×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Ddl anticorruzione: via libero definitvo dalla Camera
(ASI) Dopo il voto di fiducia ottenuto ieri sera dal governo, il decreto legge anti-corruzione ottiene il via libera definitivo dalla Camera con 480 voti favorevoli, 19 contrari e 25 astenuti. Le nuove norme hanno come obiettivo quello di aumentare l'efficacia del contrasto al fenomeno della corruzione, allineando le misure agli standard legislativi dei paesi Ue.

Secondo le nuove disposizioni, vi è un inasprimento delle sanzioni per il reato di peculato che passa da una pena minima dai 3 ai 4 anni di reclusione, mentre l'aumento per quello di concussione, riferito solo agli episodi in cui un pubblico ufficiale obbliga attraverso i suoi poteri un cittadino a pagare una tangente, passa da 4 a 6 anni minimi fino ad un massimo di 12. Spacchettata invece dal reato di concussione l'ipotesi di indebita induzione a dare o promettere denaro o altra utilità, in cui sono previste pene per entrambe le parti, sia pubblica che privata. Con il nuovo decreto si innalzano da 1 a 5 anni anche le condanne per corruzione dell'esercizio della funzione da parte del pubblico ufficiale in cambio di benefici, quelle per corruzione in atti giudiziari che aumentano a 4-10 anni, per corruzione propria a 4-8 anni e per l'abuso d'ufficio a 1-4 anni. Non sono da meno le sanzioni per quanto riguarda il fenomeno tra privati. Con l'approvazione del ddl da parte della Camera la corruzione tra privati è punita con il carcere da 1 a 3 anni.

Tra le innovazioni più significative apportate oggi, vi è la delega del governo ad adottare entro un anno dall'entrata in vigore della legge un testo unico affinchè siano da considerarsi incandidabili in parlamento o in altre cariche elettive i condannati in via definitiva per delitti non colposi.

Mantovano (Pdl): Mi sono astenuto sul ddl anticorruzione perchè è mito no realtà
"Sono tanti i casi, nella vita quotidiana e anche nella vita delle istituzioni, di divergenza fra il mito e la realtà. La legge sulla corruzione rientra in tali casi. Il mito e’ tutto ciò che si é ascoltato, anche, da ultimo, nell’aula della Camera: questa legge dovrebbe far crescere l’immagine dell’Italia nel mondo, aumentare la competitività delle nostre imprese, rendere più efficace il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione". Così ha affermato il deputato del Pdl Alfredo Mantovano, spiegando i motivi della sua astensione in occasione del voto finale sul disegno di legge anti corruzione.
"La realtà- aggiunge il deputato- é che la parte di questa legge dedicata alla prevenzione immette nell’ordinamento un bel pò di burocrazia aggiuntiva; la parte dedicata alla repressione, fra l’altro, disarticola istituti penalistici secolari - penso alla estrapolazione della condotta di induzione dalla figura di reato della concussione - e introduce sanzioni gravi per il lobbismo illecito, delegando alla magistratura inquirente di decidere di volta in volta quale attività lobbistica è legale e quale no (dal momento che manca una disciplina organica del lobbismo). Per questo, pur avendo votato ieri la fiducia al Governo, oggi non sono riuscito ad andare oltre l’astensione al provvedimento".

Li Gotti (Idv): Severino soddisfatta? Meglio se fosse stata zitta
"La ministra Severino, è soddisfatta del voto sul ddl corruzione 'per gli alti numeri di condivisione". Lo dichiara in una nota diffusa dall'Italia dei Valori il il senatore Luigi Li Gotti, responsabile Giustizia dell'Idv che aggiunge: "Evidentemente non è stata avvertita che si è trattato dell'ennesimo voto di fiducia che ha impedito qualsiasi intervento critico e migliorativo. La ministra ha già dimenticato le critiche del CSM e dell'ANM, per le gravi omissioni nel testo: niente per autoriciclaggio, niente per voto di scambio politico-mafioso, niente per falso in bilancio, parossistico spacchettamento della concussione con abbattimento di un terzo della pena e della prescrizione, introduzione della condanna per la vittima della concussione per induzione. Se fosse stata silente, sarebbe stato meglio, perché il suo giubilo soddisfattivo, dimostra il profondo limite delle reali intenzioni del Governo: dire bene delle proposte parlamentari e poi fregarsene. Insomma anche il governo dei tecnici, appare sensibile al canto di quelle sirene che da anni bloccano gli interventi normativi di vero inasprimento delle leggi contro la corruzione e dintorni".

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Inchiesta Perugia, PD: "Da Melillo e Cantone contributo di rigore e chiarezza"

(ASI) "La richiesta di urgente audizione a Commissione  Antimafia, Copasir e CSM da parte del Procuratore Nazionale Antimafia Melillo e del Procuratore di Perugia Cantone va accolta subito. Per ...

Ternana-Parma 1-3, i Ducali escono vittoriosi dal “Liberati”

(ASI) TERNI – Dopo la bella vittoria sul campo del Palermo, la Ternana affronta al “Liberati” il Parma capolista. I rossoverdi di Breda devono cercare di dare continuità di risultati mentre ...

"Quo Vadis Italia", conferenza de La Rete dei Patrioti sul futuro della nazione con Valerio Arenare e Giustino D'Uva.

(ASI) "Si è tenuta sabato 2 marzo la conferenza organizzata dai movimenti aderenti a La Rete dei Patrioti, dal titolo "Quo vadis Italia". Una panoramica della situazione socio-politica nazionale, con uno sguardo ...

Avv. Trisciuoglio: Assumo la difesa del 18enne accusato di tentato omicidio per i fatti avvenuti il 7 gennaio a Savona ed estradato dalla Spagna in Italia.

(ASI)"Le incongruenze e la contraddittorietà delle prove a supporto del provvedimento custodiale in carcere ci permettono di confidare nella richiesta di scarcerazione che sarà avanzata a breve. Un ...

Campi Flegrei, Caso (M5S): “Accelerare con verifiche degli edificI”

(ASI) “La scossa di stamattina, di magnitudo 3.4 ha generato paura tra i cittadini che, nelle aree vicino all'epicentro, al confine tra Pozzuoli e Napoli, sono scese in strada. Non bisogna ...

Difesa: nave Duilio abbatte drone nel Mar Rosso

(ASI) Roma -  Nel pomeriggio di oggi, in attuazione del principio di auto difesa, Nave Duilio ha abbattuto un drone nel Mar Rosso. Il drone, dalle caratteristiche analoghe a ...

Immigrazione. Tubetti (FdI): Operazione alto impatto ha stroncato traffico di esseri umani

(ASI) "Occorre rivolgere un vivo ringraziamento agli uomini e alle donne in divisa, pilastri di uno Stato giusto, per aver portato a termine con successo l’operazione ad alto impatto ...

Dossieraggio: Iezzi (Lega), Lega attenzionata abusivamente, pronti a tutelarci in sedi opportune

(ASI) Roma  - “Sconcertanti dettagli dall’inchiesta sui dossieraggi, con la Lega attenzionata abusivamente. Contro Matteo Salvini e i leghisti la macchina del fango non si ferma mai, per ...

Google in tribunale: media europei rivendicano danni da 2,1 miliardi di euro per pratiche anticoncorrenziali

(ASI) Bruxelles - In una mossa audace che sottolinea la battaglia sempre più intensa tra conglomerati mediatici e giganti tecnologici, Google di Alphabet si trova coinvolta in una causa da 2,1 ...

La mille proroghe ed il rientro in bonis dei contribuenti. Il punto dell'economista Gianni Lepre

La mille proroghe ed il rientro in bonis dei contribuenti. Il punto dell'economista Gianni Lepre

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113