israele distribuendo aiuti umanitari alla popolazione.

Torna a Venezia il prestigioso Premio Canaletto: un tributo all’eccellenza Artistica

(ASI) Venezia, la città dell’arte e dei canali, si prepara ad accogliere nuovamente il Premio Canaletto. Curato da Salvo Nugnes, scrittore e reporter, questo prestigioso riconoscimento ha l’obiettivo ...

Medio Oriente: avviato a Roma il tavolo permanente per la pace, su iniziativa dell'Istituto Culturale Italo-Libanese

(ASI) Il Tavolo Permanente per la Pace in Medio Oriente" si è svolto presso la Camera dei Deputati, su iniziativa dell'On. Alessia Ambrosi, Vicepresidente dell'Unione Interparlamentare (UIP), e promosso dall’Istituto ...

Umbria. Pro Vita Famiglia: PD critica legge sulla famiglia, così va contro donne, giovani e libertà educativa

(ASI) «Ancora una volta il Partito Democratico si lascia trascinare dalle istanze dei collettivi transfemministi e finisce per andare nella direzione opposta alla tutela di famiglie, donne, giovani e bambini. ...

Europei, vince la migliore mentre il mercato si infiamma. Il punto di Sergio Curcio

Europei, vince la migliore mentre il mercato si infiamma. Il punto di Sergio Curcio

Economia Italia: L'occupazione aumenta, ma non è sufficiente. L'analisi dell'economista Gianni Lepre

Economia Italia: L'occupazione aumenta, ma non è sufficiente. L'analisi dell'economista Gianni Lepre

Lavoro, Gasparri: con governo cdx cresciuta occupazione 

(ASI) “Durante l’ultima campagna elettorale ho visitato tante città e ho incontrato molte persone. Quando ero a Brescia, nota per la sua stabilità industriale, un'imprenditrice mi ha raccontato che ...

Trasporti: Minasi (Lega), no lezioni da opposizione che per anni ha ignorato tema treni

(ASI) Roma, 19 lug - “Il ministro Matteo Salvini sta seguendo da vicino l’evolversi della situazione dei ritardi dei treni di queste ore. Ridicolo che a dare lezioni di efficienza ...

Diritti: Zan (PD), in Italia violenza senza precedenti, serve legge con urgenza 

(ASI) "Due ragazzi mano nella mano attraversano una strada. Per questo sono stati aggrediti a cinghiate da  quattro persone a Roma. In Italia c'è un'ondata di violenza senza precedenti: è ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113