souad sbai(ASI) Roma - "Bene il decreto del Consiglio dei ministri ma... Quanto tempo è stato perso per fare qualcosa di veramente incisivo per impedire il contagio?"  È la domanda che si pone Souad Sbai, Presidente del Centro studi Averroè.

 

"Proprio settimana scorsa, a seguito dei primi casi di Coronavirus, avevamo chiesto maggiore chiarezza al Ministro della Salute, Roberto Speranza, e adesso... Nuovi contagi spuntano in Italia, mentre l'allarmismo getta le persone nel panico. Solo ora - ribadisce Sbai -, dopo settimane di inspiegabile attesa, arriva un decreto approvato in cdm, per l'isolamento delle zone focolaio e il coinvolgimento diretto delle forze dell'ordine. Forse, viene da pensare, il contagio da Coronavirus non è stato affrontato con la giusta attenzione e con il tempismo necessari dal Premier Conte e dal Ministro Speranza".

"Oltre che curare chi ha contratto il virus, è necessario tutelare la salute di chi sta bene. Motivo per cui - conclude la nota del Presidente del Centro studi Averroè -, come fatto in Cina, è necessario incrementare i controlli e isolare non solo i focolai ma anche le persone potenzialmente affette. Ed è necessario farlo subito, senza perdere più tempo di quello che già si è perso".

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.