Confcooperative-Fedagripesca: “L’Unione Europea non discrimini il consumo moderato di vino”

Mariani e Sepiacci: “Il vino è cultura, ed è pertanto indispensabile riconoscere la differenza tra consumo ed abuso”

coltivare la vite(ASI) “Il vino è indissolubilmente legato alla cultura ed allo stile di vita della nostra regione e di tutto il territorio nazionale ed europeo, esso è molto più di una semplice bevanda alcolica: si tratta di un comparto produttivo che svolge un ruolo fondamentale nel mantenimento dell’occupazione e della sostenibilità economica, sociale e ambientale di intere aree rurali” il Direttore Regionale di Fedagripesca-Confcooperative Lorenzo Mariani fa proprie le preoccupazioni espresse dal Presidente del Gruppo di lavoro Vino del Copa-Cogeca e dell’Alleanza delle Cooperative Luca Rigotti circa la posizione assunta dalla Commissione speciale per la lotta al cancro del Parlamento europeo che demonizza senza vie di mezzo il consumo del vino nel territorio europeo.

“La Commissione nelle recenti scelte assunte non ha tenuto in debito conto la differenza tra uso ed abuso di vino e questo preoccupa molto gli operatori del settore” gli fa eco Massimo Sepiacci, il Vice Presidente di Confcooperative e Presidente di Umbriatop Wines la Cooperativa che associa i principali produttori vitivinicoli della regione. “Gli obiettivi del piano di lotta contro il cancro sono pienamente condivisibili – sostengono Sepiacci e Mariani - ma ciò non ci esime dal ravvisare una sostanziale mancanza di equilibrio del Parlamento europeo laddove non opera una distinzione tra consumo moderato e consapevole di vino come alimento e parte integrante tra l'altro della Dieta Mediterranea, patrimonio culturale immateriale dell'Unesco”.  

“Nel Rapporto della Commissione si legge infatti che “non esiste un livello sicuro di consumo di alcol quando si tratta di prevenzione del cancro”, un’affermazione che secondo il Presidente del Gruppo di lavoro Copa-Cogeca Luca Rigotti “va letta come una generalizzazione che non tiene conto della divergenza di risultati e di opinioni tra i membri della comunità scientifica e che finisce per stigmatizzare un prodotto agricolo naturale come il vino che fa parte della nostra tradizione, senza tra l’altro riuscire ad affrontare efficacemente le cause profonde del consumo dannoso”.

“Crediamo che la giusta risposta al consumo eccessivo e dannoso – chiudono Sepiacci e Mariani – debba passare attraverso l'educazione e la consapevolezza. Sottolineare l'importanza di un consumo moderato, connesso al cibo nell'ambito di una dieta equilibrata e a un sano stile di vita, può al contrario contribuire a ridurre il consumo eccessivo. Per questo ha fatto bene il Comitato Vino dell’Alleanza delle Cooperative ad esprimere le proprie preoccupazioni al Ministro Patuanelli e lo faremo anche noi a livello regionale all’Assessore Roberto Morroni nella convinzione che egli stesso condivida le nostre considerazioni e preoccupazioni”.

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Cina. Scompare l'ex presidente Jiang Zemin, leader della normalizzazione e delle tre rappresentanze

(ASI) Se n'è andato oggi, all'età di 96 anni, Jiang Zemin, ex presidente della Repubblica Popolare Cinese, da tempo malato di leucemia. A darne l'annuncio, poche ore fa, sono stati il ...

L’appello di Sara Lazzari al Governo per salvare l’Istituto PIO XII di Misurina

(ASI) Misurina (BL) – A Misurina, nei pressi della nota e celebrata Cortina d’Ampezzo (che a breve ospiterà le Olimpiadi e le Paraolimpiadi del 2026, condivise con Milano), una comunità sta ...

Prefetto Francesco Messina: il coraggio delle scelte difficili da adottare per contrastare le minacce della criminalità.

(ASI) Perugia - Giornata intensissima quella che ha visto protagonista a Perugia il Prefetto Francesco Messina, Direttore Centrale Anticrimine della Polizia di Stato. 

Caso Juventus: la ‘guerra dei Roses’ mette fuorigioco Agnelli per salvare la squadra. La riflessione di Sergio Curcio

Caso Juventus: la ‘guerra dei Roses’ mette fuorigioco Agnelli per salvare la squadra. La riflessione di Sergio Curcio

Qatar 2022: poche sorprese e nessuna novità per un calcio globalizzato e appiattito. Il Punto sui Mondiali a cura di Sergio Curcio

Qatar 2022: poche sorprese e nessuna novità per un calcio globalizzato e appiattito. Il Punto sui Mondiali a cura di Sergio Curcio

Sold out al Winter Love Film Festival tra cinema e impegno sociale

(ASI) Perugia. Grande successo al Winter Love Film Festival che si è svolto a Perugia dal 25 al 26 novembre 2022 tra la libreria Feltrinelli e Palazzo dei Priori.

Roma, Silvestri (M5S): presenteremo un emendamento se nella legge di bilancio non si troveranno in fondi per la Metro C

(ASI) “Al momento nella manovra non ci sono i fondi per ultimare la Metro C di Roma. Si tratta di un elemento estremamente preoccupante, che ben racconta quanto il Governo ...

Manovra di bilancio: si lamentano tutti. Gianni Lepre, “le lagne non servono e nemmeno le elemosine. Tutti facciano la propria parte, il governo ha appena cominciato a fare la propri.

(ASI) La manovra di bilancio del governo Meloni non piace a nessuno, ma non tanto per l’importo a corredo o per le misure riportate in agenda, ma anche e ...

Frana Ischia, Federbim: rispettare i vincoli idrogeologici perchè tragedie simili non accadano mai più

(ASI)“Di abusivismo si muore. Rispettare i vincoli idrogeologici perché tragedie simili non accadano mai più”.

L’Arcobaleno Napoletano XI edizione

 Musica, cultura, tradizione, sport, istituzioni ed imprenditoria per le eccellenze della Campania. Torna “L’Arcobaleno napoletano”, 11a edizione della manifestazione vicina alla Fondazione Melanoma che il prossimo 1 dicembre al ...